La verità sui sistemi piramidali / Ci piace farci prendere per il culo

“Ti piacerebbe guadagnare un sacco di soldi in poco tempo senza fare niente?”
“Ti piacerebbe un lavoro individuale che puoi fare anche a casa senza rendere conto a nessuno?”
“Ti piace lo spirito di competizione?”
“Vuoi sfruttare al massimo la tua rete di conoscenze per diventare ricco velocemente?”

 

Queste sono solo alcune delle frasi che servono ad attirare potenziali nuovi clienti nei sistemi che comunemente vengono definiti “Sistemi di marketing piramidale”, ossia una rete di venditori/promotori/procacciatori di risorse inseriti nei vari livelli di un ipotetico schema a piramide che sperano di guadagnare vendendo beni/servizi agli individui posti al livello inferiore al loro. Vediamo di esaminarli un po’ più nel dettaglio.

Catena di Sant’Antonio

La catena di Sant’Antonio, nella versione “redditizia” consiste in una lettera contenente delle istruzioni, che vi arriva a casa con una lista di nomi e relativi indirizzi. L’ultimo nome della lista è quello della persona che vi ha spedito la lettera. Le istruzioni vi invitano a pagare una certa somma agli indiviui presenti sulla lista, scrivere un’altra lettera con la stessa lista di nomi cancellando però il primo e aggiungendo il vostro all’ultimo posto. Successivamente dovrete spedire la vostra lettera a chiunque conosciate (o anche a sconosciuti), sperando che anche loro facciano altrettanto.
Aspetti negativi: chiunque dopo di voi può metter fine alla catena (e quindi si perdono i soldi inviati); raggiunto un certo numero di passaggi il sistema diventa un continuo rigirìo di denaro che non quindi porta alla creazione di ricchezza in senso stretto.
Le Catene di Sant’Antonio sono illegali in Italia perché sono redditi (quando ci sono) che non possono essere dichiarati al fisco.

Schema di Ponzi

Il signor Ponzi (immigrato italiano in America), fu il primo a diventare ricco e famoso con questo sistema. Fu anche il primo a essere ingabbiato grazie a questo sistema. La pratica consiste nel chiedere soldi a un certo numero di amici/conoscenti, promettendo un rapido guadagno netto. In un primo momento i guadagni arrivano, ma in realtà “Ponzi” non ha mai investito i primi soldi ottenuti in prestito: se si faceva dare 10 da un amico, successivamente gli restituiva 15, ma quei 5 di differenza provenivano da un altro amico da cui era riuscito a ottenere altri 10 e così via. Per questo la faccenda può andare avanti per un certo periodo di tempo se alimentata dal passaparola positivo dei primi guadagni che portano altri clienti a chi ha iniziato il sistema. Ad un certo punto però lo schema crolla opuure “Ponzi” scappa con i soldi o viene arrestato. Lo schema di Ponzi è infatti illegale in tutti i paesi.

Multilevel Marketing, Network Marketing

Anche in questi sistemi vengono sfruttate le reti di relazione. La “ditta” che opera in questo modo cerca nuovi venditori di certi suoi prodotti “esclusivi” che possono essere prodotti per la casa, per la pulizia ecc… Il guadagno del venditore (chiamiamolo ad esempio Marco) deriva dalla vendita dei prodotti a un prezzo maggiore di quello d’acquisto (mi sembra logico) ma anche da una provvigione sulle vendite di suoi “sottoposti”. In pratica se Marco riesce a convincere altri individui a diventare venditori sotto la sua supervisione, allora Marco ha diritto a una certa percentuale dei guadagni. Il meccanismo è fatto in modo che convenga di più fare entrare altri nella rete piuttosto che vendere il prodotto. Un altro business collegato è quello dei “corsi di aggiornamento” organizzati ogni tanto dalla “ditta centrale”. Questi corsi costano tantissimo per i “venditori di ultimo livello” e sono dei veri e propri lavaggi del cervello ed esaltazione dei “venditori superiori” che in realtà sfruttano il lavoro dei propri sottoposti. Anche qui quindi chi guadagna è quello che sta in alto inoltre è famoso il calcolo secondo cui se ogni venditore convincesse altri 6 individui a entrare nella rete, al decimo passaggio sarebbe coinvolta l’intera popolazione italiana, al tredicesimo il doppio della popolazione mondiale.

Sono molte le aziende che utilizzano questo sistema: Herbalife, Amway e altre. In questo link http://www.merchantsofdeception.com/italian.html (segnalatomi dal Pagno che mi ha anche dato l’input per scrivere questo articolo, grazie Pagno) trovate la testimonianza di un ex-affiliato Amway che descriverà anche i disagi psicologici cui è andato incontro.
Recentemente mi sono informato anche riguardo alla Banca Mediolanum, quella in cui il presidente fa i cerchi nella sabbia: utilizzano un sistema simile per promuovere spazzatura finanziaria approfittandosi dei giovani che devono sbattersi pertrovare clienti (di solito tra amici e parenti) col risultato di abbandonare presto per l’insostenibilità economica della situazione, ritrovandosi con meno amici e lasciando i pochi clienti trovati in mano ai loro supervisori, gli unici a guadagnare.

Conclusione

Ho scritto questo articolo per mettere bene in chiaro quali sono le strategie che vengono usate per abbindolare la gente. Spero che magari qualche lettore voglia dare la propria testimonianza e che comunque serva come avvertimento. Alla prossima.

About these ads

223 commenti

Archiviato in Economia

223 risposte a “La verità sui sistemi piramidali / Ci piace farci prendere per il culo

  1. Bell’ articolo! io facevo uso del sistema di Ponzi (mio lontano antenato), poi ho cominciato a vendere eroina da fumare. E dopo ancora ho cominciato a cercare gente che la vendesse ad amici e parenti per mio conto, e mi prendevo il 15 %. E organizzavo convention in Afghanistan in cui indottrinavo le persone coinvolte in questo businnes. Poi mi sono iscritto a Forza Italia. Poi il partito ha cambiato nome. Il nome adesso non me lo ricordo.

  2. l’allenatore nel pallone due, marketing delle tette, Moana Pozzi,

    Ma funzionano?

  3. Bell’articolo! Conoscevo bene le catene di Sant’Antonio, ma non ero a conoscenza degli altri due metodi.

  4. Pagno

    Grazie mille Oya, t’ho chiesto di scrivere qualcosa a riguardo perche’ come gia’ hai scritto tu sono tantissime le aziende che adottano questi sistemi, sempre piu’ fallimentari per una persona che vuole entrare in questo marketing e che crede di tirarci fuori qualcosa.
    Ragazzi se qualcuno di voi o qualche vostro amico/a sta intraprendendo questa strada, fategli leggere questo articolo e sopratutto quello che ha linkato Oya nel post, sto cercando tramite questi mezzi di far girare questa roba per sputtanare questi schifosi che truffano milioni di persone,che arrivano a fare il lavaggio del cervello ai dipendenti, che si arricchiscono in maniera spropositata con le perdite delle “matricole”, sono loro la vera fonte di guadagno.
    Ciao ragazzi mi fido di voi, bella li Oya sempre il numero uno
    Ricordiamoci sempre di una zattera in mezzo all’oceano di internet…..”COMESIAMOMESSI”……….
    bei ricordi, che forse un giorno potranno tornare presente…

  5. Ifo

    Bravo Oya, ci voleva proprio questo articolo, e bravo Pagno che hai dato l’input.
    Però se qualcuno ha un briciolo di cervello lo capisce da lontano un miglio che sono inculate (scusate il termine) e acchiappa citrulli.
    Quindi io sono per il boicottamento di queste sudice società: al rogo!

  6. maledetto mi hai fregato l’ idea!
    mmm… beh, facciamo così, dividiamoci Internet:
    Noi siamo il blog delle Tette, tu quello dell’ Allungamento del Pene, siamo d’accordo?

  7. Paolo

    …devo dire che a leggere questi commenti c’è da rimanerne stupito; uno non crede che l’idiozia delle persone arrivi fino a certi livelli finché non ci si imbatte personalmente come è successo a me leggendo le …..vostre “esperienze di altri” (perché voi non le avete fatte), ma la cosa + simpatica è vedere come vi date forza tra di voi a darvi ragione su cose che non conoscete, ma che solo giudicate per sentito dire.
    D’altronde è cosa nota che lo sport preferito di quelli che nella vita non raggiungono nulla è quello di giudicare.

    Avanti così

    Paolo

    • elena

      allora… magari ti posso rispondere io! visto che conosco i fatti e anche molto da vicino! e ti posso dire che tutti quelli che la pensano come te secondo me hanno subito il lavaggio del cervello!

      • giancarlo

        MA SECONDO ME IL LAVAGGIO DEL CERVELLO A NOI TUTTI LO HANNO E ANCORA CONTINUANO A FARCELO I NOSTRI POLITICI……,MA SAPPI SOLO KE LA DOVE ESISTE UNA VENDITA DI PRODOTTI TANGIBILI IL NETWORK………….E’ LECITO E LEGALE ! ! !!

      • allora ti rispondo io cara Elena… che ci fanno il lavaggio del cervello è risaputo… ma con prodotti di OTTIMA QUALITA’ invece a voi il lavaggio ve lo fanno con prodotti di M…… e la TV fa ancora peggio…chi accende la TV spegna il cervello questo non lo sapevate???

      • Anonimo

        scommetto che non hai guadagnato un euro col network marketing…
        reclutare una persona non ti porta neanche un euro e se quella persona fa più di te, guadagna più di te. è meritocratica….

    • sei un grade PAOLO COME HAI DETTO TU DI SOPRA L’INVIDIA FA BRUTTI SCHERZI TI ASSALE SENZA CHE TU TENE ACCORGA POI FA PARTE DI TE IN MODALITA’ CORONICA . CONCLUSIONE CHI GIUDICA IL PROSSIMO A UN DEFFICIT DI AUTOSTIMA E DI OBBIETTIVI NELLA VITA CIOE’ IN POCHE PAROLE UN OGGETTO DELLA COMUNE MASSA GIORNALIERA ;-)

  8. dino

    sono d’accordissimo con l’ex distributore amway, io questo mlm l’ho fatto x 1 anno ed e’ esattamente cosi’ come lui l’ha descritto, ma sono anche 1 appassionato di mlm, x cui sono convinto che aziende che reclutano con questo sistema e che hanno 1 prodotto valido e a costo ragionevole possa essere opportunita’ di guadagno con i dovuti sacrifici e capacita’ che questi tipi di attivita’ comportano

  9. Deddi

    E’ davvero tutto vero. Mia mamma era stata presa dentro a questa macchina piramidale. L’azienda era la SSI, che vendeva assicuraioni per conto della Bayerische. Il primoo prodotto era anche buono ( o cmq in linea con il mercato) successivamente hanno incominciato a far proporre vera epropria spazzatura.
    Ovvaimanet il sistema piramidale ha fatto si che mia mamma coinvolgesse tutti gli amici e parenti popssibili. ALcuni hanno sottoscritto la polizza, altri hanno incomincitato a partecipare attivamente.
    Mi ricordo che andavano a questi meeting, di pseudo imprenditori (in realtà quasi unicamente falliti) dove incontravano gente che aveva lasciato un buon lavoro per cominciare a lavoarare a tempo pieno per vendere assicurazioni.
    Mio papà una volta l’ha accompagnata, e mi ha detto che erano tutti pazzi. Gente che saltava, urlava… Mia mamma era un po’ titubante, ma fintanto che le vere fregature non si sono fatte vedere non ci ha dato molto peso.
    Quando si è trattato di vendere immondizia, lei non se la sentiva di fergare i suoi amici, e qui era ripresa dai suoi suoperiori.
    visto che mia mamma non aveva bisongo di lavorare nel senso stretto del termine, e visto che se c’è una cosa che odia è sentirsi dire cosa fare e cosa non fare, li ha amndati tutti a quel paese.
    Alla fine ci siamo ritrovati con un po’ di polizze assicurative, qualche amico che le ha firmate (ma ci frequentano anocra, per fortuna).
    Mia mamma ha tagliato i ponti con tutta quella brutta gente (erano i tipici falliti, che se possono ti portano via anche le mutande sporche) Fingevano di essere ricchi, con grandi macchine e fotobgrafie di megaville, ma chi li conosceva bene ha detto che avevano solo debiti e cambiali protestate.
    Le strutture piramidali sono una fregatura bella e buona.
    Non è possibile guadagnare tanti soldi se non ti fai un mazzo tanto, e anche se te lo fai non è cmq detto che tu guadagnerai parecchio.
    Immagino quante persone leggano questo articolo e conosano qualcuno dei loro amici o parenti che ci sia cascato.
    Facciamolo girare

  10. Ringraziamo Deddi per la sua preziosa testimonianza

  11. alehandro

    Carissimi, uno di questi che usa questi metodi da voi giustamente criticati di multilevel marketing è, per mia disgrazia, mio vicino di casa a Roma…

    Non avete idea che problemi condominiali che mi sta dando; mi sta perseguitando per cose assurde, una volta mi stava per mettere persino le mani addosso!!
    e sul suo sito truffaldino si spaccia persino per uno con rare doti di comunicazione…

    Se i cretini che lo seguono avessero sentito gli insulti che mi ha indirizzato il mese scorso… ;-))

  12. nikolastemplar

    Ragazzi sono un promotore finanziario e oggi finalmente lavoro per una banca seria. NON lasciate il vostro lavoro per Mediolanum NON FATELO sono delle persone spregevoli che ingannano tutti indistintamente per un po’ di guadagno. Tutto qullo che sentite nei blog è vero qualcuno dovrebbe fermare o fare in modo che la gente conosca che razza di gente popola Mediolanum. Io ho deciso di chiamare Striscia perchè magari con la loro pubblicità la gente come me del resto non si farà più imbrogliare. Non posso descrevere tutto quello che mi hanno fatto passare, ma credetemi è disgustosa. Composta da persone che parlano di ideali grandi e invece per guadagnare qualche centinaiuo di € su di te ti distruggono la vita. Nicola da Mestre.

  13. Luca

    MEDIOLANUM è un inganno madornale e legalizzato NON fatevi prendere per il culo da quei falsi e ipocreiti rovinano la vita a intere famiglie vi prego credetemi ho lavorato per loro un anno e mezzo e alla fine sono riuscito a levarmi mi hanno perfino minacciato. Qualcuno faccia qualcosa!!!Fermateli!!!

  14. Marco da Padova

    E’ assolutamente vero. Mediolanum è un gruppo di persone che pur di guadagnare pochi euro rovinano la vita delle persone. Non c’e tempo per spiegare tutto qui, ma credetemi se potete levatevi, non perdete tempo con quella gente che fa il lavaggio del cervello e chi è un po’ più debole resta incastrato dentro. Raccontano un sacco di frottole. Se avete un prodotto qualsiasi ad esempio non è necessario avere anche il conto corrente aperto erchè ci si può collegare ugualmente al sito e controllare i proprio investimenti. Loro invece questo non lo dicono e ti obbligano a tenere aperto un conto corrente tra i più cari e inutili!!!E quest è solo la punta di un iceberg…..

  15. Angy

    Ciao a tutti. Sono una ragazza di 21 anni, studentessa universitaria che cerca un lavoretto part-time. Sono stata contattata da un mio amico a cui avevo espresso il desiderio di lavorare, il quale mi ha proposto di entrare a far parte dell’azienza Herbalife e giusto oggi sono andata al colloquio. Ho ascoltato attentamente tutto quello che mi hanno detto e presentato ma una volta tornata a casa mi è venuto il dubbio che fosse tutta una grande bufala. Ho infatti cercato qualche notizia giusto sul sitema di merketing che utilizzano, nonchè riguardo grandi ricercatori e premi Nobel che sventolano e di cui non trovo granchè di informazioni. A quanto ho capito il loro sistema è all’incirca lo stesso che avete descritto nell’articolo e vorrei sapere che opinioni avete riguardo quest’azienda, soprattutto se la conoscete o ne avete avuto a che fare. Mi sorge un dubbio anche circa la possibile illegalità di vendere e “consigliare” prodotti senza la consulenza e l’ausilio di medici e professionisti laureati (o almeno così mi è sembrato): secondo voi c’è qualche sistema per verificarne la legalità per poi, eventualmente, denunciarne la cosa? Per di più “procacciarmi” dei clienti per me non è affatto facile, poichè non conosco molte persone (ma a quanto pare per loro non è un problema) e non credo nemmeno nell’efficacia del prodotto. Il fatto è che ho provato la più svariate richieste di lavoro, ma non riesco a trovare nulla di serio, bensì solo queste proposte all’apparenza troppo facili.
    Grazie a tutti

    Angy

    • elena

      ma dai! a me hanno fatto il colloquio 3 giorni fa! e anche a me qualche dubbio è venuto! infatti oggi prima di firmare qualsiasi cosa ,ho mandato una mail dicendo che in pratica la finivo li e non volevo piu continuare!
      mi hanno gia inculato 170 euro…. ma sempre meglio di accorgersene quando è troppo tardi! e poi un altra cosa… vorrei il tuo parere …. ma secondo te …. non è che provano a farti il lavaggio del cervello?

      • federico

        ciao, se non lo sapete, herbalife è un’azienda che sta in piedi da più di 30 anni ed il suo sistema di marketing è a dir poco eccezionale.. prima di dire
        che è una bufala è meglio che pensare prima di parlare perchè una enorme cazzata. la vostra è solo paura. paura di guadagnare,paura di fallire.

      • claudia

        ma avete cosi’ poca stima del vostro cervello da avere tutta questa paura che ve lo lavino cosi’ facilmente????

    • federico

      denunciare herbalife?!?!? scusami ma sei impazzita forse?

    • SImone

      Quello che dici non esiste: HL ha dei pacchetti per ogni esigenza e sono tipicamente non pericolosi per la salute. Sei invitato a mandare il tuo cliente dal medico e chiedere se può fare uso del prodotto e viene fatto divieto di fare anamnesi e/o prescrivere cure. Il sig. Louis Ignarro, PREMIONOBEL PER LA MEDICINA e parte del team di HL è qui:
      http://en.wikipedia.org/wiki/Louis_Ignarro -> Herbalife relationship.

      • markoer

        Louis Ignarro ha ricevuto il Nobel per motivi molto diversi da quelli che lo legano ad Herbalife, Ha praticamente scoperto il principio di funzionamento del Viagra…
        Se leggi bene l’articolo, il Dr. Ignarro ha preso fino a 15 milioni di dollari da Herbalife, più che altro per metterci il nome – i multivitamine che ha presuntamente aiutato ad elaborare poteva farli chiunque, non serve certo un premio nobel (e si comprano al supermercato a due lire, non serve essere invischiati nel MLM).
        Usare il nome di Ignarro per legittimare Herbalife è quantomeno scorretto, tant’è che lo stesso Ignarro è stato criticato dalla comunità scientifica e si è dovuto dimettere dall’Accademia Nazionale delle Scienze per questo.

    • Riccardo

      Cara Angy, io lavoro presso una società di multilevel e non è Herbalife e neanche Amway e ti assicuro che la nostra società è la più seria del mondo perchè ha garanzie e certificazioni presso il Ministero della Salute e con 55 anni nel mondo e 41 anni in Italia con notevoli successi !!!! E…poi non fate tutta un erba un fascio se non sapete veramente bene le cose come stanno!!!
      Se vuoi maggiori informazioni scrivimi!!!

  16. Ciao Angy. Come avrai potuto vedere dai commenti precedenti, qualsiasi ditta che utilizzi questi sistema di vendita-marketing sono altamente inaffidabili e portano spiacevoli conseguenze.

    Soprattutto visto che Herbalife è una delle ditte più conosciute al mondo nella pratica di questi sistemi.
    Riguardo alla legalità di questi metodi, evidentemente rientrano nella legalità altrimenti sarebbero già stati banditi. Probabilmente queste aziende hanno dei bravi avvocati che riescono a fare quello che vogliono in un eventuale processo.

    Il consiglio che ti posso dare è di lasciar perdere questi signori di Herbalife, complimentandomi pr il fatto che tu non abbia creduto a quello che ti hanno detto e ti sia andata a cercare informazioni e opinioni in merito. Spero che questo blog possa darti una mano a non fare una scelta sbagliata.

    Ciao.

    • Giuseppe

      Il multi level è legale :) il discorso è che se non si sa VENDERE è inutile cimentarsici :),cosi come qualsiasi lavoro di vendita.Il discorso è che in Italia qualsiasi lavoro inerente a vendita è associato a TRUFFA.Solo perchè in Italia quando le persone sentono quella terribile parola VENDERE si cagano addosso,in quanto tutti hanno una mentalità del cazzo del posto fisso schiavo-precario dipendente come le zecche ecc.. ma apparte questo,ricorda che un qualsiasi buisness=vendita,indipendentemente dal Network Marketing,anche quando si va a comprare un cellulare da 800 € che è un prezzo da rapina a mio avviso ;) avviene una vendita però non sento dire ai commessi:CHE TRUFFATORI!Ma come ma mica i venditori son tutti ladri pronti a mirare lo sguardo nel vostro portafoglio?Eppure è avvenuta una VENDITA!Come tu giustamente puoi dire che quelli del MLM si fanno lavare il cervello,anche voi siete dei polli che vi siete fatti spennare e lavare il cervello dalla pubblicità in televisione?La verità è che in quel momento tu VOLEVI e quindi sentivi un BISOGNO di comprare il cellulare ;).Il network marketing può piacere o meno,è come dire son tutti a favore di Berlusconi? presumo di no ,c’è chi è pro e chi contro,ma comunque anche se gli italiani dovessero gestire un’azienda già avviata con regolare fatturato da milioni di euro ecc.. nella maggior parte dei casi fallirebbero a tempo zero.Perchè?perchè In primis non saprebbero gestire il denaro,in secundis perchè non hanno spirito di intraprendenza.Infatti guarda caso,la maggior parte delle aziende chiudono,solo in pochi si salvano,cosi come nel network marketing :).Perchè? Perchè son veramente poche le persone che vogliono rischiare il culo,perchè qualsiasi buisness è duro e quindi comporta momenti felici,mazzate prese,DOLORE,e gli italiani col cazzo che vogliono Sbattersi e rischiare di ottenere qualcosa,preferiscono avere la pappa pronta,guadagnare senza fare una minchia da subito ed è logico che non funziona cosi,si può arrivare a guadagnare senza fare nulla e quindi avere una rendita,ma bisogna CREARE qualcosa vedere se quel qualcosa genera dei fatturati e poi affidarlo a qualcuno,allora si che dopo si può dire ” guadagno senza fare nulla”,ma c’è stato un lavoro prima :) ma come ripeto gli ITALIANI NON VOGLIONO SBATTERSI NON SOLO NEL NETWORK MARKETING,MA IN GENERALE e di fatti per la maggior parte sono dipendenti o piccoli imprenditori che guadagnano in base al tempo che dedicano al lavoro.

      • Giuseppe

        Che poi tanti italiani vorrebbero fare gli imprenditori ahahahah ma come potete fare una cosa che allo stesso tempo odiate?Si ok che ci sono gli operai che lavorano per gli imprenditor.Maaaahh come saprete avrà DOVUTO CERCASI I CLENTI,PROMUOVERE IL SUO PRODOTTO O SERVIZIO,FATTO PUBBLICITA’ SU VOLANTINI ECC,come? come?come? Essi guarda caso le stesse cose che servono per un Network Marketing :).L’imprenditore riceverà le commesse(ordini dai suoi clienti) quindi dei lavori da far fare agli operai,una volta che il prodotto è terminato viene VENDUTO al CLIENTE.Quindi vedete che tutto ciò comporta la VENDITA.:)
        Morale della favola,se non sapete VENDERE,Non sapete fare marketing,pubblicità,passaparola.Scordatevi di fare gli IMPRENDITORI,o NETWORK MARKETING ecc… :)

      • Il multi level è ILLEGALE in Italia.

        “ART. 5.
        (Divieto delle forme di vendita piramidali e di giochi o catene)

        1. Sono vietate la promozione e la realizzazione di attività e di strutture di vendita nelle quali l’incentivo economico primario dei componenti la struttura si fonda sul mero reclutamento di nuovi soggetti piuttosto che sulla loro capacità di vendere o promuovere la vendita di beni o servizi determinati direttamente o attraverso altri componenti la struttura.

        2. È vietata, altresí, la promozione o l’organizzazione di tutte quelle operazioni, quali giochi, piani di sviluppo, “catene di Sant’Antonio”, che configurano la possibilità di guadagno attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone e in cui il diritto a reclutare si trasferisce all’infinito previo il pagamento di un corrispettivo.”

        Cordiali saluti.

      • Giuseppe

        Leggi bene la sentenza Marco Ermini se fosse come dici tu credo che le aziende operanti tipo Herbalife ecc.. sarebbero bandite ;), I sistemi piramidali o catene,sono illegali per legge verissimo,non si possono fare in quanto non c’è alcun prodotto da scambiare,quei sistemi li diventano semplicemente una catena dove le persone al VERTICE guadagnano sulle persone che entrano,nono questa è una cosa fuorilegge.Invece il network marketing è il sistema di vendita più potente al mondo,il Passaparola però un po’ strutturato.Ma poi se tu ci vai a pensare è un po’ tutto piramidale o no? Ma tutto è piramidale anche la maggior parte delle aziende in cui lavorano gli italiani è piramidale: c’è un Titolare-dei soci dei capi reparto-dei capi amministrativi- e i capi operai e poi gli operai.Quindi tende a partire tutto da una persona diventando sempre più persone che sono poi i dipendenti.

      • Giuseppe

        Il sistema è legale,poi si può non essere daccordo ci può stare non è che si può esser tutti uguali, puoi dire odio l’idea di dover vendere in un network marketing,non c’è nulla di male ;) ma non che è illegale :).Perchè in italia tutto ciò che riguarda la VENDITA lo associate a truffa,solo perchè siete pieni di pregiudizi a priori.Se la vendita fosse truffa,allora noi ci facciamo truffare ogni giorno quando andiamo a far la spesa.Se l’articolo o il lavoro non interessa,non vado in giro a denigrare le aziende,come se andassi in giro a dire:Non comprate l’IPHONE che è una merda usano materiali scadenti e costa tanto e chi lo compra è un cretino che fa guadagnare solamente la multinazionale.Perchè parlerei a sproposito senza neanche averlo mai provato,ecco stessa cosa vale per il network marketing.Non lo dico per me perchè non mi fa non fa ne caldo ne freddo dato che non ci lavoro,però rovinate chi ci lavora (ovviamente seriamente) perchè conosco purtroppo gente che me l’ha proposto anche a me che lo fa TRUFFANDO quello si.

      • DeltecDPA

        Giuseppe lascialo perdere sto marcoermin e’ solo capace di sparare veleno a vanvera su questo sistema LEGALE a me rispose tempo fa 30 ago 2011 accostando il MLM a pedofili e spacciatori di crack – bravo sette piu’…e non mi venga a dire ma non intendevo in senso stretto o minchiate simili poteva fare mille altri esempi, su queste cose, pedofili specialmente, NON SI SCHERZA e rinnovo il Vergognati! – e continua a postare l’art 5 senza saperlo o volerlo leggere bene.

        Ripet: MERO reclutamento significa puro e semplice, senza un prodotto in cambio. Nel MLM il prodotto c’e’ poi se e’ valido o meno ognuno lo stabilisce da se’, che al marcoermin non piaccia cio’ non ha alcuna importanza visto che le aziende MLM sono vive e vegete da decenni, con prodotti validi senno’ chi li comprerebbe, o meglio ri-comprerebbe? Caspita, cosi’ difficile da capire…io sono affiliato da anni con i MLM ogni mese pago un tot ho i miei prodotti e NON faccio business, non credo di essere l’unico. Ho cambiato MLM per via di prodotti a mio parere migliori proprio come succede nel market tradizionale…mah, tutto illegale? Ahahahah…

        Che poi ci scappino multe va beh, non sono mica i piu’ belli… per es. Agel e Xango tempo fa multate per 250k euro per pratiche comm. scorrette: pagata la multa sono tornate ad operare nella piena legalita’ (RIPET: NELLA PIENA LEGALITA’) dopo aver ottemperato alle direttive dell’AGCM > No problem…
        Ma l’AGCM ha multato tante altre aziende, non MLM… es. Rigoni di Asiago, azienda non megagalattica, che produce marmellate di ottima qualita’, multata per 40k euro. Motivo? Aver indicato sull’etichetta “senza zuccheri aggiunti” quando poi sul retro c’e’ la composizione nutrizionale che indica che invece zuccheri (non raffinati) sono stati aggiunti. A me pare un po’ risibile, in questo caso mi pare che siano stati un po’ dei rompicogl… e si attaccano a cavilli per guadagnarsi la pagnotta, devono campare pure loro no?
        Poi per carita’ e’ un bene che ci sia, l’AGCM, pero’ qualche volta sbarellano pure loro… Allora dovrebbero proibire tout court la Nutella, sana e genuina come recitava la pubblicita’..:)))

        Quindi Giuseppe concordo il MLM e’ Legale basta seguira la legge e chi sbaglia paga poi pero’ prosegue nel business (Agel-Xango) a dispetto del marcoermin che ripete e’ illegale in molti paesi. Quali? Boh, gli e’ stato chiesto ma lui risponde: siete sfigati che non sanno fare una ricerca! Ahahah… evidente che non li conosce nemmeno lui e sta solo farloccando a gogo’ senno’ forniva link a palate. Dunque, in Italia e’ legale perche’ si sa si trova la scappatoia (AGCM docet) ma da quanto ne so, perfino in un Paese supermegagalatticamente avanzato come la Germania il MLM e’ ampiamente diffuso approvato e praticato…quindi il MLM non e’ illegale in nessun paese, e se pure lo fosse in qualcuno sai quanto mi frega della cosa? Una emerita cippa…la Germania e’ garante della legalita’ del MLM (senza dimenticare Francia, Scandinavia, Olanda, Svizzera, United States of America, Cina Jappone India…ok bastano senno’ per il marcoermin diventa troppo)

        PS sempre il marcoermin disse poco dopo il suo fantastico post del 30 ago 2011 (sempre visibile) che non avrebbe postato piu’ qua… anche qui farlocco. E non vive in Italia…chissa’, magari proprio in Germania dove il MLM va alla grande. Mistero…(e comunque anche abitasse in Afghanistan dove il MLM credo non sia praticato granche’ – ancorche’ NON proibito in senso stretto, credo – nun me ne puo’ frega’ de meno!)

      • Riccardo

        Ciao Giuseppe ….bravo sono d’accordo con te…sono tutti pecoroni…vogliono tutti il posto fisso, quando adesso il posto fisso non c’è più!!!! E..vogliono guadagnare subito!!! :) ;) ….beati loro!!! Poveri illusi!!!

    • Anonimo

      Angy, se chiedi ”cosa ne pensa” ad una persona che non prende un euro da quel network, sicuramente ti dirà che non sono metodi validi. Mi sembra ovvio :)
      su internet trovi commenti negativi anche su ferrari, porsche e lamborghini che probabilmente sono tra i marchi preferiti dalla stragrande parte della popolazione.
      consigliare un prodotto è legale, come consigli un buon medico o un buon film al cinema, solo che in questo caso l’azienda te lo riconosce.
      io lavoro per amway ma non sto ad indicarti il mio nome… ma questa azienda non ti riconosce nulla per il reclutamento (che non si chiama così ma si dice sponsorizzazione) e se la persona sotto di te lavora meglio di te, guadagna più di te, è meritocratica.
      esiste da più di 50 anni (per l’esattezza dal 1959) e fattura più di 10 miliardi di euro. Se fosse davvero illegale a mio avviso sarebbe morta prima.
      buona fortuna :)

  17. Salvatore

    Chi vi scrive è una persona che ha cominciato a sentire parlare di “Multilevel Marketing” già nel 1992… da allora ho collaborato con diverse aziende che utilizzano questo sistema da voi tanto criticato… in realtà è un sistema commerciale perfettamente legale (non parlo di sistema piramidale, quello sì, vietato) e che in America viene utilizzato da una buona percentuale di aziende. Attualmente collaboro con un’azienda che utilizza questo sistema (lo faccio come secondo lavoro) e, grazie al multilivello, riesco a pagarmi la rata del mutuo (800€) ogni mese lavorando circa 4-6 ore a settimana… E nessun incontro da “mangiacervelli”….se poi voi dite che non funziona… evidentemente non l’avete MAI fatto… e comunque MAI nella maniera corretta (colpa magari della persona che vi ha inserito nel network e poi non vi ha seguito…)

    • elena

      guarda caso ne parlano bene sempre e solo le persone che ci stanno dentro! ma dite quello che volete …. ma è così bello ragionare con la propia testa!

      • claudia

        forse perchè le persone che ci lavorano dentro hanno un pochino piu’ di conoscenza di quello di cui parlano di chi è stato ad un incontro di 45 minuti e non ha neanche dato un occhiata al sito ufficiale…

      • TOMMY

        Ciao Elena ma se uno lavora per un azienda classica, mettiamo Telecom Itlia Spa, e vine pagato mensilmente per le sue 40 ore, secondo te pRl male della sua azienda? E se uno lavora x AMWAY od altro multilevel e viene pagato mensilmente, e regolarmente, ne parla male ?
        Quelle che ne parlano male sono le persone che sono state licenziate o quelle che non ce l’hanno fatta a crearsi la propria attività.
        Magari sono anche invidiosi dei propri ex colleghi che lavorano e guadagnano bene.

      • Anonimo

        Quanto mi diverto a leggere i commenti di persone che sono state o non hanno neanche testato il m.l.m… Io sono un imprenditore indipendente nel network marketing da circa 8 mesi ,con una ditta veramente leader negli integratori alimentari in gel. Una azienda seria, dove nessuno mi ha mai detto dei guadagni facili… Secondo voi se fosse stato così ,che società o azienda fosse stata?comunque ,prima di scrivere tante cavolate,su questo “nobile” lavoro, informatevi, leggete le leggi e soprattutto ragionate con la vostra testa, come ho fatto io…

    • federico

      ciao salvatore, mi presento mi chiamo federico e ho 18 anni e son da 8 mesi che ho intrapreso la strada del network marketing. ammetto che ho riscontrato un pò di problemi nel parlare di network marketing a tante persone, la maggiorparte erano come queste, scettiche e pronti a giudicare qualsiasi cosa che sia al di fuori del lavoro tradizionale. è inutile provare a far cambiare idea a certe persone, anche se ammetto che l’gnoranza di queste persone è al di fuori di ogni limite…. non capiranno mai cosa vuoldire sponsorizzare qualcuno e creare un pò di ricchezza, hanno troppa paura quando si parla di soldi… inutile tentare, rinuncia!! qualsiasi marketing fai, ti auguro un buon lavoro!!! saluti dal veneto!! =)

      • Anonimo

        elena guarda caso ne parlano male solo quelli come te che dal network marketing non hanno guadagnato neanche un euro… :D
        cmq proverò a farti contenta, io sono nel network marketing ma sai cosa ti dico…. non farlo, fa schifo, pieno di persone ambiziose, ppffff fai attenzione… ahahahahahahaha

  18. Salvatore

    Dimenticavo… Okkio a scrivere frasi come quella sopra… “qualsiasi ditta che utilizzi questi sistema di vendita-marketing sono altamente inaffidabili e portano spiacevoli conseguenze.” perchè si rischia di essere chiamati a dare spiegazioni davanti a qualche giudice… e di solito le aziende sono multinazionali.. che non si lasciano “sputtanare” (passatemi il termine) dal primo blog che passa… (con tutto il rispetto). Generalizzare è SEMPRE sbagliato. Ci sono aziende serie ed altre meno serie.

  19. Con tutto il rispetto, non credo che queste grandi e potenti multinazionali vengano proprio qui a vedere se c’è qualcuno che le sputtana, proprio perché sono il primo blog che passa…
    Allora Berlusconi dovrebbe querelare mezza blogosfera, per non parlare di chi si azzardasse a dare un parere su un qualsiasi prodotto di qualsiasi multinazionale… Non sta né in cielo né in terra.

    Parlando di te piuttosto, ti andrebbe di raccontare in modo più ampio la tua esperienza, in modo da farci ricredere?

    • Giuseppe

      Se ci fai caso anche tu fai Network marketing tutti i giorni e a gratis, sicuramente consiglierai una pizzeria, un bar un negozio ecc ecc ad altre persone che a loro volta si sono trovate bene e ringraziato per il consiglio e lo avranno detto ad altri amici. Morale della favola i punti commerciali si sono arricchiti e tu non hai guadagnato niente, perchè allora non consigliare la propria azienda ed essere pagati ?

      • Riccardo

        Bella Giuseppe, hai detto bene…complimenti..non capiscono una mazza, anch’io faccio multilevel…alla faccia di tutti gli invidiosi !!!

  20. networker 100%

    CIAO CARI SIGNORI CHE SCRIVETE ENORMI CAZZATE IN QUESTI BLOG PER VOSTRO AVVISO SONO UNO KE VIENE DALLA FAME,E CHE GRAZIE AL MLM è RIUSCITO A CREARSI DA SOLO,SENZA TRUFFARE NESSUNO ANZI MA VENENDO RINGRAZIATO NON DICO PER QUALE AZIENDA LAVORO.MA TORNANDO AD HERBALIFE PRIMA DI DIRE CAZZATE INFORMATEVI SULLE AZINEDE E SUL MLM UN SISTEMA CHE HA IL CONSENSO DELLA LEGGE ITALIANA..E CHE TI RENDE LIBERO DAL MERDOSO POSTO FISSO DI 1000 EURO CHE IL NOSTRO STATO IMPONE..QUINDI PER CORTESIA SIG,COME TI CHIAMI TU NON DIRE TROPPE STRONZATE, E INFORMATI PRIMA E CMQ HERBALIFE A ME PERSONALMENTE ANCHE SE NON CI LAVORO MI HA AIUTATO A RISOLVERE PROBLEMI DI SALUTE..CMQ SI VEDE CHE LEI è UNO DI QUELLI CHE NON è RIUSCITO IN UN MLM ED ORA CRITICA TIPICO DELLA GENTE COSI’….BUON LAVORO.A DIMENTICAVO IL MLM è STUDIATO ALLA BOCCONI..UNIVERSITA’ BUONA GIORNATA.

    • J&J

      Questo è un tipico caso terminale da MLM,guardate come il cerebroleso motiva le sue scelte:
      1)Non dice quanto prende
      2)”herbalife mi ha aiutato a risolvere problemi di salute”,puttanat3 probabilmente non avevi nessun problema alla salute.
      3)Se è studiato alla bocconi come mai dicono tutti che SONO DEI MERD0SI SITEMI PIRAMIDALI?
      4)La semplice analisi matematica dimostra che non è possibile guadagnare,forse per 2 settimane.

      E’ roba vecchia gente non fatevi prendere per il culo…

      • Maurizio

        Sono un distributore MLM da tre anni,dopo aver passato il naturale scetticismo, ho pensato a come questa attività,assolutamente legale e meritocratica, potesse darmi quello che il mondo del lavoro dopo 30 anni di lavoro non solo non mi ha dato ma mi ha messo in mezzo alla strada. Se hai voglia di lavorare e costruirti qualcosa di tuo il network marketing è il business perfetto,non devi investire dei capitali come in qualsiasi altra attività e puoi fare qualcosa di veramente grande,naturalmente non è per tutti come qualsiasi altro lavoro.Fatevi un favore,INFORMATEVI o CHIEDETE INFORMAZIONI da chi se ne intende,invece di insultare o criticare semplicemente senza sapere di cosa parlate,state parlando a vanvera e vi dimostrate oltre che ignoranti anche dei maleducati,è anche vero che da buoni Italiani siamo tutti allenatori della nazionale,economisti o abbiamo tutti in mano la soluzione alla crisi,e guardà un po come siamo messi…per chi vuole:mandami la tua mail,te la mando io la relazione della Bocconi o dell’Università di economia di Torino
        Saluti e buone cose a tutti
        Maurizio

    • elena

      che cavolo centra!… ma … neanche ti risp

  21. 1) Per dare un’idea di quanto puntino sul prodotto Herbalife: un mio coinquilino andò al colloquio per Herbalife. Per tutto il tempo gli parlarono solo dell’opportunità di coinvolgere gli amici, non gli fecero nemmeno vedere il prodotto. Ogni volta che lui chiedeva “Sì, ma qual è il prodotto?”, quello di Herbalife diceva “Questo non è importante… bla bla bla”
    2) Forse all’università il MLM si studia nel corso “strategie da evitare”.

  22. ocea

    Bene, ho letto con molta attenzione i commenti che avete ricevuto e le vostre risposte su uesto argomento. Sono una grafica dipendente di un’azienda cooperativa di distrbuzione alimentare. Non ho mai svolto questi lavori di cui parlate e non ho “bisogno” di farlo, ma il vostro modo di affrontare temi come quello del lavoro di qualunque natura sia, mi sembra molto qualunquista. Se davvero volete aiutare le persone che hanno bisogno di lavorare, cercate di capire bene ogni tipo di azienda di cui parlate senza nessun tipo di pregiudizio, ma fornite dati certi, in modo professionale, così che le persone possano crearsi un opionione e decidere per la propria vita lavorativa. Altrimenti scrivere voi stessi spazzatura.
    P.S. A colui che ha scritto che spacciava droga ecc. ecc. mi aspettavo una risposta più etica! Se questo è il vostro passaporto, allora tutto il resto…poveri noi!!

  23. ALTER

    MA E’ EVIDENTE CHE CHI NON CONOSCE NON PUO’ NEPPURE CAPIRE.
    PERCHE’ INVECE DI PARLARE E FARE LA PERSONA CHE SA TUTTO. PERCHE’ NON VAI A CAPIRE COSA VUOL DIRE MLM ? FORSE NON RIESCI NEANCHE A CAPIRE CHE LA VERA PIRAMIDE E’ DOVE LAVORI OGGI CHE MAI E POI MAI POTRAI DIVENTARE DIRETTORE GENERALE CIOE’ LA PERSONA CHE PRENDE TUTTE LE DECISIONI E CHE DOMANI PUO’ LASCIARTI A CASA IN TRE MINUTI . SONO NEL MLM DA 7 ANNI E HO COSTRUITO UN GUADAGNO CHE AUMENTA IN MODO PROGRESSIVO E HO INIZIATO QUESTA AVVENTURA A 50 ANNI. HO AIUTATO ALTRE 14 PERSONE A RAGGIUNGERE GUADAGNI UTILI A VIVERE E CHE NESSUNO MAI POTRA’ LICENZIARE. PENSACI E SMETTILA DI FARE TERRORISMO CHE NON PORTA DA NESSUNA PARTE.

    • J&J

      Ecco un altro decerebrato:
      La scrittura in maiuscolo determina il suo stato emotivo : FUSO.
      Sei nel piramidale da 7 anni e l’unica cosa che hai ottenuto è farti prendere per il culo quando scrivi in maiuscolo.
      (i miei toni sono forti ma non fraintendete non è volgarità ma pathos)

      • claudia

        grande pathos..sai solo offendere !!!!dai scrivi pure “ecco un’altra decerebrata” cosi’ ti senti un gran figo, intelligente e superiore a tutti noi poveretti col cervello lavato!

  24. Non capisco perché i difensori dell’MLM abbiano questo irresistibile impulso di scrivere tutto in maiuscolo

  25. josto

    secondo me xkè son la stessa persona o un gruppo di super-visori :-)
    cmq io ho avuto una brutta esperienza con una consociata della h3g(cellulari 3) e era la stessa cosa…
    dovevi solo portare clienti e raggiungere un tot di vendite al mese altrimenti finivi…
    era + facile piazzare un prodotto come i cellulari e appena si arrivava a un tot di vendite si andava in una stanzetta a cantare e poi ti facevano suonare la campanella del successo e tutti a osannarti…e poi alle spalle certe frecciate :-)
    ahahhahaah…dai…alla fine è un esperienza da fare…
    ma x capire la merda che c’è in giro :-)

  26. missy

    ringrazio per l’articolo :) mi è stato di grande utilità e provvederò a spargere queste informazioni, poichè recentemente, alcuni supervisori dell’Agel, hanno tentato di attirarmi in questo sistema parassitario..

  27. Pagno

    In nome di ex coo-redattore di Oya chiudo la discussione in sintesi:

    L’ informazione non filtrata oggi va portata avanti ogni giorno, ed è un dovere di ognuno poter mettere le proprie conoscenze a disposizione di altri, puoi trovare lo scettico che va avanti per la sua strada e poi ci picchia la testa, e trovare chi ti ascolta, in ogni caso, tralasciando il fatto che ormai oggi i coglioni che si fanno fregare da queste sedicendi “aziende dei soldi facili” sono meno rispetto ad anni fa, va detta una cosa molto importante:

    IL MOVIMENTO INIZIA DAL BASSO

    Super pagni

  28. MEMORIAN

    Buonasera… sono un ragazzo qualsiasi che si informa prima di parlare a vanvera. Dunque il MLM come lo conoscono i signori che hanno postato prima di me è VERAMENTE una truffa bella è buona.
    Ma è anche vero che loro conoscono solo una parte delle aziende che usa questo canale per vendere i propri prodotti. Il mondo della vendita diretta (intendo tutto quello che sta dentro al grande insieme delle aziende che vendono nei modi non convenzionali, cioè non nei negozi!) è costituito da moltissime aziende e la maggiorparte di loro usano il MLM per operare nel territorio. Secondo voi, sono tutte aziende che truffano le persone?
    Vi rispondo io: LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DI QUESTE AZIENDE NON TRUFFA LA GENTE IN NESSUN MODO!
    Anzi molte di loro sono associate ad Avedisco ( esempio Amway ed Herbalife), che è un ente che tutela il cliente finale. Quindi i prodotti non sono affatto una truffa…
    Per quanto riguarda i venditori: Secondo voi raggirano sul serio le persone?
    Vi rispondo sempre io: ESSENDO UNA REALE OPPORTUNITA’ DI GUADAGNO INDIPENDENTE E CHE NON SI VIENE ASSUNTI DALL’AZIENDA MA SI COLLABORA CON LORO,
    DIPENDE DA CHI INCONTRI!
    Se chi ti inserisce è solo uno che intende far soldi facili credendo di utilizzar il MLM come se fosse una piramide, allora siete capitati male. Se invece trovi quello che la pensa diversamente e ti aiuta in ogni modo possibile, allora per te il MLM può solo dare delle belle soddisfazioni.
    Ci sarebbero tantissime cose da dire sul MLM, ma siccome non voglio monopolizzare il blog mi fermo qui. Solo un’ultima cosa: CHI NON RIESCE A FARCELA IN UN SISTEMA SANO DI MLM, NON DEVE INCOLPARE NESSUNO APARTE SE STESSO, PERCHE’ E’ VERO CHE NESSUNO TI OBBLIGA A LAVORARE MA E’ ANCHE VERO CHE QUESTO PUO’ ANCHE ESSERE LA ROVINA DELLA TUA MICROIMPRESA COME UN’ARMA A DOPPIO TAGLIO.

    • J&J

      Ottimo,sei partito bene poi sei finito in maiuscolo come i tuoi colleghi….

      “Ci sarebbero tantissime cose da dire sul MLM, ma siccome non voglio monopolizzare il blog mi fermo qui”

      Ma dai diccele siamo ansiosi….
      Ah non le dici perché forse… non ce ne sono?

      • Ma3x

        Scusa, J&J, ma hai un repulso naturale verso chi scrive in maiuscolo? Quello che ha scritto Memorian è uno dei commenti migliori di questo post e non si merita di essere sminuito così: bisogna infatti stare attenti quando si parla di MLM, perchè può sembrare una piramide, ma per alcune aziende non lo è. Il sistema su cui si basa Amway, ad esempio, è studiato alla Bocconi proprio per non incappare in quei meccanismi propri della piramide, ma rendere il tutto basato sulla meritocrazia. Chi viene sponsorizzato dopo, se lavora meglio di chi lo ha sponsorizzato, potrà arrivare a guadagnare molto di più.
        Come ha detto Memorian, poichè l’Amway (o le altre aziende che si basano su un MLM corretto) non fa colloqui o non chiede curriculum a chi entra a far parte dell’attività, è possibile che veniate contattati da persone sbagliate, che non faranno mai strada perchè puntano a fare soldi “facili” cercando esclusivamente di reclutare il maggior numero di persone e rendendo, di fatto, la sua attività una piramide…che però non gli porterà alcun guadagno.
        I principi base di questa attività sono l’aiutare se stessi ad uscire dai quadranti del reddito dove TEMPO = DENARO e ad aiutare gli altri a raggiungere lo stesso obiettivo. Non mi sembra così tanto da condannare, no?
        Poi, almeno per quanto riguarda Amway, i prodotti sono veramente validi: ne uso tantissimi in casa e per la cura personale e alcuni sono sensazionali ed è falso che i prezzi sono più alti della concorrenza al supermercato…anzi, vi faccio un esempio: candeggiante per bucato della SA8 che viene sui €14 circa è analogo all’Omino Bianco (€3), peccato che di Omino Bianco per fare gli stessi lavaggi del SA8 ce ne vogliano 10 = €30,00 di spesa…
        Oltretutto non ci sono obblighi, le spese sono minime: vuoi andare agli incontri? prendere il materiale? per poi accorgerti che l’attività non fa per te? ok…avrai speso qualche centinaia di Euro per aver almeno PROVATO (perdonate il maiuscolo, volevo enfatizzare) un’opportunità. Ad un mio collega l’attività con Amway porta più reddito del suo lavoro attuale (quindi più di €2000/mese nette) e lui non è uno di questi “guru/santoni” che parlano ai seminari e che voi dite siano gli unici beneficiare di questa attività.
        Concludo dicendo che soltanto l’Amway ha quasi 4mln di incaricati nel Mondo e non si può infamare quest’attività per la testimonianza di qualcuno che non si è trovato bene, perchè altrimenti dovreste buttare fango su qualsiasi cosa, anche sul vostro artista preferito, la vostra macchina dei sogni, il vostro locale preferito… Troverete giudizi negativi su tutto, per cui bisogna valutare con molti più elementi, soprattutto su un argomento delicato come il MLM che comprende milioni di persone.

        Un saluto a tutti.

    • Marco

      Molto semplicemente i prodotti Herbalife non fanno assolutamente niente, o meglio, potresti comprarti al supermercato un pasto sostitutivo. Oppure sono un buon placebo (nota bene, massimo rispetto per i placebi, la cui utilita’ scientifica e’ stata dimostrata: se solo potessi DIMENTICARMI che Herbalife e’ un placebo… purtroppo quando lo scopri non funziona piu’…).
      Perche’ essere involti in una azienda di MLM quando puoi diventare piu’ consapevole di quello che mangi? ne avrai molti piu’ vantaggi che cercare la “scorciatoia”, la “pillola magica” di Herbalife.

  29. aboitaly

    Ciao a tutti!
    Ci sono sicuramente molte situazioni diverse in merito al MLM, spesso non sono le Aziende ad essere responsabili, ma persone con un pessimo atteggiamento che tentano, parlando con pochi, di ‘convincerli’ ad aderire sperando così di creare un’organizzazione e guadagnare.
    Purtroppo non è così, il MLM funziona se l’azienda è seria, cioè ha buoni prodotti ed è economicamente sana ed affidabile, se il reddito deriva solo dal commercio è mai dal reclutamento (questo è illegale), se le persone che stanno creando una rete di incaricati hanno il corretto atteggiamento, cioè porgono l’opportunità ma evitano di ‘stressare’ le persone, se oltre a consumare i prodotti li vendono anche, in modo da avere un reddito immediato e non solo dal volume del gruppo.
    Insomma, una buona attività deve essere equilibrata, allora la vostra esperienza sarà positiva, purtroppo spesso le persone non sono affatto equilibrate per cui chi le incontra può avere un’esperienza negativa e finisce per parlarne male.
    Ma se sapete valutare i fatti anziché le opinioni potreste fare molte piacevoli scoperte.
    Personalmente vivo di questa attività da alcuni anni, ed anche se ho fatto diversi errori, posso mese dopo mese contare su quello che ho costruito e sulla possibilità, attraverso il lavoro e l’umiltà ad imparare continuamente, di incrementare la mia attività e quindi il mio reddito.

    • Marco

      Purtroppo, OGNI sistema di MLM funziona soltanto perche’ si “pompano” i distributori. Se prendete aziende come Herbalife, fanno profitti fondamentalmente perche’ forzano i distributori a tenersi in casa giacenze invendute, che l’azienda madre e i reclutatori comunque considerano come vendute, perche’ l’ultimo nodo sborsa sempre cash in anticipo.
      Queste sono pratiche commercialmente disdicevoli e un modo per far rientrare dalla finestra quello che era stato proibito e tenuto fuori dalla porta. Queste aziende eludono i controlli finanziari e un macello di tasse. Infatti le piu’ grandi sono state sgamate da tempo ed hanno continuamente guai fiscali.

      • Ma3x

        Marco, l’Amway nel contratto specifica proprio che l’incaricato “non ha obblighi di acquisto” nè minimi e nè massimi. Questo vuol dire che una volta che hai il codice da incaricato, puoi fare quel che vuoi: acquistare il minimo indispensabile per il tuo ordine o acquistare qualcosa in più da avere a disposizione da far provare a qualche possibile futuro cliente.
        Addirittura è tutto rimborsabile sia per quanto riguarda Amway che Network Twentyone (che è il sistema che sta dietro all’attività Amway): la quota di iscrizione (poche decine di Euro) e il materiale di inizio attività (materiale opzionale e che si può non acquistare se si vuole utilizzare il codice solo per fare ordini personali) possono essere completamente rimborsati entro 90gg dal momento dell’iscrizione, i prodotti sono tutti garantiti al 100%, i biglietti degli eventi sono garantiti al 100% (l’evento non ti è piaciuto? vai alla biglietteria e gli dici che vuoi indietro i soldi). Altra cosa – assurda per un’azienda che vuole “accalappiare” clienti – : al termine di ogni anno fiscale, l’incaricato DEVE confermare il rinnovo della carica, altrimenti si perde il codice…mi sembra che operatori telefonici o altre aziende che vogliono “fregare” i propri clienti si comportino proprio nel modo opposto, o sbaglio?
        Ripeto: informatevi meglio, prima…non fate di ogni erba un fascio perchè il MLM è un argomento enorme.

        Saluti

      • DeltecDPA

        Ma pensa te!!! il marco sottuttoio che dice…Herbalife “forza” i distributori a comprare vagonate di prodotti che poi restano invenduti…e come li forza, sequestrandogli il nonno, telefonate sms email minatorie o cosa?? Se ne sapesse qualcosa dei rapporti tra le aziende MLM e i suoi distributori e le regole/procedure non scriverebbe ste cassate…caso mai qualche distributore potrebbe “forzare” altri a comprare più del necessario, così ha commissioni più alte, se ci riesce ovv…il risultato più frequente sarebbe di sentirsi rispondere “perchè dovrei prendere tutta sta roba che non mi serve?” e quindi nulla di fatto…è così difficile? Ma che sia l’AZIENDA a forzare qualcuno… mega cassate. Come si può vedere, il marco ne sa di MLM come il suo trisnonno di quantistica semifrattale statica (che infatti la conosce solo il ministro Zuril di Vega…!!!)

  30. pippo

    E’ un estremo piacere incontrare blog come questi,fatti di commenti intelligenti e sopratutto professionali.
    Ci sono dei profondi conoscitori dei sistemi “piramidali”,persone pronte a aiutarti a capire veramente come funziona.
    Io ho provato anche ad andare sul sito della “Bocconi” mi sembra si chiami così l’Università di Milano dove parlavano del Network Marketing come forma d’impresa , ma devo dire che i commenti di quel professionista che vendeva droga sono veramente molto più entusiasmanti.
    Grazie per le vostre informazioni,aiutate veramente tanta gente a prendere decisioni importanti per la loro vita.
    Avete solo bisogno di aiuto,forse proprio a Voi occorrerebbe investire tempo e cooscenza in questo meraviglioso mondo imprenditoriale.
    Purtroppo,senza neanche rendervene conto state facendo un cattivo servizio all’umanità intera,perchè purtroppo è indole umana ascoltare la voce di altre persone senza chiederne la fonte,e Voi,scusatemi,siete la fonte meno attendibile che esista.
    Grazie comunque per avermi ospitato!!

    • J&J

      Se la gente si impegnasse veramente,documentandosi, il MLM non esisterebbe.

      • Marco

        E se soprattutto capisse che certi post sono ironici… ma qualcuno proprio non ci arriva.

      • federico

        dubito che tu sappia cosa sia il MLM…

      • Rosario

        J&J chissà perché chi spara a raffica con critiche infondate, non si firma mai…
        La tua è una classica conclusione di chi non ha, per scelta o capacità, raggiunto degli obbiettivi concreti in qualsivoglia attività, Le tue conclusioni sono frutto di dati infondati e comunemente espressi da chi non possiede una determinata apertura mentale indispensabile per questo tipo di attività.Non starò qui a dire i vantaggi di un attività fondata su un sistema collaudato da tantissimi anni e che ha donato milioni di dollari in donazioni. Ha dato la possibilità ha persone di avere una qualità di vita che nessuna altra azienda al mondo attualmente è in grado di proporre. Oltretutto è un attività basate sull’autostima e sulla fiducia, sulla collaborazione, sull’etica cosa che purtroppo in Italia non sappiamo neanche cosa significhi…La meritocrazia! Chi critica è per trovare una scusante al proprio fallimento, che ha paura dei giudizi, che ha paura di vivere una vita fatta di soddisfazioni e certezze. Ma tu che lavoro fai???

  31. Eliezell

    Ho letto attentamente i post e sono tra le persone che criticano quelli che vogliono solo arricchirsi alle spese di altri, ma secondo me in questi periodi di crisi economica dare delle indicazioni negative su un modo di lavorare solo per questo, è veramente disarmante e oltremodo demoralizzante.
    Io ho lavorato la primavera e l’estate scorsa per una nota azienda di macchine e cialde di caffè, ebbene nonostante sia sul mercato da decenni… ho trovato le solite iene… e qui non c’entrava il MLM ma il fatto che se tu ti danni a trovare clienti loro velocemente, mentre tu fai un’altro lavoro… visto che le promesse sono sfumate( tot al mese non raggiunto), per cui mancava il guadagno mensile adeguato per vivere. Loro te li portano via e così senza aver fatto nulla per cercarli le iene se li godranno finanziariamente ………… a vita.
    Nel frattempo ti resta da pagare il resto… che poi hai usato per trovare i clienti…. e lo smacco che avendo lavorato seriamente ti cercano e vogliono che tu gli fornisca i prodotti………… bilancio??? in perdita netta…

    Insomma …. sono le persone che sono importanti … le aziende lo vedi se agiscono malamente… ma le persone le conosci per “strada”, quindi per esperienza sto attenta ora ad alcune cose:

    . se non vogliono lavorare dove abitano
    . se fissando un app. vogliono prima sapere chi è e dove abita
    . se non sanno vendere… come avrebbero fatto ad arrivare se no…
    . se sono circospette e ti danno una brutta sensazione
    . se ti imbottiscono di informazioni a casa tua ma sul campo non ti fanno vedere nulla, cioè non vendono.

    a voi altre caratteristiche… ora non me ne vengono…

    ciao…

  32. Un ringraziamento a J&J per le sue puntuali annotazioni

  33. Sono nel MLM da un pò, non ho guadagni anzi spendo soldi per prodotti che MI PIACCIONO e che uso quotidianamente in quanto ne sono soddisfatto!
    Se il prodotto proposto da una azienda MLM (nel mio caso Agel) lo trovo utile, che mi importa se è venduto in farmacia, al supermercato o se me lo consegna il corriere UPS?? Lo compro comunque, è questa la base di qualunque marketing, il consumo di prodotti!! Il MLM poi dà questa reale opportunità di guadagno facendo conoscere il prodotto ad altre persone che poi lo valutano autonomamente e potrebbero (ripeto : potrebbero, nessuno è obbligato!) usarlo a loro volta, il suo più grave difetto è appunto quello di essere visto come una macchina da soldi, e questo può mandare in secondo piano il prodotto anche se ottimo ! Questo dipende dagli affiliati/consumatori come espongono la cosa, NON da Agel, da Amway o qualunque altra impresa MLM! Saluti.

    • Marco

      Ti importa da dove viene il prodotto, perche’ se viene “venduto” da persone che non hanno la partita IVA, quasi certamente si e’ consumato un illecito fiscale, senza parlare del fatto che se esce da una farmacia o da un supermercato qualche certezza in piu’ se non altro della non tossicita’ del prodotto ce l’hai…
      E’ bello vedere come certa gente ami farsi prendere in giro. Sara’ per questo che l’Italia e’ piena di sostenitori di B.

      • DeltecDPA

        Quale presa in giro? Primo, il prodotto non me lo vende nessuno, me lo ordino sul mio account, è proibito? Secondo, lo uso da due anni e segni di tossicità nisba, credi che una azienda, MLM o meno, non controlli a fondo un suo prodotto prima di renderlo disponibile? E Agel i suoi prodotti li ha testati bene bene, vedasi certificati Kosher & Halal.
        E terzo, non ci faccio business…mi piacciono i prodotti e li consumo solo, proibito anche questo? Quindi le menate fiscali non mi riguardano più di tanto, e comunque Agel Italia + incaricati sono in regola col fisco (vedi regole/procedure, se poi un incaricato non le segue, cavoli suoi)
        Quindi, nessuna presa in giro…non è bello vedere tizio che dice a caio “ti fai prendere in giro” perchè quest’ultimo usa e apprezza prodotti distribuiti con un sistema (MLM) che a tizio non piace, poi si tira in ballo B…bah.
        Il consumo dei prodotti…non credo proprio di essere l’unico a CONSUMARLI, non ti pare che sia questa la base di ogni marketing, MLM o meno? Se poi uno si butta nel MLM pensando ai soldi e non a CONSUMARE e apprezzare il prodotto è moolto probabile che ne uscirà deluso, ma Agel & co. non c’entrano nulla con ciò…essi offrono prima di tutto un prodotto: non ti interessa, costa troppo? Amici come prima. Ti piace? Benvenuto. Lo fai conoscere e APPREZZARE/CONSUMARE ad altre persone? Wow, ti pago pure. Per me questo è il MLM.

      • DeltecDPA

        Mah, stavo ripassando il forum…certo è che sto marco ne dice di cassate!
        Che ha scritto? “QUASI certamente si è consumato un illecito fiscale…” Che vuol dire QUASI?? O lo è, o non lo è, mica “quasi”…scrive senza sapere di preciso che cosa…quasi…mi sembra…può darsi…
        Certezze di non tossicità: e già, le aziende MLM fanno profitto vendendo prodotti tossici che ovviamente tutti CONTINUANO ad usare…ahahah.
        Agel è da 6 anni che avvelena la gente e nessuno li ferma…ahahahahah.
        HL da 30 e più…ahahahahahahahahahahahahah.
        A-way da 60…mppffahhahahhuahahaahhauuuauauhahahaahhuahahah.
        (sono tutte made in USA…alla FDA sono tutti rimbambiti per caso? Non credo proprio)
        Se leggete i suoi post si può notare tra l’altro come cerchi di autoaffermarsi denigrando chi non la pensa come lui…(non ci arrivate…E’ bello vedere come certa gente ami farsi prendere in giro…Le vostre prose sgrammaticate ed ignoranti…CRACK E PEDO-PORNO 30 agosto 2011 ecc.ecc.ecc.) insomma se non sei d’accordo con lui sei un cretino…wow che obiettività. In passato deve aver fatto lui MLM credendo di diventar ricco senza fare un casso, e dato che – ovviamente – la cosa non si è avverata ora sputa veleno e cassate a gogò su questo marketing del quale è ignorante forte (nel senso che ignora, non è una offesa ndr)

  34. Lara

    guarda marco che le aziende che ultilizzano il network marketing (Multilevel) come la Agel o la Herbalife sono inquadrate fiscalmente nel
    territorio italiano, quindi con partita Iva e tutto…. informati prima di dire una cosa….

    • Marco

      La Agel e la Hebalife sì – i suoi rivenditori un po’ meno. Lara, informati un po’ tu, hai Internet? Herbalife sta ancora contrattando – da svariati anni – sull’entità delle multe da pagare al fisco americano – perché là non scherzano, non a caso Al Capone è stato incastrato così. In Italia invece la Finanza è una burletta purtroppo.

      • Ma3x

        Gli incaricati Agel o Hebalife non lo so, ma per quanto riguarda gli incaricati Amway, dopo una certa soglia (legale) va aperta regolare P.IVA con dichiarazione dei redditi sul proprio fatturato tramite l’attività Amway…
        Per l’ennesima volta un tuo commento (in questo caso “perche’ se viene “venduto” da persone che non hanno la partita IVA, quasi certamente si e’ consumato un illecito fiscale”) viene smentito a causa di mala-informazione.
        Mi devo ripetere: non generalizzate sul MLM…sarebbe come generalizzare sul lavoro da dipendente: uno si trova male in un’azienda con un capo schiavista e si fa un blog sul fatto che il lavoro da dipendente è sfruttamento e schiavismo… A volte ci si avvicina molto, è vero, ma non si può generalizzare così perchè vedreste tantissimi commenti di chi lavora da dipendente in aziende serie e vi porterà la loro testimonianza di un lavoro soddisfacente.

      • Marco

        “Aziende serie”, stra-LOL.

        Cercarsi un lavoro vero, piuttosto?

      • DeltecDPA

        Quando Ma3x parla di “aziende serie” lo fa nei confronti di quelle tradizionali, non MLM. E se il marcoermin legge roma per toma dicendo “aziende serie”,stra-LOL… non è colpa di nessuno.

  35. sapio

    Volete sapere l’ultima sul MLM?
    si chiama ACN

    http://www.acneuro.com/IT/

    ciau

  36. Anonimo

    “Aziende serie”, stra-LOL.

    Cercarsi un lavoro vero, piuttosto?

  37. NMI

    per i saputelli poco saputelli : Fino a 5mila eurini anno, la P.Iva non occorre e a livello fiscale si chiama ritenuta secca alla fonte…….(questo è valido per qualsiasi lavoro MLM o altro…informarsi prima prego) la tassazione è del 23% sul 78% del fatturato – imps: un terzo viene detratto dal guadagno personale e il restante lo paga l’azienda con la quale si collabora (vedi normativa) – a noi arriva direttamente il guadagno netto con tutte le detrazioni già eseguite dall’azienda….. – superata la soglia dei 5mila eurini è obbligatorio per legge avere P.Iva altrimenti l’azienda NON erogare provvigioni – nel caso del superamento dei 5mila eurini : fino a 5mila

    tassazione 23% sul 78% l’eccedenza viene calcolata la normale tassazione come agente o libero professionista a seconda di come si vuole essere classificati . Così operano tutte le aziende di network in italia e perfettamente regolari con la vigente legge. Con tutte le sciocchezze che dite , almeno informatevi prima.
    Per quasi tutte le aziende di network ,nel regolamento è ben specificato il divieto di fare magazzino (si rischia anche l’espulsione dall’attività) e o indurre altri a fare spese superflue prima di aver acquisito clienti . Per quanto riguarda i corsi aziendali , sono completamente gratuiti . Parlo di corsi aziendali e non di corsi organizzati da incaricati. Secondo me fareste meglio e oterreste maggiori risultati cercando di guardare il vostro di lavoro, e migliorare in esso senza criticare chi ha deciso di fare altro , spece se poi facendo altro (per esempio network), ottiene buoni risultati.

    • Il fatto che non occorra una partita IVA, non significa che si possano non pagare le tasse. Anzi, il sistema migliore per evaderle è proprio quello di ripartire le vendite in diversi, piccoli, irrintracciabili venditori che non sono tenuti a fare alcuna dichiarazione. Quale migliore metodo per nascondere il vero volume di affari?
      La bugia del “divieto di fare magazzino” è dimostrata da tutta la spazzatura che la gente tenta di rifilare via Ebay.
      “Società di network”, LOL. Andate a lavorare, piuttosto.

  38. NMI

    P.Iva : 1) per legge e per qualunque lavoro se non superi i 5mila euro non serve fare dichiarazione…le leggi non le ho fatte io…..e poi le tasse maggiori sarebbe bene che le pagassero i ricconi e non chi incassa 5mila euro anno netti…..(altro discorso non usciamo dal tema) .

    2) nel caso di network marketing, NON puoi evadere inquanto si paga il prodotto a prezzo pieno e ti viene riconosciuta la provvigione a fine mese, e le tasse te le versa l’azienda direttamente, pertanto quando ti arrivano le provvigioni sono già tassate alla fonte ( si chiama infatti ritenuta secca alla fonte – temine tecnico), a te ti arrivano le prov. nette… fino a 5mila eurini si paga il 23% sul 78% del fatturato…
    rileggiti meglio il post perché mi sa che non ai capito….
    per quanto riguarda l’Imps : un terzo lo pagha l’incaricato e il resto lo paga l’azienda…
    ripeto il tutto ti viene già trattenuto in automatico e versa direttamente dall’azienda… e sulla fattura
    è tutto ben evidenziato voce per voce…INFORMATI prima…… e se vuoi fissiamo un appuntamento cosi invece di scarabocchiare sul blog cose a casaccio te le mostro…. a buon intenditor…..
    ci vogliono fatti e non panzanate…..
    rileggiti il post precedente perché lo avevo già spiegato…..
    superata la sogli si ha l’obbligo di apre partita IVA, altrimenti l’azienda non ti permette di lavorare e non ti paga le provvigioni… quindi i furbetti con noi vanno a sbadilare in fretta e durano poco… cose già dette….

    3) Ebay : riguardo questo discorso chi trova prodotti di varie aziende di network su Ebay, se vuole lo può segnalare all’azienda , inquanto TUTTE le aziende di network VIETANO di vendere su Ebay.
    Il rischio per l’incaricato è di perdere il codice nel caso fosse recidivo….
    è vietato perché tali aziende anno un prezzo imposto , io stesso quando me ne accorgo faccio segnalazione.
    Siamo al corrente dei vari prodotti venduti tramite codesto canale, e quando ce ne accorgiamo si stanga….
    se non credi prova… i fatti sono meglio che scarabocchiare sul blog….
    Se poi ci sono i furbetti ( io li definisco pirlotti – per non dire altro… ), si sa i “ presunti furbi “ esistono da ogni parte e credimi anche nel tuo settore….o lavoro che sia…. ma non per questo si denigra la tua azienda
    per la quale lavori o si dengra il settore dove lavori….. un poco di buon senso no?

    4) Andate a lavorare : personalmente sono già ben occupato… faccio un lavoro che mi piace, mi diverte,
    mi permette di soddisfare a pieno tutte le mie esigenze, ci mantengo famiglia… in oltre ho la possibilità di lavorare in qualunque posto mi trovo , lavoro con chi mi aggrada maggiormente e quando/quanto desidero.. quindi personalmente sono molto ma molto soddisfatto così come lo sono tanti che collaborano col sottoscritto.
    Info: durante la cosidetta crisi…. mentre cresce la disoccupazione… e certi industriali /aziende varie licenziano… o chiudo/vanno in altri paesi…. , mentre molti sono costretti a lavorare sottopagati….. senza più le garanzie di prima (i sindacati valgono sempre meno….) , mentre molti a breve si ritrovano in piazza a scioperare…. o lottano per avere 30eurini in più in busta… , mentre molti faticano pagare le bollette…
    col cosidetto lavoro serio (andate a lavorare…), il sottoscritto nel periodo peggiore è cresciuto dell’ 8% col fatturato….. senza risentire nulla e i collaboratori si sono intascati dei bei soldini che anno aggiunto al proprio stipendio….. chi di più chi meno , ma anche se fossero solo 400/500 eurini dedicando 8/10 ore settimana, ti garantisco che non sono micha male per uno che in un mese ne guadagna 900/1200 per 8 ore al giorno….. è poi chiaro che se uno vuole un attività da svolgere a tempo pieno come il sottoscritto… deve dedicare il giusto tempo, ma il rapporto guadagno lavoro è più che ottimo….e anche il rapporto qualità di vita …..
    quindi ricapitolando…Andate a lavorare… si ci vado volentieri ma facendo network marketing…
    poi uno nella vita fa le sue scelte , c’è chi sceglie di arricchire il prossimo… c’è chi sceglie di lavorare come libero professionista e migliorare il suo tenore di vita…
    se poi a qualcuno gli viene in mente di dire che il MLM è una piramide… e gli da fastidio lavorare in una piramide…. allora si dovrebbe licenziare anche dal suo primo impiego, inquanto lavorando come dipendente non solo è in una struttura esclusivamente Piramidale ma è anche sfruttato e sottopagato
    (tutte le aziende tradizionali sono piramidali gerarchicamente…. basta andare a controllare… la loro formazione strutturale… – suggerisco un corso per imprenditori per rendersi conto meglio presso camera di commercio- cosa che il sottoscritto ha già fatto molti anni fa).
    Nella vita o decidi di farti guidare…… o decidi di esseretu l’artefice di ciò che vuoi diventare…
    e chi lavora come dipendente … sta nella prima opzione, qualsiasi lavoro faccia anche se guadagna molto… sempre dipendente è (vivacchia un po meglio ..ma è alle dipendenze di qualcuno) e la stragrande maggioranza dei dipendenti purtroppo è sottopagata .
    Avendo fatto il dipendente pe 20 anni mi sono semplicemente rotto e ho deciso di cambiare strada,
    per fortuna che ho deciso…… ti garantisco che non sono affatto pentito anzi….
    Tanto di cappello al lavoro che facevo, massimo rispetto per carità, ma oggi vivo decisamente meglio e mi gestisco per conto mio e guadagno in base al mio impegno…
    Mi sono impegnato tantissimo per 4anni (ma tanto tanto impegno), poi mi sono licenziato e oggi mi godo la mia attività assieme alla mia famiglia … e scusa se è poco…
    A lavorare? si grazie nel mio settore specialmente…..
    informati è meglio eviti anche eventuali figure…..
    e se vuoi puoi fare anche visure camerali sulle aziende ….
    oppure informarti presso Avedisco….
    ogni persona nella vita decide cosa fare, nel pieno rispetto del prossimo.
    Io ho scelto il network e ne sono felicissimo.

    • Mi sa che non ci arrivi. O ci fai o ci sei.
      Immaginati questo scenario: azienda A: vende 1000 prodotti direttamente, azienda B: paga con ritenuta di acconto 1000 persone che vendono un prodotto.
      Secondo te le tasse pagate allo stato secondo te sono le stesse? MI dispiace ma non ho tempo per i disegnini…
      Ed abbiamo soltanto scalfito la superficie dei problemi, tralasciamo per esempio alcune cosette del tipo:
      1) la stragrande maggioranza di chi fa MLM (in genere oltre il 90%) non si qualifica per alcuna commissione e finisce per avere merce invenduta, tutto ovviamente a profitto del livello superiore. In certi casi la percentuale di quelli che ci hanno rimesso è il 99.7% (fonte: Ryan (Editor), Leo; Wojciech, Gasparski (Editor); Georges, Enderle (Editor) (2000). Business Students Focus on Ethics (Praxiology): The international Annual of Practical Philosophy and Methodology Volume 8. New Jersey: Transaction Publishers. pp. 75. ISBN 0765800373).
      2) Molte di queste società, come Amway o Herbalife, sono state condannate in tribunale per vari capi di accusa tra cui “price fixing” ed esagerazione dei capitali (fonte CNN Money)
      3) In generale avventurarsi in una MLM è saltare dalla padella alla brace se il tuo lavoro non ti piace: la gran parte alimenta una cultura settoriale, acritica verso i proprio prodotti, favorisce atteggiamenti non etici (tipo vendere anche alla propria madre e nonna, non a caso si inizia dai parenti), in generale la parola corretta per descrivere l’atteggiamento verso la propria mamma MLM è “culto” – per questo i loro sostenitori le sostengono tanto caldamente e si perdono in questi posti chilometrici – in genere sono persone che hanno la necessità di credere in qualcosa che non sia sé stessi – quando non si ha fiducia in sé stessi, ci serve una “religione”…

      Auguri a te se ti trovi bene, chissà per quanto?

  39. NMI

    Disegnini : se vai da uno psicologo te li spiega lui…..23% sul 78% del fatturato per TUTTI entro i 5mila euro,
    le regole non le ho stabilite io ….ma cosi funziona INFORMATI.
    Le tasse le paghiamo tutti alla stessa maniera inquanto figuriamo come distributori indipendenti e l’azienda ad ogni singolo manda la fattura tutta ben dettagliata…..(parlo entro i 5mila eurini).
    Superati i 5mila…. diventi agente o libero professionista…. non è di obbligo ma la maggior parte sono iscritti enasarco…….. le tasse le paghi in base al reddito……. rimane sempre il fatto che non fa cumulo con altri redditi (piccolo vantaggio fiscale) Ripeto informati …… meglio…… ti stai arrampicando sugli specchi.
    Quando vuoi te lo mostro senza problemi…. dal vivo e non a scarabocchi…
    tu chiaccheri e sparli troppo di cose che non conosci.
    Quando vuoi …….. problemi Zero .

    Merce invenduta : Mi sa che sei tu a fare finta …….di non capire… si lavora sul venduto…NO magazzino…
    se poi fuori esiste qualche PIRLA che si compra merce extra 1) l’azienda potrebbe chiedere il perché e prendere provvedimenti… cose che succedono, più di quanto immagini….
    2) nel caso poi sia stato indotto (forzato) da qualche coglione a comprare merce extra… ..ecco li son cazzi…
    per il furbetto imbonitore…… Fare i furbi costa caro, anche qui se non credi provaci tu direttamente…….
    cosi impari NON per sentito dire ma in maniera diretta e interessata…. impari anche quanto costa scherzare col fuoco….
    E ripeto per la terza volta…(sarei poi io a non capire…) che nel contratto è molto ben EVIDENZIATO il fatto di NON fare magazzino , nei termini spiegati nei post precedenti…..

    Padelle e braci : le padelle le utilizzo inquanto mi piace cucinare e non poco…… le braci le faccio nel mio camino che ha una bocca di metri 1,60… vengono dei braceri spettacolari e ci quciamo delle porchette che non ai idea……
    e se cadere in quel modo significa poi ritrovarsi con una impresa come la mia bè ti assicuro che non è male…. sono ben felice di essere caduto in quel modo…….
    resta sempre il fatto che le cose si possono sempre mostrare….zero problem…. collaboratori compresi….
    le chiacchere rimangono tali finche uno non mostra poi i fatti concreti…. e nella vita sono i fatti tangibili che contano e non gli scarabocchi provenienti da un blog…

    vendita in famiglia : mhà …. ripeto ogni persona fa quel che vuole ….. ma ti informo che (questo non lo dico solo io) : i parenti e amici sono i primissimi a non comprare nel 90% dei casi…..questo lo si insegna ovunque… esiste una ragione precisa del perché si va prima dai parenti e amici…. ma non è certo per fare delle vendite…….. ma si va per….. e non chiedermi troppo dai………
    noi in famiglia facciamo tutti network , tranne mia nonna che ha smesso da molto tempo e ha trasferito la sua attività a mia madre, inquanto ora è molto anziana… comunque i prodotti li do in modo totalmente gratuito essendo appunto in famiglia….
    bisogna poi sottolineare che se un parente va al supermercato il prodotto lo paga….. pertanto… non dico di darlo gratis ma almeno al prezzo di costo… sarebbe più che giustificato, altrimenti ci si ritrova nel caso tutti i parenti volessero il prodotto (cosa rarissima – percentuale bassissima), a mantenere tutti…. a me non sembra il caso …..specie se poi uno non ha ancora raggiunto determinati guadagni….
    quindi è perfettamente giustificato il fatto di doverli pagare a prezzo di costo .
    Il fatto di fare un determinato mestiere non vuol dire regalare a tutto il parentado……
    è come se un mobiliere regalasse arredamenti a tutti i suoi parenti… costa niente la cosa…ahahahah
    pensa chi vende auto…. pensa a chi ha supermercati se dovesse mantenere tutti i parenti…….
    un conto sono delle agevolazioni sui prezzi e qualche regalo….. un altro conto è tutto gratis sempre……
    non ti pare strana la cosa???? un poco di buon senso no???
    Se poi nel super mercato ci lavora tutta la famiglia compreso qualche parente è ovvio che il prodotto rientra gratis (gratis per modo di dire…), ma in compenso ci lavori…il che è ben diverso …
    Mi sa che a te piace vincere facile….vero?

    Religione : Non sono religioso…. ma proprio per niente …non appartengo a nessuna religione…ovviamente con tutto il rispetto per chi crede .
    Credere in se stessi : io credo tanto nelle mie capacità e più passa il tempo e più si rafforza questa cosa…
    data anche dal fatto di ottenere risultati concreti…..e che risultati… (secondo me sono buoni risultati…)
    quello che a te ancora sfugge è il fatto che io faccio network da 22anni e non da ieri sera…..
    quindi la mia impresa è ormai solida da un pezzo…..ci sono molti incaricati che con me ci collaborano da 8 / 10 / 15 anni…..quindi parlo di cose che io ho vissuto direttamente e che vivo ancora oggi…. e non come tè che sparli di cose passate da altri……
    personalmente col network il sottoscritto
    ci ha comprato casa, ci mantengo figli e moglie con tutto quello che ne consegue, pago regolarmente e in toto le tasse come tutti i cittadini onesti e sfido chiunque a mostrare il contrario .

    Per quanto tempo?? Ancora per molto… e su questo non ci sono dubbi….. e la mia impresa la trasferirò ai miei figli …. (nel momento opportuno ovvio) che già cominciano a muovere i primi passi nel settore con soddisfazione e questi sono fatti Tutti dimostrabili e non pippe sparate a caso in un blog .

    Sui dati di chi ci ha rimesso personalmente ho tutto il contrario e quando vuoi DATI fiscali e prove alla mano ,non ci sono problemi. Spesso invidia e successo da fastidio , specie se pesti i piedi alle cosidette caste, e rifiuti di pagare mazzette, che sono molto usuali nel mercato tradizionale……
    in genere chi ci rimette sono proprio i pistola che invece di seguire le semplicissime regole ……fanno i fenomeni facendo magazzino …, inducendo anche altri a comprare un sacco di roba ecc…… ecc…
    ma questo NON è network marketing ( già ripetuto).
    noi ci basiamo sul nostro reale bisogno mensile nulla di più, dopo avviene la vendita… ma è tutto basato su prodotti precedentemente già ordinati dai clienti…(già detto), pertanto NOI lavoriamo sul VENDUTO…
    non solo ma la merce non la consegnamo neppure, per il semplice fatto che forniamo all’azienda l’indirizzo del cliente che di conseguenza dopo 3 dias riceverà la sua mercie spesso già pagata .
    Quindi tu da quello che dici non hai capito una emerita mazza di come si svolge il lavoro o se percaso ci hai lavorato , hai lavorato mooolto male .

    Sfido chiunque a un incontro e trovare del magazzino prodotti a casa mia o a casa di miei collaboratori…
    Non siamo pazzi…. fare magazzino è da fuori di testa…. inquanto ci pensa già l’azienda a tenerci il magazzino a sue proprie spese senza problemi… e quando abbiamo bisogno spedisce i prodotti in 2/3 gg.
    in qualsiasi parte d’italia e del mondo… e io con una azienda così mi dovrei preoccupare di fare magazzino???? comprare prodotti extra???? ora te lo dico io….ma tu ci sei o ci fai????
    Non è che percaso ti è sfuggito qualcosina? che forse ci sia un modo differente di lavorare – con un poco più di testa??? no è….ti capisco per alcuni è difficile …..

    cause e balle varie : 1) la maggior parte vinte e questo è un fatto , altre perse … ma cosa vuoi mai succede..
    alle persone comuni…. è un poco come quel tizio che sputtanò una azienda da te sopra menzionata , dichiarando robe assurde …. ci scrisse pure un libro…. andò in TV a fare dichiarazioni, ecc….. così per un certo periodo una mandria di caproni lo seguì basandosi solo sulle sue parole…. ebbene è finita che ha dovuto chiedere scusa pubblicamente ritirare il libro ..con tutti i danni a seguire…….
    pertanto queste chiacchere da bar te le lascio tutte… io penso a fare altro di moooolto più interessante e importante…..
    e ripeto sono stra felice di fare il mestiere che faccio il network marketing
    e lo farò per lungo tempo ancora … sempre meglio che ritrovarmi in piazza a sciperare ,
    come a breve faranno molti lavoratori per la questione tasse… ti dice nulla (che per caso ,forse qualcuno ha qualche problemino a pagare…. no è)???
    sentirsi poi anche dire da alcuni sindacati che oggi non è il tempo di scioperare…..
    in parole povere vi stanno dicendo che dovete stare Muti, non rompere le balle, sottomessi, sottopagati,
    di non fare più le feste, obbligo degli straordinari, e chi fiata può essere licenziato….
    e questo sarebbe il lavoro serio che tu intendi?? Io dovrei barattare il mio lavoro con quello appena descritto??? UHé ma tu ci sei o ci fai?? ehehehe.
    Al momento visto che tu stesso critichi chi fa altro ma in cambio NON hai nulla di meglio da offrire ,
    siccome io non sono un caprone che ascolta il primo che passa e lo segue a ruota senza prima verificare personalmente…… Preferisco fare Network e alla grande.
    io almeno qualcosa di meglio e una reale alternativa la offro ed è concreta , dimostrabile ,
    e non è basata sullo sfruttamento ma bensì risalta le capacità individuali premiandole per ogni traguardo raggiunto ….. in parole povere tutto il contrario del lavoro tradizionale , che quando sbagli ti cazziano…
    e quando fai bene nessuno ti dice nulla e nessuno ti paga un qualcosa in più per aver fatto guadagnare maggiormente l’azienda. Da noi se sbagli nessuno ti giudica o ti denigra, ma vi è sempre qualcuno che
    insegna e ti aiuta al raggiungimento del risultato… altra piccola differenza (piccola non tanto).
    A qualcuno capisco…………..da fastidio ….. è meglio criticare piuttosto che fare mea culpa.
    buona manifestazione.

    • La stessa risposta data qua sotto a DeltecDPA – tanto siete probabilmente la stessa persona…
      Ma pensate davvero che qualcuno legga le vostre prose sgrammaticate, ignoranti e parziali?

      • claudia

        non mi sembra Marco che le tue risposte siano utili…sapete solo offendere chi ha un’idea diversa dalla vostra..del resto venire qua a spiegare cos’è il mlm è come andare alla festa dell’unita’ a spiegare la libera impresa!
        è solo che sentire sempre offese quando si lavora eticamente, seriamente e con profitto è irritante..ma pazienza..

      • DeltecDPA

        E già, avendo replicato a tono alle sue sciocchezze marcoermin non ha di meglio da rispondere: le vostre prose sgram, ignor, parz…(tradotto: siete una massa di idioti che non capisce come va il mondo…modesto il tipo)
        Il bello è che l’ha letta pure lui…ahahahahahah.

  40. DeltecDPA

    Risp. a Marco 7 aprile…Quale presa in giro? Primo, il prodotto non me lo vende nessuno, me lo ordino sul mio account, è proibito? Secondo, lo uso da due anni e segni di tossicità nisba, credi che una azienda, MLM o meno, non controlli a fondo un suo prodotto prima di renderlo disponibile? E Agel i suoi prodotti li ha testati bene bene, vedasi certificati Kosher & Halal.
    E terzo, non ci faccio business…mi piacciono i prodotti e li consumo solo, proibito anche questo? Quindi le menate fiscali non mi riguardano più di tanto, e comunque Agel Italia + incaricati sono in regola col fisco (vedi regole/procedure, se poi un incaricato non le segue, cavoli suoi. Se un dipendente viola le regole del suo contratto di lavoro, si può licenziare…in Agel ti revocano il codice, il che è in sostanza talisqualiss)
    Quindi, nessuna presa in giro…non è bello vedere tizio che dice a caio “ti fai prendere in giro” perchè quest’ultimo usa e apprezza (è proibito apprezzare??) prodotti distribuiti con un sistema (MLM) che a tizio non piace, poi si tira in ballo B…bah.

    Mi sa che il Marco non ha proprio compreso la giusta filosofia MLM…ha compreso quella Sbagliata che, bada bene, c’è e qualcuno la adotta (entra e guadagna in un amen…il prodotto? Ma lascia perdere, tira dentro gente, così si fa, poi vedrai che se lo tracanneranno!!)

    Costoro intascheranno qualche euro, ma non tarderanno a farsi una cattiva nomea e oltre a finire col sputtanare l’azienda che rappresentano si sputtaneranno per bene loro stessi…poi Agel qualora venga a conoscenza delle sue modalità lo silurerà.

    Il consumo dei prodotti…non credo proprio di essere l’unico a CONSUMARLI, non ti pare che sia questa la base di ogni marketing, MLM o meno? Se poi uno si butta nel MLM pensando ai soldi e non a CONSUMARE e apprezzare il prodotto è moolto probabile che ne uscirà deluso, ma Agel & co. non c’entrano nulla con ciò…essi offrono prima di tutto un prodotto: non ti interessa, costa troppo? Amici come prima. Ti piace? Benvenuto. Lo fai conoscere e APPREZZARE/CONSUMARE ad altre persone? Wow, ti pago pure. Per me questo è il MLM.

    • Caro DeltecDPA,
      non esiste una filosofia “giusta” ed una “sbagliata”, esiste una etica filosofica, e quella delle MLM è ben chiara, visto che è una pratica ben descritta ovunque, inclusa WikiPedia, e che alcuni stati hanno vietato per legge.
      Se a te sta bene fare MLM, così come ti sta bene spacciare crack, vendere pedo-porno, o qualsiasi altra attività remunerativa ma illegale e/o immorale, non sono certo io a doverti dare lezioni di etica, sei grande e vaccinato. Solo non cercare di vendere fuffa con commenti lunghissimi, scoordinati, illogici. Si sente lo “sgrat” sugli specchi.

      Cordiali saluti.

      • NMI

        1) è già molto che rispondo…….anzi che faccio rispondere……
        2) sei troppo i-gnorante….. per spiegarti altro….
        3) non sai e sopratuto nohai riposte adeguate e concrete,
        solo ciance ….bla bla bla….chiacchere da bar .
        4) cominciamo a stringere un poco invece di blaterare….
        demo pleas……
        5) lo specchio gracchia perchè stai scivvolando…. prova a metterci un poco di roba concreta e di esperienze dirette ,dimostra TU cosa hhai fatto di meglio e soprattutto le tue splendide opportunità per le quali noi dovremmo smettwre il network e seguire la tua strada…. offrimela tu una opportunità concreta migliore,
        vedrai che forse il tuo specchi gracchia meno dopo….. Fatti e non pippette….
        il sottoscritto alla gente dimostra , lavora , e chiacchera poco….
        mentre tu fai tutto il contrario…. chiaccheri molto, sparli di cose che non conosci, ma di mostrare i tuoi di fatti nulla…..(era già scontato comunque)
        6) tu ti basi su qualsiasi diceria prodotta in internet, dove chiunque scrive , giudica,sparla di quello che vuole…… mentre il sottoscritto ha fatto direttamente e può conprovare tutto….picolla dferrenza.
        7) DeltecDPA …. : non siamo la stessa persona…. anche qui sei mooolto sempliciotto e banale……
        Il Deltec lo “conosco” già…..(ho già letto altri post).
        8) io ho risposto a tono alle tue inesattezze, mentre tu nisba……e di concretezza non ne parli…zero totale.

        9) e tu invece? pensi che io e la mia famiglia dovremmo lasciare il network per fare i dipendenti di qualcuno??? Con la situazione poi sopra descritta???????
        Tu stai scherzando….. d’accordo che in questo periodo è stato molto caldo… quindi capisco qualche possibile squilibrio ….. io però faccio il mio dovere standomene comodo comodo senza patire alcun calore……
        e da inizio aprile fino a metà settembre non rimango di certo in città……altra piccola differenza….lavorare dove si desidera , come vedi ogni lavoro ha le sue “pecche”….

        10) mi ripeto : quando vuoi problemi zero…… invece di rimanere ciance cominciamo a mettere del concreto ,che io personalmente preferisco…. ma a quantopare a te piacciono molto le chiacchere…….

        11) vedi certe cavolate si possono forse raccontare a chi esperienza ..zero, ma col sottoscritto non attacca…
        hhai preso maluccio … che vuoi fare succede…

        12) Non si tratta di filosofia …si tratta di lavorare rispettando le semplicissime regole , già descritte e ben chiare nel contratto , perché quello che io e la squadra con la quale si collabora facciamo network come si deve…… e non delle strapellerie strane, magazzino, compere forzate e cavolate varie .
        L’azienda fa già magazzino al nostro posto e senza costi…… dovrei farlo io???
        in due tre gg. ti arriva la merce a casa ….. dovrei consegnarla io????
        Con tutti i clienti che mi ritrovo sparsi in tutta italia e in altri svariati paesi (parlo di clienti e non distributori), io dovrei prendermi la briga di fare magazzino e di dover consegnare i vari prodotti a tutti..???
        Io invece penso che tu non sai quello di cui stai parlando….. forse il caldo o forse il fatto di leggere troppe storie…
        personalmente preferisco il fare e verificare personalmente – al posto di leggere o ascoltare cose riportate da altri …. tutto fumo e niente arrosto…
        Buona manifestazione , io sarò con voi……. moralmente

      • NMI

        Non male il post di fabrizio approvo . Ma ragazzi però , NON dovete leggerci e che ca…volo, le nostre prose non si leggono sennnò il nostro Marco che fà, diamogli un aiutino dai ……..magari a comprendere certi aspetti a lui gnoti .
        Pedo-porno-Krac : ci tengo a precisare, visto che associ a certe porcherie …che a noi sono totalmente sconosciute e ci dissociamo totalmente… prendendone distanza da certi discorsi del tutto fuori luogo e inopportuni, pertanto te ne assumi piena responsabilità, anche nel caso in cui qualcuno si ritenesse offeso ,
        prendendo i dovuti provvedimenti in merito .
        ( oltre ad essere altamente offensivo… farei un poco di attenzione fossi in te)
        Faccio notare che oltre ad essere un maleducato fuori misura, noi non abbiamo MAI offeso e o associato nessuno a certe porcate da te menzionate .
        Noi e il sottoscritto in particolare svolge/mo attività di MLM in perfetta regola e nel pieno rispetto delle leggi italiane, oltre al pieno rispetto di chi per giustissima scelta fa altri mestieri .
        Ci limitiamo (almeno io agisco in tal modo ), semplicemente a fare proposte commerciali ( non è vietato fare proposte in italia e nel mondo), e la persona poi ha piena facolta di acettare o rifiutare, il tutto avviene sempre con rispetto e stima ….
        Quindi certe affermazioni Pedo-porno end company …. te le rispedisco inquanto sono cose che a noi non appartengono, visto che sei tu il primo ad averle citate tienitele .

  41. NMI

    PS: il network non è vietato in nessun paese…
    è solo che in ogni paese ci sono leggi diverse, pertanto si fa sempre network, rispettando le leggi di quel paese……così come si fa network in italia rispettando le leggi italiane…

    quello che è vietato è appunto lo schema Ponzi ponzi po… e piramidine varie… e NON il network marketing che ripeto è cosa assai ben diversa …
    e che TU non conosci per niente.

  42. DeltecDPA

    Karo (con la K) Marco…certo che c’è etica filosofica, o filosofia, o quel che ti pare, giusta e sbagliata nel MLM, come in qualunque altro business, come se le pratiche disoneste non esistono anche nel marketing tradizionale…si tratta di essere onesti o meno, ho scritto che il MLM può anche essere fatto disonestamente, ma così non si va lontano…l’hai letto tutto il post? Mi sa che ne hai saltato parecchio.

    Mi dici quali Stati hanno VIETATO il NM (o MLM) oltre a a Marcolandia?
    Sono curioso!

    Wikipedia descrive le caratteristiche di questo e di quello, mentre sui fatti illustra cos’è accaduto, ma non dà mai giudizi…su B. e Ruby, per es. descrive cosa è successo (o meglio, cosa dicono è successo), ma non dice di certo innocente o colpevole…neppure a processo concluso (si intende giudizio di Wikipedia, ovvio che riporterà il tipo di sentenza finale deciso in merito dai pm)
    Wikipedia non dà mai giudizi propri, su nulla!

    E non “faccio” MLM, ripeto, i post li leggi attraverso occhiali esadimensionali iperellittici semi-quantici guasti?

    Poi, grandioso…crack, pedoporno etc…wow, che paragoni, che obiettività… beh, mi allieta che non sono mai stati distribuiti tramite MLM!!!!

    Mi sembri il tipico che…l’erba dei vicini è morta, solo la mia è bella verde.
    Lo sgrat lo sento sempre leggendo i tuoi post (rumore di unghie su vetro) e talvolta leggendo anche quelli di NMI (anch’io ti conosco già…;), rumore di unghie su cuoio capelluto, capisco le tue perplessità)

    NMI fa NM, il Deltec no e consuma solo, già, siamo la stessa persona, il Marco sentenziò…che intuito! Rassegniamoci NMI, siamo scoordinati, illogici, sgrammaticati, parziali e ignoranti! (e pò amò?!?) Marcothebest docet.

    • “Non rispondere ai troll” è una regola sempre ed universalmente valida, e per me chi non sa nemmeno fare una ricerca su Google o WikiPedia per vedersi da solo dove il MLM sia stato dichiarato illegale per legge, ed i problemi legali e fiscali delle aziende di MLM, secondo me rientra nella definizione di troll.

      Soprattutto visto l’impegno e i copiosi paragrafi spesi a rispondere – senza ovviamente rispondere veramente a niente, visto che chi “risponde” sembra non afferrare i più elementari concetti non dico nemmeno economici e fiscali – stiamo parlando di pura comprensione logica degli argomenti discussi.

      Detto questo, ciascuno è liberissimo di farsi del male come preferisce, e in un paese in bancarotta come l’Italia non mi sorprende che la gente si avvicini al MLM. È un’equazione praticamente comprovata a livello di scienza economica e statistica, più un paese è arretrato e più l’economia tende a gravitare verso il sommerso e il nero.

      Per questo non vivo più in Italia.

      Auguri e buon futuro, questo è il mio ultimo post qua. A buon intenditor, come si sul dire…

      • DeltecDPA

        Seee, per te sono tutti trolls…non sei d’accordo con me? Sei un troll! Bell’escamotage per non rispondere alla domanda “dove è vietato per legge il MLM?!?” Infatti non puoi rispondere…Non scrivi più qua e non stai più in Italy? Va beh, non è una gran perdita…tu invece non conosci l’educazione ed il rispetto: hai accostato a pedofili e spacciatori di droga chi non la pensa come te…vergogna. Goditi pure la tua nuova Perfect Land.

      • DeltecDPA

        “stiamo parlando di pura comprensione logica degli argomenti discussi.”
        Seee, con la logica di marco (rigorosamente in minuscolo) che associa con nonchalance MLM a droga e soprattutto pedofilia…(suo post del 30 agosto 2011) e oltre che non avere educazione e rispetto per chi ha idee diverse manco sa cos’è il MLM. lo si evince dai suoi post…Chi sarà mai il troll??? Ah già, non risponde più…No no, a te non rispondo più!!! A tal punto che scappo dall’Italia! He he he…LOL LOL LOL…

  43. DeltecDPA

    PS Sono sicurissimo che qualcuno legge le nostre prose! (intese di NMI, di Marco, di Deltecdipia e di chi vorrà contribuire) Sennò come fa a definirle illogiche parziali ecc.ecc….o meritevoli di una tesi di laurea??!!??

    • NMI

      E si caro deltecDPA, il sempliciotto dice : ma siete cosi convinti che qualcuno legge le vostre……… mentre è il primo a leggerle..ahahahaha , che genio…

      Deltec siamo due in uno e non lo sapevamo
      tu di giorno ti trasformi nel mirabolante supernetworkmen con tutina bleu e una s al petto……
      poi di sera arriva la seconda anima il delteconsumism-supersonico che per dare forza alla prima personalità,
      si presta a fare il consumatore tracanandosi una miriade di bustine di gel,
      lasciando a bocca asciutta tutti gli incaricati…prosciugando tutti i magazzini.
      Ma quale diavoleria ci avrà mai trasformato in questo essere pazzesco…..
      solo marcojacs e mister heidi ci potrà dare una risposta e salvare dalla nostra condanna… fare come attività il network m.
      Il fanta genio di marcus ci darà una miriade di opportunità mirabolanti…. ne sono certo, visto che critica chi fa altro??????????!!!!!!!???????
      e sicuramente avrà degli sbocchi migliori……sperando però che non siano gli sbocchi del water…..che dici forse si confonde…….???!!!???

      Deltecnetworkmen – due persone in unn corpo solo, fine prima parte.

      A risentirci alla prossima puntata di…… i mirabolanti effetti del gel.
      Buona manifestazione, fantagenius….(più fanta che genius ma va bene ) attento al sole quel giorno…..

      • D’altronde cosa puoi aspettarti da persone con evidenti necessità di compensazione (come definire chi deve scrivere un romanzo su un blog per giustificare le proprie scelte?) e di autoaffermazione (non sono molto resilienti alle critiche, a parte il fatto che non le capiscono proprio…).

        Se qualcuno vuole fare del MLM deve semplicemente informarsi, se sa l’inglese è avvantaggiato perché dappertutto è descritto cosa è già successo all’estero. In Italia ci prendiamo notoriamente l’onda lunga, basta non bere quando arriva…

      • DeltecDPA

        Fantastico, marcoermin…”necessità di compensazione” ??!? Giustificare le proprie scelte…su un forum??!?? Un forum serve per scambiarsi opinioni, non per giustificarsi…in anonimato ci si giustifica?? Ridicolo…
        Autoaffermazione? Riguarda moolto di più marcoermin, visto come denigra gli altri per, appunto, autoaffermarsi…non le capiscono proprio…non ci arrivate…è bello vedere come certa gente ami farsi prendere in giro…non afferrate i più elementari concetti…fatevi del male come meglio preferite…ma chi è, il nuovo messia??!?? E tutti gli altri una massa di decerebrati?? Beh ha linkato qui il suo fbook…se volete vedere la LUCE della PURA SAPIENZA contattatelo…e auguri!

  44. Fabrizio

    Ciao a tutti ,
    sto entrando per la prima volta in un MLM per curiosità,per spirito di avventura e per l’opportunità offerta di guadagnarci.
    Sono un imprenditore di 35 anni ed ho un discreto successo in tre anni da quando ho aperto le mie due aziende sono cresciuto velocemente ed oggi ho raggiunto la piena indipendenza economica con fatturati
    a 6 cifre.
    Sono stato dipendente da sempre e l’ultima azienda mi ha lasciato a casa dopo 6 anni di onorato servizio era il 2008 e dagli states arrivò l’ordine di tagliare 60 teste in Europa solo in italia fummo licenziati in 7 ..dopo una lenta agonia l’azienda chiuse nel 2010.
    Ho fatto il tecnico,poi la prevendita e poi il commerciale in ambito informatico.
    Oggi mi dico sempre.. poteva succedere prima, gli affari vanno bene e se non mi avessero licenziato sarei ancora a fare il dipendente nell’azienda Americana.
    Ho imparato che non importa cosa fai, ma come lo fai.
    Io non so nulla di MLM giovedi prossimo porterò i miei primi contatti e credo che riuscirò a fare molto bene sapete perchè?
    Il sistema ,la piramide s.antonio etc non contano ,so che io sarò la guida per i miei primi amici ,so che il prodotto è valido e che non li sto fregando e so che l’azienda pagherà me e loro un tot in proporzione ai risultati.
    Credo che se ogni azienda adottasse lo stesso metodo per i propri dipendenti ci sarebbero meno fannulloni e più gente motivata e piena di autostima.
    In questo ambiente ho trovato ragazzi con la luce negli occhi ,con il desiderio di fare e di arrivare. La direzione non ha messo degli esaltati a fare le presentazioni ed il discorso commerciale e stato trattato con pacatezza e senso di responsabilità.
    Devo anche aggiungere che ho assistito negli anni ad altre presentazioni di prodotti e inserimento in realtà MLM senza mai aderire per il semplice fatto che tanto ..troppo tempo era dedicato al piano di incentivazione e poco o nulla alla qualità ed alle specifiche dei prodotti.
    Ora per l’idea che mi sono fatto posso dire che chi parla male del sistema si è fatto abbindolare dai facili guadagni ha scelto mae valutato molto male ed ha semplicemente ha fallito la scommessa con se stesso vorrebbe cosi che tutti gli diano ragione per non darsi del pirla tutte le mattine appena alzato.
    Ti suggerisco: datti del pirla e poi riparti.
    Io ho fatto molti errori,ma ho anche imparato velocemente e quando c’era da darmi del pirla l’ho fatto davanti lo specchio e tutte le mattine!
    Chi del MLM ne parla bene credo abbia avuto la fortuna di incontrare tutor validi che gli hanno saputo mostrare la strada ed una buona dose di fortuna che non guasta mai.

    Auguro a tutti le migliori cose.

    Fabrizio.

  45. Anonimo

    ciao fabrizio, sono Lara di Perugia,
    mi è molto piaciuto questo tuo post (questo sopra), di come hai parlato del MLM. mi piacerebbe poter parlare e confrontarmi con te…potresti scrivermi alla mia email privata? (laragey@hotmail.com)
    Lara

  46. DeltecDPA

    Piena approvazione a quanto detto da Fabrizio…null’altro da aggiungere!

  47. NMI

    Non male il post di fabrizio approvo . Ma ragazzi però , NON dovete leggerci e che ca…volo, le nostre prose non si leggono sennnò il nostro Marco che fà, diamogli un aiutino dai ……..magari a comprendere certi aspetti a lui gnoti .
    Pedo-porno-Krac : ci tengo a precisare, visto che associ a certe porcherie …che a noi sono totalmente sconosciute e ci dissociamo totalmente… prendendone distanza da certi discorsi del tutto fuori luogo e inopportuni, pertanto te ne assumi piena responsabilità, anche nel caso in cui qualcuno si ritenesse offeso ,
    prendendo i dovuti provvedimenti in merito .
    ( oltre ad essere altamente offensivo… farei un poco di attenzione fossi in te)
    Faccio notare che oltre ad essere un maleducato fuori misura, noi non abbiamo MAI offeso e o associato nessuno a certe porcate da te menzionate .
    Noi e il sottoscritto in particolare svolge/mo attività di MLM in perfetta regola e nel pieno rispetto delle leggi italiane, oltre al pieno rispetto di chi per giustissima scelta fa altri mestieri .
    Ci limitiamo (almeno io agisco in tal modo ), semplicemente a fare proposte commerciali ( non è vietato fare proposte in italia e nel mondo), e la persona poi ha piena facolta di acettare o rifiutare, il tutto avviene sempre con rispetto e stima ….
    Quindi certe affermazioni Pedo-porno end company …. te le rispedisco inquanto sono cose che a noi non appartengono, visto che sei tu il primo ad averle citate tienitele .

  48. DeltecDPA

    Eh, buon NMI, che ci vuoi fare? Quando si fanno certi accostamenti estremisti per denigrare qualcosa di non gradito è perchè non si hanno più argomenti validi con cui controbattere…e allora avanti…Deltec, NMI e ora, magari, anche Fabrizio tanto sono la stessa persona…Multi Level Monster cresce…

    Pedo-crack…e Goebbels, Hitler e il Dr.Mengele no?? Aspettiamo nuove rivelazioni sull’origine del MLM! (non è che questi tre simpaticoni…??)

    Marco, seriamente, credi che chi legge certi post (pubblicato il 30 agosto, ndr) anche se fosse prevenuto verso il MLM non possa pensare, quantomeno: non è che costui sta esagerando un pochetto?? A discapito della credibilità e considerazione, ovviamente.

    Pedo-crack…come il rumore fatto dalla tua tibia, dopo la zappatona che ti sei dato…altro che sgratt.

  49. Fabrizio

    Per la cronaca io sono io e nessun altro ,cioè Fabrizio.
    Mi sembra che sia una sfida a chi c’è l’ha più grosso.. sfottendo la controparte.
    Vorrei sentire le esperienze e le storie dei partecipanti e non lo sfottò da bar.
    L’argomento aveva dei buoni presupposti i dubbi servono a confermare le certezze discutendo e valutando punti di vista diversi e può darsi che domani possa ricredermi sul MLM che di sicuro non è una religione o un credo per me ma solo e soltanto una opportunità.
    Poi fate vobis.. se vi fa sentire bene ed appagati prendetevi pure per il culo, buon divertimento. :))

    Fabrizio

  50. Ricky

    premetto che non sono ancora riuscito a leggere tutti i commenti, mi complimento per questo perchè vuol dire che il post ha riscosso molto successo.
    lasciamo perdere commenti superflui ed inutili offese.

    ma torniamo a noi. Fatemi capire con un esempio pratico. (la faccio facile per aver maggior chiarezza)
    ho un prodotto che devo vendere a 100 il mio guadagno è 30, ottimo incentivo per farmi vendere, dopo di che, se trovo qualche amico che si convince a vendere (anche lui prenderà il 30 del prodotto da 100) io prenderò un 5 sul venduto del mio amico. io ovviamente devo continuare a vendere per conto mio per continuare a prendere il 30. ma avrò anche un piccolo “regalo” dalle vendite del mio amico.
    Certo se trovo 10 amici che vendono io prendo il 5 da ogni uno di loro… forse posso permettermi di fare qualche vendita da 30 in meno, per restare allo stesso livello.
    Il sistema è fallimentare perché tutto è incentrato su i soldi facili e non sul fatto che per avere continuità su un MLM devi essere un venditore a tutti gli effetti.
    Il grosso del guadagno è di fatto sul proprio venduto.
    Esistono dei problemi fiscali… se supero la soglia dei 5000 euro e quindi sono costretto ad aprire la partita iva, mi dovrò chiedere se le mie vendite e i miei 10 amici mi permettono di sopravvivere.

    Non credo sia il migliore sistema esistente, ma non mi sembra nemmeno la grande presa per il culo che si sta sbandierando.
    Dove sta il trucco?
    Molti di noi che hanno provato il sistema e si sono arresi è perché non ci hanno creduto fino in fondo… crederci non vuol dire credere nel prodotto… credere di fare il commerciale seriamente e non a tempo perso…

    • Sono d’accordo nel lasciare perdere chi offende e, peggio ancora, non è in grado nemmeno di leggere quello che gli viene risposto. Personalmente ho deciso di non rispondere nemmeno a queste persone (“DeltecDPA” e simili) perché è evidente che vogliono capire quello che preferiscono, quindi non vale la pena insistere.
      (NB ho detto che “non rispondevo più *a certe persone*, non in generale, e non ho mai accostato il MLM alla pedofilia. Poi ciascuno legge quello che gli pare…).

      Il “trucco” sta nel fatto che il sistema è piramidale, e si basa sul fatto di avere una “piramide” di persone che ti pagano “in cascata”. Basta che ti fai una ricerca su Google/Wikipedia per “sistemi piramidali” e capisci come funzionano. Non sto a ripetere informazioni che puoi reperire facilmente e non devi certo credere alle mie parole, ma a livello pratico, gli unici che ci guadagnano sono quelli che si creano una gerarchia di persone sotto di loro che vendono; il sistema è costruito in modo che più livelli e persone hai sotto, più guadagni. Se sei abbastanza in alto, non devi praticamente fare nulla se non distribuire i prodotti. Questo è uno dei motivi etici per cui questi sistemi sono vietati (e pertanto illegali) in certi paesi.

      Su questa base, in genere – a seconda del tipo di MLM – vengono introdotti altri meccanismi, per esempio in molti casi le persone alla base della piramide sono costrette/caldamente invitate ad acquisire una certa quantità di prodotti, che li vendano o meno – questo viene giustificato come un “investimento iniziale” e suona logico (in quale business non serve un investimento iniziale?!?). In realtà ovviamente nel MLM questo è solo un meccanismo di raggiro; a chi sta sopra la base, non interessa che la base effettivamente venda questo deposito iniziale, interessa soltanto avere continuamente sempre nuove “basi”. Per questo su Ebay trovi frotte di gente che cerca di disfarsi di invenduti di Herbalife e simili.

      Da qui capisci che la filosofia del MLM in genere è “pochi sporchi e subito”, l’acquisizione di sempre nuovi adepti è di gran lunga più importante della continuità del business di per sé.
      Per questo certa gente si spreca con fiumi di parole per giustificare il proprio business – la reputazione è una cosa fondamentale per loro. Per questo inoltre devono sorgere sempre nuovi MLM come funghi, via via che quelli vecchi vengono sbugiardati sulla piazza, “ma questo è diverso”…

      Ovviamente se tu sei una “base” puoi anche avere un limitato successo, ma tieni presente che:
      1) Stai vendendo un prodotto che è *necessariamente* ultra-sovraprezzato, perché stai mantenendo una gerarchia di gente sopra di te, ciascuno si prende una percentuale. Per cui alla lunga è molto difficile vendere qualcosa che si trova facilmente su Internet a meno della metà. Tra l’altro è una specie di imbroglio, se ci pensi.
      2) Se iniziassi il tuo business “legalmente” e “normalmente” cercando di vendere lo stesso prodotto, potresti farlo ad un prezzo più vantaggioso per te ed il cliente senza foraggiare una pletora di parassiti.
      3) Alla lunga l’unica cosa sostenibile è affrancarti dalla “base” e diventare anche tu un parassita e far vendere altre “basi”.

      Ci sono poi in aggiunta a questo, questioni fiscali non indifferenti, come ho già spiegato in un altro post (scusa se non mi ripeto, puoi cercalo sopra o su Google/Wikipedia).

      Cordiali saluti

      • DeltecDPA

        E sì che aveva detto che non postava più…va beh succede di sbagliarsi.
        Sul capire ciò che fa comodo, difetto comune quantomeno.

        “Se a te sta bene fare MLM, così come ti sta bene spacciare crack, vendere pedo-porno, o qualsiasi altra attività remunerativa ma illegale e/o immorale, non sono certo io a doverti dare lezioni di etica…” questa “perla” la scrisse marco il 30 agosto…nooooooo, non ha mai accostato MLM e pedofilia, dice lui…mi pare chiaro, invece, che ricorre a poco ragionate offese per screditare ciò che non gli aggrada…

        Il MLM fatto bene funziona, essenzialmente, così: A fa conoscere il prodotto dell’azienda “MLM” a B e C…se (ripeto:SE) costoro apprezzano il prodotto, poi lo vogliono. Come procurarselo? A li iscrive e B e C diventano membri, A ha così costruito la sua organizzazione di membri/consumatori, composta da B e C. Il marco dice: se stai in alto, non devi far nulla se non distribuire i prodotti: con questo dimostra che del MLM non sa nada de nada! B e C ordinano autonomamente il prodotto senza dover rendere conto di nulla ad A, l’azienda “MLM” provvede a spedire direttamente a B e C tramite corriere quanto ordinato. Cioè A non deve fare magazzino nè distribuire nulla, l’azienda “MLM” paga ad A una percentuale su ciò che B e C hanno comprato, in quanto SA che B e C sono stati iscritti da A, e grazie a quest’ultimo l’azienda “MLM” vende del prodotto…

        Se il prodotto viene apprezzato, tutte le menate su etica, imbrogli ecc cascano come pere mature…se un prodotto piace, dov’è la truffa? Se costa il giusto (valutazione soggettiva…c’è chi spende 10.000 euro solo per sapere che ora è…) la truffa dov’è?!?

        Certo, anche il MLM può essere usato male e si può truffare qualcuno (come nei business tradizionali, peraltro: Parmalat non vi dice nulla? Non era un MLM, ma tante famiglie sono finite in bancarotta, per dirne una) millantando super-guadagni: costoro riusciranno a guadagnare qualche euro, ma non vanno lontano: presto si fanno una pessima reputazione, e nessuno se li fila più…poi qualcuno, ingannato con false promesse di super-guadagni e ignorante del prodotto acquistato al momento dell’iscrizione – visto che si è parlato solo di soldi e il prodotto manco lo ha provato – esce dal MLM e cerca di rivendere il prodotto anche su Ebay…non potrebbe farlo, ma avendo risolto il contratto con l’azienda MLM può. (poi sulle “frotte” dipende cosa si intende… 10,100,1000?!?)

        Nuovi MLM come funghi? Se hanno validi prodotti ok, sennò spariranno a breve, come nel marketing tradizionale…I vecchi sbugiardati dalla piazza? Ah sì, Amway sta sul mercato da 60 anni…Herbalife da 30 e più…NuSkin 25 anni…vero, vero… Agel più recente, 6 anni…tutti in crescita…seee, come no…

        E’ buona norma distinguere la filosofia pochi sporchi e subito: se uno la adotta e quindi truffa di solito fa più rumore di 1000 che lavorano onestamente, MLM o meno…

        Sto ignorantone (sul MLM, beninteso, inteso che ignora, non è una offesa ndr) continua a parlare di vendere, vendere, vendere…ma di consumare no? Tu vendi, io consumo, non esiste???

        1) prezzo ultrasovra…valutazioni soggettive…tu mantieni la gerarchia??? Beh, se il marco va a fare la benza (o il gpl) mantiene la gerarchia fatta da: benzinai, petrolieri, sceicchi arabi…ce ne sono tante, di piramidi, mica solo in Egitto…

        2) Ovviamente non puoi vendere “lo stesso prodotto” di una azienda MLM nei negozi…primo, vietato, secondo, dovresti metterci il ricarico… caso mai, prodotti simili, ma mica uguali…ma che sta a dì???

        3) Parassiti…spiaccicati da quanto scritto sopra.

        Questioni fiscali, già spiegate da NMI con dovizia e perizia.

        E in ultimo, “i paesi che vietano il MLM”…daiii, almeno uno lo può dire… è che cercando “MLM vietato nazioni” o simili nulla compare, non un nome specifico…mi ricorda la storiellina della foto hard di Berlusca desnudo ad Arcore… qualcuno millantò c’è, c’è, sta girando…(una, poi? Oggi con un cell da 4 soldi ne fai a raffica, altro che una) ma nessuno lo vide, il Berlusca nudo tra le minorenni, manco su Internet…se c’era, vuoi che non girava lì ora?? Manco un falso hanno provato a fare, tipo bin Laden morto. Poi magari avrà fatto tutte le porcate che gli imputano, ma la prova CONCRETA…LA FOTO… NON C’E’!!!! (non sono berlusconiano) E allora lo dica, quella/e nazione/i anti-MLM Dimostrare con fatti e non con campato in aria o dire non siete capaci di cercare…le gambe sono corte!

        E ora gliele sego via…zac! Anche ammesso che ci siano nazioni che vietano il MLM, la risposta di NMI, mia e di chiunque faccia business col MLM o si accontenta di consumarne i prodotti è la seguente: E CHI SE NE FREGA?!? Se il MLM lì contrasta con qualche legge/usanza del posto e preferiscono adottare, che so, la sharia, affaracci loro…
        A conforto del MLM (nato negli USA) essa NON è vietata da alcun Stato in Europa occidentale, tra cui Italia, governata da un certo B. e quindi (a detta di qualcuno…) in bancarotta, incivile, arretrata,repubblica delle banane ecc.ecc. e quindi che vira sul MLM in quanto illegale, quasi criminale… Un momento…il MLM è legale e regolamentato da decine di anni anche in Paesi avanzatissimi, civilissimi e con la tripla A di tutte le agenzie di rating del Sistema Solare come Francia, Svizzera, Olanda, Scandinavia e GERMANIA…Eh sì, ANCHE LA GERMANIA!!! Che da sola basta e avanza…ma guarda un pò…incredibile, no? I fatti sono fatti, “nazioni che vietano il MLM” sono bla bla senza capo nè coda…

        Avevo voglia di scrivere…divertente smentire con i FATTI il blaterare di qualcuno, e un dovere portare un contraddittorio informativo…poi ognuno tragga le conclusioni. Notte.

      • DeltecDPA

        “Poi ciascuno legge quello che gli pare” No no, legge ciò che marcoermin ha scritto e lo valuta…per quanto mi riguarda, ridicolaggini e balle (non ho accostato MLM e pedofilia dice, infatti il suo post del 30 agosto 2011 è sempre lì, e non si cancella…)

  51. DeltecDPA

    Fabrizio, quando qualcuno per attaccare il MLM ti accosta a pedofili e spacciatori di droga è difficile non rispondergli…quel figuro potrebbe dirle anche a te certe cose se si rifà vivo, dal momento che parli bene del MLM, e non gli risponderesti? Beh, puoi anche non farlo, forse ignorarlo è la cosa migliore, anzi in futuro credo di non rispondergli più se interverrò qua.

    Fine angolo bar dello sport…hai ragione a dire che il MLM non è una religione, è una opportunità, per quanto mi riguarda, di conoscere prodotti interessanti ed UTILI a se stessi prima di tutto. Poi, se si ha iniziativa e, ripeto, un VALIDO prodotto da proporre ad altri si può costruire un business, piccolo o grande, illustrando la cosa nel modo opportuno…

    Ricky, il sistema è fallimentare se lo illustri come soldi facili.
    Il trucco? (se tale si può definire) Avere un VALIDO prodotto che altri apprezzano e consumano. A iscrive B,C e D e l’azienda prende nota: sa che B, C e D sono stati iscritti da A.

    B,C e D sono soddisfatti del prodotto, lo vogliono.

    Quindi B, C e D comprano e consumano…l’azienda paga un compenso ad A perchè grazie a lui vende del prodotto. Ed A non consegna di persona i prodotti a B, C e D: ci pensa l’azienda a recapitarglieli tramite corriere, quindi A non deve neppure fare magazzino.

    Ovviamente il compenso è correlato al volume dei prodotti comprati da B, C e D: i guadagni sono TUTTI (e non “il grosso”) sul venduto.

    Quelli che definisci “problemi fiscali” sono regole da seguire, non “problemi”

    Crederci, invece, vuol dire proprio credere nel prodotto! Credere che è valido e che piacerà anche ad altri. Poi ci vuole iniziativa e bisogna saper illustrare la cosa nel modo giusto, ma se il prodotto è scarso chi lo compra la prima volta poi non lo ricompra più…per ora è tutto.
    Bye.

  52. DeltecDPA

    Avviso: il “simpatico” filosofo sotuttoiologo Marco Ermini (quello che ha accostato i MLMan e woman a pedofili e spacciatori di droga, ndr) è espatriato e non scriverà più qua…propongo tre giorni di lutto nazionale…

  53. NMI

    Deltec , non il lutto ma il RUTTO nazionale… dopo quello che ha postato…. si evince…… il soggetto.
    Pre lo sfottio da bar ha già spiegato Deltec… se permetti non mi faccio accostare a certe porcate, quindi per quanto mi riguarda le rispedisco almittente ..
    Io sono io : questo vale per chiunque.
    Esperienze e storie: se vi saranno i presupposti giusti, e non le cialtronerie di qualcuno, può essere che si possa postare seriamente, ma rispondere seriamente a post di quel genere …. mi riesce assai difficile…anzi non mi
    riesce . Personalmente rispondo seriamente a chi posta seriamente e non a uno che scrive pagliacciate ,
    offendendo .
    Altra cosa da sottolineare : accostare a pedofilia, è una offesa gravissima che non riguarda solo me o altri che scrivono qui sopra… ma interessa soprattutto i minori malcapitati… pertanto il soggetto sopra ,non si rende conto di cosa ha scritto…. Forse suggerire di riflettere prima di postare non è micha una cattiva idea….nel caso il soggeto avesse bevuto, sarebbe bene attendere che gli effetti dell’alcol svaniScano (nel caso..) .
    Non sarebbe una cattiva idea anche quella di controllare, i post prima di pubblicarli… non sarebbe male.

  54. DeltecDPA

    Rettifico: il marco è espatriato (chi se ne frega) ma forse posterà qui ancora…sopra rispose a me (21 set) dicendo “ultimo post qui”, poi rispose a NMI il 29 set…coerenza?!? NMI leggi il suo spassoso post a te…dice che scrivi su un forum per giustificare le tue scelte…già, in anonimato ci si giustifica di solito, detto da uno che linka qui il suo fbook, altro luogo dove ci si giustifica…bravo sette più.

    Poi dice: non siamo resilienti (che paroloni…) alle critiche. Se sto mentecatto non sa distinguere tra critiche e pesantissime offese e accostamenti – i video pedofili, la droga…- qualcuno lo aiuti. Speriamo di parlare in futuro dell’argomento MLM in modo costruttivo, con elogi/critiche, ma certi figuri vanno bastonati e screditati per bene.
    Bye

  55. NMI

    personalmente, come tu sai io credo nei fatti e non in ciance, quindi ho invitato il fenomenomen a un confronto e anche qui (come nel 99,99% dei casi) quando si chiama uno di sti qua a confronto prontamente viene o innniorato l’invito oppure rifiutato con mille scuse e pseudo ragionamenti vari per sgattaiolare via evitando….
    Ripeto il sottoscritto Zero problemi a confrontarsi… (con fatti alla mano e non cagate ). A già dimenticavo lui qui non posta più, è più facile postare in certi blog dove a fare discussioni ci sono persone con zero o poca esperienza, li si che il soggetto si diverte e si sente forte…. evidentemente gli piace vincere facile . Ripeto carissimo parolaio – vienilo a dire a me che il MLM non funziona … fissiamo un incontro e poi tu mi mostri i tuoi di fatti e cosa sei riuscito a concludere di così straordinario e poi io ti mostro i Miei… dopo si traggono le conclusioni . Se tu poi sei in grado di di mostrare che io sto sbagliando ( fatti però e non pippette trovate in internet ), che devo abbandonare tutto, per seguire la tua meravigliosa strada, ricca di opportunità e sbocchi professionali , benissimo sono pronto a farlo….. ma prima me lo dimostri……
    altrimenti blatera meno e concentrati maggiormente sulle tue cose senza rompere le balotas a chi fa mestieri diversi dal tuo , che tanto il network funziona alla grande anche senza la tua presenza …e continuerà a funzionare… forse senza la presenza di urlatori come te funziona anche meglio
    (togliamo il forse).
    ora io sto qui non lo considero più….
    trovo più utile e costruttivo discutere di mlm e dare suggerimenti a chi ne ha bisogno e che essendo magari
    all’inizio si trova in difficoltà o vuole semplicemente crescere con il suo business, indipendentemente dall’azienda con la quale ha stretto un rapporto di seria collaborazione.
    cosi facendo …innnnniorando certe persone (non rispondendo più ai loro post – al massimo li si può prendere un poco per il c … ), i suddetti si autoeliminano oppure si ritrovano a postare senza che nessuno li caghi….
    vado a nanna domani giornata assai impegnativa, dobbiamo rinforzare sedie e tavoli per le convention,
    in modo che non si rompano quando ci salteremo sopra….ahahah
    deltec non sottovalutare il network…. specie se tu sei sponsorizzato da una persona che vive in altro paese….. la vi è un Business da paura …. ed è in fortissima crescita…. ( il mio è solo un suggerimento poi vedi tu )
    buenas

  56. NMI

    Adesso è lui che si deve giustificare su come evitare, il confronto visto che non ha un emerito C da mostrare .
    asta amigos

    • DeltecDPA

      Ma non lo farà, già disse “non posto più qua” e invece sopra dopo lo ha rifatto rispondendo a te e a “Ricky” (solite ostiate) e gli ho risposto a mia volta, alla sua replica per “Ricky”, per sbertucciarlo un pò…ma non mi rivolgo più a lui direttamente bensì in terza persona. Se interviene lo tampinerò…ma più che per lui per chi legge questo forum la prima volta e vuole info concrete sul MLM. Fatti e non bla bla come le nazioni che vietano il MLM, lo ripete ancora…ma non fa nomi, e dice non sapete fare ricerche sul web…illuminaci, dimostraci e fai nomi, almeno uno, daiiii…

      Sul network, lo so, prima o poi mi darò una mossa, grazie.

  57. DeltecDPA

    Ah, tra l’altro il “mitico” rispondendo a Ricky gli ha scritto: se “entri” poi comprando i prodotti foraggi una pletora di parassiti…mpffaah ah ah…
    Gli suggerirei allora di non fare più gpl da quel PARASSITA di benzinaio che poi vuole i soldi…
    E di non uscire più a mangiare una pizza con gli amici, quel PARASSITA di pizzaiolo vuole gli euri…
    Poi magari girava col Rolex…però non ce l’aveva con quel PARASS…con quel VAMPIRO di gioielliere che gli vuotò il c/c… poi però gli venne scippato da quei PARASSITI della banda dei Rolex…
    Non è c’è un parassita (piccolo piccolo, ma che si fa valere) che gli gira per l’ipotalamo???

  58. DENNY

    CMQ C’E MOLTA INGNORANAZA SUL ARGOMENTO SI PARLA PER PARLARE SENZA NESSUNA BASE GRAZIE A TUTTI

  59. NMI

    Personalmente io le mie di basi me le sono create, debbo dire anche delle solide fondamenta. 22 annetti di network marketing di cui quasi 17 come unica attività mi anno insegnato tanto……comunque c’è sempre da imparare e con ogni persona che conosci vi è sempre qualcosa in più e di nuovo.

    Sono sempre in attesa di essere illuminato dal ciclone ERMIN….con un confronto a tavolino…..ma come si denota caro Deltec, siamo alle solite quando si chiede un confronto reale da costoro avviene solo una cosa, Scuse per evitare, non si posta più, si tace e si tende a scappare….la storia non cambia ormai ne ho viste di ogni e questo è un classico .

  60. NMI

    Ps: personalmente parlo di network seriamente con chi fa discorsi , sensati e non con chi spara cassate a casaccio parlando di cose che nemmeno conosce se non solo per sentito dire ( io le cose almeno le provo e le verifico di persona e non tramite chiacchere riportate….piccola differenza) . Un saluto anche da parte mia.

  61. NMI

    Visto che oltretutto nega di aver fatto paragoni …. leggetevi il suo post del 30 Agosto (Marco Ermini). Se quello non è un accostare il MLM a certe porcherie ditemi voi…..
    Ora è inutile che giri la frittata perchè a furia di rigirare si è bruciata da ambo i lati… e sei tù l’artefice.
    E io dovrei parlare seriamente di network (la mia professione) con uno così???? Ma per favore…

  62. DeltecDPA

    Non farlo, tanto è tastiera sprecata…a proposito delle “nazioni che vietano il NetMarketing”, un suo cavallo di battaglia – ma nomi nisba – anche se esistessero, a me e non solo NON ME NE FREGHEREBBE NULLA!!! Se lì il MLM contrasta con qualche legge o usanza del posto e preferiscono adottare, che so, la sharia, affaracci loro…”lui” dice: in Italia il MLM va perchè siamo in bancarotta, incivili, arretrati, ecc. e quindi si vira sul nero e sul sommerso, è dimostrato…(perchè non “lui” invece di Mario Draghi al posto di Trichet??? Che ingiustizie…)
    MA il MLM va anche in paesi ultra avanzati, ultra civili e con la tripla A come Francia, Scandinavia, Olanda, GERMANIA…incredibile, no?
    E puff…il suo pony è morto.

  63. NMI

    Come vedi Deltec chi chiacchera …..quando viene messo a confronto fugge…. Forse in alcuni stati il network è vietato è vero, sono tutti gli “stati” all’interno della sua testa. Pensa un poco in tutti i Paesi dove io svolgo network (ora ben passati a 27 )…. e si Deltec sono un criminale ricercato a livello mondiale….pensa che roba Diabolik mi fa una raspa, varco tutti i confini e nessuno in tanti annetti riesce a prendermi…..che bestia che fenomeno, sono miticooo ,o forse in precedenza qualcuno ha sparato qualche cssata??? Me sa di si……
    asta amigo

  64. DeltecDPA

    Okkio che ti prende lui…beh, mi pare che i talebani non amino il Network M. Ecco dov’è andato, tra Pakistan e Afghanistan, là il MLM non mi pare abbia preso piede…gli suggerisco solo di non farsi crescere troppo la barba assomiglierebbe troppo ad Al Zawahri, e prima o poi un Predator gli piazzerebbe un Hellfire tra capo e collo. Sbraaaannnnght!!! pling…dlen…

  65. tanto prima o poi voi amanti di queste cose inutili, da inutili yuppies falliti (guadagno più di te gne gne) verrete pruficati dal fuoco. Prima o poi avverrà statene certi

  66. DeltecDPA

    Magari non è male essere “pruficati” dal fuoco, fa freddo qui.
    Per essere purificati, invece, attendere che il Sole esaurisca l’idrogeno e si trasformi in una super nova. Ma non saremo soli. Statene certi, l’idrogeno si esaurirà!!!! (non l’anno prossimo, tranqui)

  67. NMI

    Mi piacerebbe invece di vedere le cose “Utili” di Phil e poi magari fare un confronto, per verificare se davvero dobbiamo “purificarci”, poi magari si
    scopre che nella brace ci deve andare lui ….
    Se ti vuoi pruficarti io ho un camino con una bocca di un metroeventiCM
    ci facciamo dei braceri straordinari…. se ti vuoi divertire a buttarti dentro
    mi offro come fuochista (sono esperto). magari quando ti sei pruficato, noi puliamo il tutto e ci quociamo costolette e salsicce….e bevia del buon vino rosso a gogogogo mentre tu ti sfiammi i ciapet….col nostro gel…
    Secondo me invece sei uno che si è fatto lavare il cervello da certe religioni…(nulla in contrario alle religioni –tutte , ma certe esaltazioni…. però…mi sa di cervello centrifugato)da come parli lo si evince.
    guadagno più di te gne gne….secondo me sei anche un poco depresso – ad ogni modo se guadagni bene buon per te, il nostro scopo non è fare a gara a chi più guadagna.
    il network marketing è un lavoro come tanti altri ma con alcuni vantaggi .
    A differenza tua noi si porta rispetto per le idee altrui e per i mestieri altrui……
    e se tu non fai network evidentemente ai trovato la tua strada …. e ne siamo felici.
    Non ti mandiamo a bruciare con le tue cose “ Utili “ (secondo te utili – cosa discutibile),
    a meno che tu non voglia conoscere il mio camino……. e di tua spontanea volonta ti prurifichi,
    levandoti le tue Inutili idiozzie dal cervello.

  68. DeltecDPA

    Va beh NMI, Phil sarà un seguace del “mitico profeta” marcoermin, che vuole insegnare a tutti dov’è il Bene e dove invece di annida il Male mentre ha scritto solo tante scemenze (quella del 30 ago 2011 resterà storica…) ma ora non scrive più qua…esaurimento miniera di cazzate da scrivere o che qui ha trovato panino per i suoi dentini?
    Ricordo che il Network Marketing è un sistema per distribuire prodotti che ognuno può valutare se usare o no.
    E se sopra qualcuno scrive per es.: “i prodotti Herbalife non fanno nulla” (lo scrisse sempre lui, marcoermin…) resta da vedere:
    1) se veramente li ha provati 1-2 mesi seguendo le indicazioni/istruzioni di Herbalife stessa per poterlo affermare (me sa de no)
    2) anche fosse che li ha provati e non ne ha ricavato beneficio alcuno ciò riguarda lui e lui soltanto pertanto può parlare solo a nome suo e non di altri, visto che qualcuno ha avuto benefici più o meno evidenti dai prodotti Herbalife.
    Inoltre Herbalife sponsorizza (o sponsorizzava?): Carolina Kostner (swiss e talvolta tump!), Tania Cagnotto (pluff) e…Lionel Messi…(manita al povero B.Leverkusen ieri sera) può bastare? Posto che costoro magari NON consumano i prodotti che Herbalife a loro offre (gratis…) se il MLM fosse come marcoermin e l’articolo iniziale di questo forum descrivono non solo non userebbero i prodotti ma neppure lascerebbero accostare (o non avrebbero lasciato accostare neanche per un minuto…) la propria immagine a quella di Herbalife. Invece…
    O devono “pruficarsi” pure loro tre? Così Messi non segna più neppure su rigore senza portiere…chissà…
    Oppure marcoermin può sempre chiamare la Kostner e dirle che se le sta bene “fare Herbalife” così come le sta bene vendere crack e pedo-porno non è lui che le deve fare la morale, è grande e vaccinata!! (citazione del post del 30 ago 2011 di marcoermin il quale sarà grande ma sul vaccinato ho dei dubbi non piccoli…)

  69. NMI

    e si caro deltec, l’unico vaccino (anzi WC…no) che gli è stato fatto è quello della cazzarola…. e come si può notare infatti ne sparano dellle grosse.
    dalla foto se la guardi bene si vedono le cassate che gli girano nel cervello, a tal punto che si vedono costretti a spararle fuori altrimenti impazzirebbero.
    Vedi loro sono costretti a sparare cassate se no scioppano.
    Ma adesso è arrivato PHIL il pippone di turno,ripieno di seghette mentali, fiamme e braceri…. che prurifica tutto ……
    Secondo me sto phil ha solo un poco di emorroidi e si ritrova i ciapet in fiamme… per migliorare il tuo benessere “emorroidico” infuocato ti suggerisco di fare degli ovuletti di gel di aloe (avvolgi un poco di gel nella pellicola trasparente – quella da cucina ), congeli il tutto e poi quando sono belli ghiacciati li scarti e te li spari a mo di supposta….. sentirai che beneficio .
    Quando le tue ragadi si saranno calmate allora finalmente riuscirai a ragionare meglio… ma fino a quel momento taci…. fai miglior figura. vedi che non è uno scherzo…. gli ovuli di aloe funzionano e migliorano ….
    Provali.
    Ps : Salutami satana se lo incontri e digli che ho dei rimedi anche per lui…. gli potrei consigliare di lanciare getti di barbera e chianti al posto di sputare fuoco….
    io porto il maiale e voi lanciate vino …e tu ti spari anche qualche ovuletto nei ciapet… vedrai che roba.
    Per Deltec: attenzione a false notizie in merito all’azienda AG…
    io non sono mai entrato in quell’azienda inquanto ho altri progetti, ma le notizie che girano, non sono veritiere. Spesso circola certe notizie da parte di alcuni incaricati che faticano ad avere risultati in un progetto, inquanto sbagliano l’approccio col network marketing… e saltellano ogni due anni tra una azienda e l’altra…. (specie se sono aziende nuove), pur di essere tra i primi…
    Ricorda che se viene fuori del casino è solo colpa degli incaricati (al 90%), di tutti coloro che sparlano e sbandierano malattie e guarigioni miracolose…
    un saluto.

  70. Attila

    Herbalife ha un suo motto che ho letto prima su un altro blog uno storico motto : vuoi dimagrire chiedimi come ???
    Tradotto : VUOI PERDERE SOLDI CHIEDIMI COME …..
    Non serve dire altro …….

  71. Pippa

    Andate a farvi una pippa…il mlm funziona eccome…il supermercato funziona allo stesso modo, ignoranti…solo chi ti rifilano prodotti a un euro che valgono 2 centesimi e ti fanno crepare!

    • DeltecDPA

      No no, non funziona uguale…col MLM si può avere un reddito aggiuntivo se lo si fa bene e usare prodotti di qualità, oppure usare i prodotti senza far business e quindi spendere e non guadagnare, al supermercato non si trovano solo schifezze ma si può solo spendere, non si guadagna MAI al max se si fa una quintalata di spesa ci scappa qualche sconticino (anche il MLM li fa se si compra di più, del resto) Un saluto a NMI

  72. ho letto di tutto

    aria fritta in scatola venduta da illusi celebrolesi.

  73. Stella5555

    Volevo sapere se la Pm-International è una società piramidale come quella descritta..qualcuno la conosce?

  74. Anonimo

    SVEGLIATEVI SIAMO NEL 2013 LE UNIVERSITA’ NE PARLANO COME MODELLO LAVORATIVO! SVEGLIA!
    UNIVERSITA’ BOCCONI DI MILANO

    Tratto da “Il Marketing Multilivello: la nuova frontiera del marketing (Aspetti economici, giuridici e sociologici)”

    Università Bocconi di Milano (SDA – Area Marketing), 1995.

    Marketing Multilivello o Network Marketing che dir si voglia, il fenomeno si è diffuso in tutto il

    mondo, coinvolgendo milioni di persone: ormai non è più possibile ignorarlo.

    Il Multi-Level Marketing (o Network Marketing) è un sistema di distribuzione nato negli USA alcuni

    decenni fa che fa parte della grande famiglia del direct marketing. Ha però alcune caratteristiche

    molto interessanti, che ne hanno permesso la diffusione in tutto il mondo, fino a coinvolgere

    migliaia di aziende in tutti i settori e milioni di persone.

    Per spiegare di cosa si tratta si deve pensare al mercato tradizionale, nel quale la distribuzione di

    qualunque bene o servizio è generalmente affidata ad alcune figure intermediarie. Il prodotto

    passa di soggetto in soggetto (es: importatore nazionale, rappresentante regionale, grossista

    locale, commerciante al dettaglio), giungendo ogni volta più vicino al consumatore finale.

    Naturalmente ad ogni passaggio il prezzo del prodotto aumenta, perché ogni intermediario è

    un’azienda, con i suoi costi e la sua aspettativa di guadagno.

    Si può calcolare che in media, circa il 70-80% del prezzo finale di un prodotto è dovuto alla

    distribuzione.

    Questa situazione ha creato i presupposti per la nascita di forme sempre più aggressive di

    commercio, miranti genericamente ad accorciare il canale di distribuzione. E’ il caso sia

    appunto del direct marketing (vendite per corrispondenza, televendite, e-commerce) che della

    grande e grandissima distribuzione.

    Il MLM, anche se tecnicamente è affine al direct marketing, è in realtà una via di mezzo tra le

    soluzioni esaminate.

    Sono invece gli stessi consumatori che diventano anche distributori.

    Ovviamente perché questo sia possibile occorre che il consumatore sia pienamente soddisfatto, e

    questo è il motivo per cui quasi tutte le aziende di MLM distribuiscono prodotti di ottima qualità, con

    un elevato valore aggiunto e con tutta una serie di vantaggi esclusivi che comprendono: sconti,

    informazioni utili, condizioni particolari, agevolazioni di pagamento, premi, riconoscimenti, ecc.

    Il differenziale tra costo del prodotto e prezzo al pubblico, quel 70-80% che prima veniva assorbito

    dagli intermediari della distribuzione, viene invece gestito dall’azienda, che lo rimette in circolo tra i

    suoi consumatori/distributori sotto forma di sconti, servizi e vari incentivi alla distribuzione.

    IL MECCANISMO DEI GUADAGNI

    .

    Nel MLM invece l’azienda cura tutti gli aspetti “a monte” (vedremo poi esattamente quali nella

    sezione MLM e impresa tradizionale) e fissa il prezzo di vendita, calcolando poi forme percentuali

    di sconto e provvigione. Ogni consumatore finale ha quindi la certezza di acquistare esattamente

    ai prezzi ed alle condizioni stabilite dall’azienda, ed ogni incaricato ha la sicurezza di percepire gli

    sconti e le provvigioni che gli spettano, calcolate automaticamente tenendo traccia di tutte le

    transazioni operate.

    Le provvigioni sono calcolate sul volume di fatturato prodotto, principalmente secondo due forme:

    · sulla vendita diretta a terzi dei prodotti (distribuzione diretta);

    – sull’associazione di nuovi consumatori che avranno esattamente gli stessi vantaggi e le

    stesse opportunità di distribuzione (distribuzione indiretta).

    Le provvigioni indirette sono calcolate sul fatturato generato dalla “rete” di consumatori/distributori

    creata col passaparola: non solo su quello delle persone associate, ma anche su quelli di quelle

    associate da loro, e così via. Ogni azienda il suo piano di retribuzione (detto generalmente piano di

    marketing) e le sue regole di compensazione e permette retribuzioni fino a 3, 5, 10 o infiniti “livelli”

    di profondità.

    La cosa interessante è che le aziende di MLM incentivano al massimo il “passaparola” ed è

    possibile (non facile, ma possibile) creare una rete di consumatori/distributori di migliaia di

    persone. In questo caso il diritto a percepire provvigioni anche minime (pochi punti percentuali) su

    un volume di vendite molto grosso, si traduce in guadagni consistenti.

    MLM impresa tradizionale (di Kenneth Parker)

    Moltissime persone cercano un modo per migliorare la propria condizione finanziaria; la maggior

    parte svolgendo un secondo lavoro part-time, facendo straordinari trovandosi qualche attività

    occasionale da sommare a quella principale.

    Nel MLM, generalmente, non ci sono grosse differenze tra mettere in atto un passaparola nella

    propria città o nei vari paesi in cui l’azienda è operativa: si tratta sempre di promuovere qualcosa

    (in questo caso il programma associativo). E’ evidente che perchè sia possibile mettere in pratica

    questo meccanismo, è necessario tutto il supporto possibile da parte dell’azienda. Quando si

    realizza ciò, il MLM offre la possibilità di sviluppare un business di portata internazionale, senza

    dover sostenere i costi tipici di queste operazioni.

    Come valutare un MLM (di Kenneth Parker)

    L’IMPORTANZA DI TROVARE UN MLM VALIDO

    Un buon MLM dovrebbe avere ottime prospettive di guadagno a lungo termine per tutte le persone

    coinvolte, basso o nullo rischio finanziario, dovrebbe essere basato su un’impostazione etica e

    meritocratica del lavoro ed avere ovviamente alla base un ottimo prodotto.

    REQUISITI

    Solidità.

    Redditività.

    Etica.

    Caratteristiche dei prodotti.

    Esclusiva sui prodotti.

    Globalizzazione.

    Vantaggi dell’associazione.

    Piramidalità e costi di associazione.

    Le aziende che chiedono grossi quantitativi di denaro per

    iniziare, o peggio per avanzare nella scala dei compensi, sono illegali in molti paesi. Quelle serie

    concedono la possibilità di farsi rimborsare la quota associativa entro un periodo di tempo

    determinato (in genere due o tre mesi) se l’incaricato non è soddisfatto dell’esperienza.

    Informazione.

    Internet.

    La rete merita un discorso a parte. A prescindere dalle voncergenze tra MLM e ebusiness,

    quello che è importante è che Internet rappresenta sicuramente la forma di

    comunicazione più evoluta. E’ importante valutare la visione dell’azienda su questo punto: ha un

    sito internet? è tradotto in tutte le lingue in cui essa è operativa? ci puoi trovare informazioni utili ed

    aggiornate sull’attività, i prodotti, le iniziative, i numeri aziendali, i suoi progetti per il futuro?

    Diritti e doveri.

    Cerca di scoprire se l’azienda fa parte di qualche associazione di categoria (ad

    esempio l’AVEDISCO), e se puoi chiedi informazioni anche a queste.

    LE FONTI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE

    Cerca sempre di basare le tue decisioni su dati di fatto verificabili attraverso fonti ufficiali

    (università, associazioni di categoria, articoli sulla stampa specializzata, libri, ecc.). Non fermarti

    al sentito dire! Dubita, ma con intelligenza. Se non puoi verificare un’affermazione, dubita della

    sua veridicità. Ciò è vero sia in positivo che in negativo: se non ti fidi del primo sito internet che ti

    offre l’opportunità di diventare milionari in una settimana, perchè dovresti fidarti di chi spara a zero

    sul MLM senza citare una sola fonte autorevole?

    L’ELEMENTO UMANO

    La persona che ti ha parlato del programma associativo (il tuo futuro sponsor), è molto importante,

    come pure i suoi sponsor (la tua upline). Il suo compito non si esaurisce nel momento in cui ti

    associate, perché a lui potrai e dovrai rivolgerti in futuro ogni volta che avrai un problema. Osserva

    quindi con attenzione la persona che hai di fronte: valutala come amico; come individuo; come

    socio in affari. Se non ti piace qualche suo comportamento, non lasciarti distrarre: tornerà fuori più

    tardi moltiplicato per mille. Prenditi fin da subito i tuoi spazi e metti in chiaro cosa sei e non sei

    disposto a fare: non c’è niente di male, e ti sentirai sicuramente meglio (soprattutto in seguito).

    I relatori erano:

    Dr. Enrico VALDANI – Direttore Area Marketing SDA Bocconi.

    Prof. Luca PELLEGRINI – Responsabile CESCOM, Centro di Ricerca sul Commercio Università

    Bocconi di Milano.

    Prof. Gustavo GHIDINI – Università Luiss – Guido Carli e Presidente del Movimento Consumatori

    Prof. Domenico De Masi – Università La Sapienza di Roma.

    Sig. Richard BERRY – Direttore United Kingdom DSA (Direct Selling Association)

    Sig.ra Martine HEINES – Presidente Amway Italia.

    • È TUTTO UN GOMBLODDO DELLE MULTINAZIONALI!!!1!!

      SVEGLITTEVI GENTEE!!!! PEPPE CRILLO L’HA DETTO FIN DALL’INIZIO CHE LA PALLINA BIOWASHBALL FUNZIONNA!!!

      SVEGLIATTEVI GENTEEE!!1!! QUESTI SONO ARGOMENTI E FATTI NON INFORMAZZIONI DI PPARTE!!!1!!!

      • Giuseppe

        Marco Ermini sei il classico comunista del cazzo,operaio di merda che vede complotti dappertutto,e pensi che i ricchi o imprenditori che siano,son tutti ladri,sfruttatori,o che hanno ereditato dallo zio d’america.Sicuramente ci sono anche quelli ma non sono tutti cosi.Ricorda che i ricchi son quelli che danno da mangiare anche a te zecca succhiasangue.Ecco perchè in Italia son più operai che imprenditori proprio per questo modo che avete di ragionare da falliti e da pregiudicatori,e per sentirvi meno falliti quando vedete un ricco la prima cosa che pensate è subito questa:sarà un truffatore che ha fatto i soldi disonestamente oppure chissà quante famiglie ha rovinato e un sacco di cagate del genere.Io invece mi chiedo chissà che mazzo si è fatto per arrivare a quei livelli,come avrà fatto a diventarci,e lo prenderei come esempio.Non come voi sfigati che vi lamentate del vostro stipendio.La verità è che ognuno ha quel che si merita e voi siete solo invidiosi del successo altrui.Infatti in Italia vorreste avere tutti i soldi,ma allo stesso tempo odiate i ricchi.Come fate a desiderare una cosa che allo stesso tempo odiate?E’ un controsenso!E’ come dire avere una ferrari e andare a 30 km all’ora.

      • Irrlicht

        Giuseppe concordo guarda cosa e’ riuscito a rispondere a tal DeltecDPA tempo fa 30 ago 2011: (copy/paste) Se a te sta bene fare MLM, così come ti sta bene spacciare crack, vendere pedo-porno, o qualsiasi altra attività remunerativa ma illegale e/o immorale, non sono certo io a doverti dare lezioni di etica, sei grande e vaccinato…(post visibile sopra)

        No infatti… il marco sara’ grande ma le vaccinazioni devono essergli andate maluccio per fare certi accostamenti merdosi (pedo-porno specialmente, spesso chi vende pedo-porno e’ a sua volta un pedofilo) e fuori luogo. Per il resto essere operai non e’ un demerito e va rispettato, pero’ se sentissi l’operaio Fiat Pomigliano dire: quel bastardo di Markionne si schiantasse con la sua ferrari…gli direi:
        1) ehi pirla se non era per lui ora forse saresti a casa anzi in piazza a protestare per il lavoro che non c’e’ e comunque puoi sempre licenziarti se “non lo vuoi piu’ arricchire” (poi in piazza)
        2) il Serghio dovrebbe dirti: bene scambiamoci il posto e lo stipendio un mese: io in catena tu a parlare coi vertici Chrysler sul da farsi e vediamo cosa combini: se accetti e gli americani apprezzano ti regalo la ferrari e ti decuplico lo stipendio (di operaio, scusa ma torni in catena poi prenderai il mio posto quando andro’ in pensione) senno’ te lo dimezzo…

        Che trixtezza (con la x) vedere tutti sti negativi che vedono il male dappertutto, MLM compreso…

  75. Anonimo

    IN PIU’ LA LEGGE TUTELA QUESTO MERCATO! BISOGNA INFORMARSI PRIMA DI PARLARE ..INVECE DI GUARDARE LA TELEVISIONE E CONTARE I MORTI CHE CI SONO IN ITALIA ..DOCUMENTATEVI!
    LEGGE 17 agosto 2005, n.173

    Disciplina della vendita diretta a domicilio e tutela del consumatore dalle forme di vendita piramidali.

    La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
    approvato;

    IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

    Promulga

    la seguente legge:

    ART. 1.
    (Definizioni e ambito di applicazione della legge)

    1. Al fini della presente legge si intendono:
    a) per “vendita diretta a domicilio”, la forma speciale di vendita al
    dettaglio e di offerta di beni e servizi, di cui all’articolo 19 del
    decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, effettuate tramite la
    raccolta di ordinativi di acquisto presso il domicilio del
    consumatore finale o nei locali nei quali il consumatore si trova,
    anche temporaneamente, per motivi personali, di lavoro, di studio, di
    intrattenimento o di svago;
    b) per “incaricato alla vendita diretta a domicilio”, colui che, con
    o senza vincolo di subordinazione, promuove, direttamente o
    indirettamente, la raccolta di ordinativi di acquisto presso privati
    consumatori per conto di imprese esercenti la vendita diretta a
    domicilio;
    c) per “impresa” o “imprese”, l’impresa o le imprese esercenti la
    vendita diretta a domicilio di cui alla lettera a).
    2. Le disposizioni della presente legge, ad eccezione di quanto
    previsto dagli articoli 5, 6 e 7, non si applicano alla offerta, alla
    sottoscrizione e alla propaganda ai fini commerciali di:
    a) prodotti e servizi finanziari;
    b) prodotti e servizi assicurativi;
    c) contratti per la costruzione, la vendita e la locazione di beni
    immobili.

    Avvertenza:

    Le note qui pubblicate sono state redatte ai sensi
    dell’art. 10, commi 2 e 3 del testo unico delle
    disposizioni sulla promulgazione delle leggi,
    sull’emanazione dei decreti del Presidente della Repubblica
    e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana,
    approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
    fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge
    alle quali e’ operato il rinvio. Restano invariati il
    valore e l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.
    Nota all’art. 1:
    – L’art. 19 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n.
    114, recante «Riforma della disciplina relativa al settore
    del commercio, a norma dell’art. 4, comma 4, della legge
    15 marzo 1997, n. 59», (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
    24 aprile 1998, n. 95, S.O.), e’ il seguente:
    «Art. 19 (Vendite effettuate presso il domicilio dei
    consumatori). – 1. La vendita al dettaglio o la raccolta di
    ordinativi di acquisto presso il domicilio dei consumatori,
    e’ soggetta a previa comunicazione al comune nel quale
    l’esercente ha la residenza, se persona fisica, o la sede
    legale.
    2. L’attivita’ puo’ essere iniziata decorsi trenta
    giorni dal ricevimento della comunicazione di cui al comma
    1.
    3. Nella comunicazione deve essere dichiarata la
    sussistenza dei requisiti di cui all’art. 5 e il settore
    merceologico.
    4. Il soggetto di cui al comma 1, che intende avvalersi
    per l’esercizio dell’attivita’ di incaricati, ne comunica
    l’elenco all’autorita’ di pubblica sicurezza del luogo nel
    quale ha la residenza o la sede legale e risponde agli
    effetti civili dell’attivita’ dei medesimi. Gli incaricati
    devono essere in possesso dei requisiti di cui all’art. 5,
    comma 2.
    5. L’impresa di cui al comma 1 rilascia un tesserino di
    riconoscimento alle persone incaricate, che deve ritirare
    non appena esse perdano i requisiti richiesti dall’art. 5,
    comma 2.
    6. Il tesserino di riconoscimento di cui al comma 5
    deve essere numerato e aggiornato annualmente, deve
    contenere le generalita’ e la fotografia dell’incaricato,
    l’indicazione a stampa della sede e dei prodotti oggetto
    dell’attivita’ dell’impresa, nonche’ del nome del
    responsabile dell’impresa stessa, e la firma di
    quest’ultimo e deve essere esposto in modo visibile durante
    le operazioni di vendita.
    7. Le disposizioni concernenti gli incaricati si
    applicano anche nel caso di operazioni di vendita a
    domicilio del consumatore effettuate dal commerciante sulle
    aree pubbliche in forma itinerante.
    8. Il tesserino di riconoscimento di cui ai commi 5 e 6
    e’ obbligatorio anche per l’imprenditore che effettua
    personalmente le operazioni disciplinate dal presente
    articolo.
    9. Alle vendite di cui al presente articolo si applica
    altresi’ la disposizione dell’art. 18, comma 7».

    ART. 2.
    (Esercizio dell’attivita’ di vendita diretta a domicilio)

    1. Alle attivita’ di vendita diretta a domicilio di cui all’articolo
    1, comma 1, lettera a), si applicano le disposizioni di cui agli
    articoli 19, 20 e 22, commi 1 e 2, del decreto legislativo 31 marzo
    1998, n. 114, nonche’ le disposizioni vigenti in materia di
    commercializzazione dei beni e dei servizi offerti.

    Note all’art. 2:
    – Per il testo dell’art. 19 del decreto legislativo
    31 marzo 1998, n. 114, si veda la nota all’art. 1.
    – Il testo degli articoli 20 e 22, commi 1 e 2, del
    citato decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, e’ il
    seguente:
    «Art. 20 (Propaganda a fini commerciali). – 1.
    L’esibizione o illustrazione di cataloghi e l’effettuazione
    di qualsiasi altra forma di propaganda commerciale presso
    il domicilio del consumatore o nei locali nei quali il
    consumatore si trova, anche temporaneamente, per motivi di
    lavoro, studio, cura o svago, sono sottoposte alle
    disposizioni sugli incaricati e sul tesserino di
    riconoscimento di cui all’art. 19, commi 4, 5, 6 e 8».
    «Art. 22 (Sanzioni e revoca). – 1. Chiunque viola le
    disposizioni di cui agli articoli 5, 7, 8, 9, 16, 17, 18 e
    19 del presente decreto e’ punito con la sanzione
    amministrativa del pagamento di una somma da lire 5.000.000
    a lire 30.000.000.
    2. In caso di particolare gravita’ o di recidiva il
    sindaco puo’ inoltre disporre la sospensione della
    attivita’ di vendita per un periodo non superiore a venti
    giorni. La recidiva si verifica qualora sia stata commessa
    la stessa violazione per due volte in un anno, anche se si
    e’ proceduto al pagamento della sanzione mediante
    oblazione.».

    ART. 3.
    (Attivita’ di incaricato alla vendita diretta a domicilio)

    1. L’attivita’ di incaricato alla vendita diretta a domicilio, con o
    senza vincolo di subordinazione, e’ soggetta all’obbligo del possesso
    del tesserino di riconoscimento di cui all’articolo 19, commi 5 e 6,
    del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, e puo’ essere svolta
    da chi risulti in possesso dei requisiti di cui all’articolo 5, comma
    2, del medesimo decreto legislativo.
    2. L’attivita’ di incaricato alla vendita diretta a domicilio senza
    vincolo di subordinazione puo’ essere esercitata come oggetto di una
    obbligazione assunta con contratto di agenzia.
    3. L’attivita’ di incaricato alla vendita diretta a domicilio senza
    vincolo di subordinazione puo’ essere altresi’ esercitata, senza
    necessita’ di stipulare un contratto di agenzia, da soggetti che
    svolgono l’attivita’ in maniera abituale, ancorche’ non esclusiva, o
    in maniera occasionale, purche’ incaricati da una o piu’ imprese.
    4. La natura dell’attivita’ di cui al comma 3 e’ di carattere
    occasionale sino al conseguimento di un reddito annuo, derivante da
    tale attivita’, non superiore a 5.000 euro.
    5. Resta ferma la disciplina previdenziale recata dall’articolo 44,
    comma 2, ultimo periodo, del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269,
    convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326.

    Note all’art. 3:
    – Per il testo dell’art. 19, commi 5 e 6 del gia’
    citato decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 114, si veda
    la nota all’art. 1.
    – Il testo dell’art. 5, comma 2 del gia’ citato decreto
    legislativo 31 marzo 1998, n. 114, e’ il seguente:
    «Art. 5 (Requisiti di accesso all’attivita). – 1. Ai
    sensi del presente decreto l’attivita’ commerciale puo’
    essere esercitata con riferimento ai seguenti settori
    merceologici: alimentare e non alimentare.
    2. Non possono esercitare l’attivita’ commerciale,
    salvo che abbiano ottenuto la riabilitazione:
    a) coloro che sono stati dichiarati falliti;
    b) coloro che hanno riportato una condanna, con
    sentenza passata in giudicato, per delitto non colposo, per
    il quale e’ prevista una pena detentiva non inferiore nel
    minimo a tre anni, sempre che sia stata applicata, in
    concreto, una pena superiore al minimo edittale;
    c) coloro che hanno riportato una condanna a pena
    detentiva, accertata con sentenza passata in giudicato, per
    uno dei delitti di cui al titolo II e VIII del libro II del
    codice penale, ovvero di ricettazione, riciclaggio,
    emissione di assegni a vuoto, insolvenza fraudolenta,
    bancarotta fraudolenta, usura, sequestro di persona a scopo
    di estorsione, rapina;
    d) coloro che hanno riportato due o piu’ condanne a
    pena detentiva o a pena pecuniaria, nel quinquennio
    precedente all’inizio dell’esercizio dell’attivita’,
    accertate con sentenza passata in giudicato, per uno dei
    delitti previsti dagli articoli 442, 444, 513, 513-bis,
    515, 516 e 517 del codice penale, o per delitti di frode
    nella preparazione o nel commercio degli alimenti, previsti
    da leggi speciali;
    e) coloro che sono sottoposti ad una delle misure di
    prevenzione di cui alla legge 27 dicembre 1956, n. 1423, o
    nei cui confronti sia stata applicata una delle misure
    previste dalla legge 31 maggio 1965, n. 575, ovvero siano
    stati dichiarati delinquenti abituali, professionali o per
    tendenza».
    – Il testo dell’art. 44, comma 2, ultimo periodo, del
    decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269 (Disposizioni
    urgenti per favorire lo sviluppo e per la correzione
    dell’andamento dei conti pubblici) pubblicato nella
    Gazzetta Ufficiale 2 ottobre 2003, n. 229, S.O. e
    convertito in legge, con modificazioni, dall’art. 1 della
    legge 24 novembre 2003, n. 326 (Gazzetta Ufficiale 25
    novembre 2003, n. 274, S.O.), e’ il seguente:
    «Art. 44 (Disposizioni varie in materia previdenziale).
    – 1. (Omissis).
    2. (Omissis).
    Per il versamento del contributo da parte dei soggetti
    esercenti attivita’ di lavoro autonomo occasionale si
    applicano le modalita’ ed i termini previsti per i
    collaboratori coordinati e continuativi iscritti alla
    predetta gestione separata».

    ART. 4.
    (Disciplina del rapporto fra impresa affidante e incaricato alla
    vendita diretta a domicilio. Compenso dell’incaricato)

    1. All’incaricato alla vendita diretta a domicilio con vincolo di
    subordinazione si applica il contratto collettivo nazionale di lavoro
    applicato dall’impresa esercente la vendita diretta. All’incaricato
    alla vendita diretta a domicilio senza vincolo di subordinazione di
    cui all’articolo 3, comma 2, si applicano gli accordi economici
    collettivi di settore.
    2. Per l’incaricato alla vendita diretta a domicilio senza vincolo di
    subordinazione di cui all’articolo 3, comma 3, l’incarico deve essere
    provato per iscritto e puo’ essere liberamente rinunciato, anche per
    fatti concludenti con relativa presa d’atto dell’impresa affidante, o
    revocato per iscritto tramite lettera raccomandata con avviso di
    ricevimento o altro mezzo idoneo. L’atto di conferimento
    dell’incarico deve contenere l’indicazione dei diritti e degli
    obblighi di cui ai commi 3 e 6.
    3. L’incaricato alla vendita diretta a domicilio senza vincolo di
    subordinazione di cui all’articolo 3, comma 3, ha diritto di recedere
    dall’incarico, senza obbligo di motivazione, inviando all’impresa
    affidante una comunicazione, a mezzo di lettera raccomandata con
    avviso di ricevimento, entro dieci giorni lavorativi dalla stipula
    dell’atto scritto di cui al comma 2. In tale caso, l’incaricato e’
    tenuto a restituire a sua cura e spese i beni e i materiali da
    dimostrazione eventualmente acquistati e l’impresa, entro trenta
    giorni dalla restituzione dei beni e dei materiali, rimborsa
    all’incaricato le somme da questi eventualmente pagate. Il rimborso
    e’ subordinato all’integrita’ dei beni e dei materiali restituiti.
    4. Nei confronti dell’incaricato alla vendita diretta a domicilio non
    puo’ essere stabilito alcun obbligo di acquisto:
    a) di un qualsiasi ammontare di materiali o di beni commercializzati
    o distribuiti dall’impresa affidante, ad eccezione dei beni e dei
    materiali da dimostrazione strumentali alla sua attivita’ che per
    tipologia e quantita’ sono assimilabili ad un campionario;
    b) di servizi forniti, direttamente o indirettamente, dall’impresa
    affidante, non strettamente inerenti e necessari all’attivita’
    commerciale in questione, e comunque non proporzionati al volume
    dell’attivita’ svolta.
    5. Nel caso in cui l’incarico venga rinunciato o revocato, il
    tesserino di riconoscimento di cui all’articolo 3, comma 1, e’
    ritirato.
    6. In aggiunta al diritto di recesso di cui al comma 3,
    all’incaricato alla vendita diretta a domicilio e’ in ogni caso
    riconosciuto, in tutte le altre ipotesi di cessazione per qualsiasi
    causa del rapporto con l’impresa affidante, il diritto di
    restituzione e, entro trenta giorni, alla rifusione del prezzo
    relativamente ai beni e ai materiali integri eventualmente posseduti
    in misura non inferiore al 90 per cento del costo originario.
    7. L’incaricato alla vendita diretta a domicilio deve attenersi alle
    modalita’ e alle condizioni generali di vendita stabilite
    dall’impresa affidante. In caso contrario, egli e’ responsabile dei
    danni derivanti dalle condotte difformi da lui adottate rispetto alle
    modalita’ e alle condizioni di cui al primo periodo.
    8. L’incaricato alla vendita diretta a domicilio non ha, salvo
    espressa autorizzazione scritta, la facolta’ di riscuotere il
    corrispettivo degli ordinativi di acquisto che abbiano avuto regolare
    esecuzione presso i privati consumatori ne’ di concedere sconti o
    dilazioni di pagamento.
    9. Il compenso dell’incaricato alla vendita diretta a domicilio senza
    vincolo di subordinazione e’ costituito dalle provvigioni sugli
    affari che, accettati, hanno avuto regolare esecuzione. La misura
    delle provvigioni e le modalita’ di corresponsione devono essere
    stabilite per iscritto.

    ART. 5.
    (Divieto delle forme di vendita piramidali e di giochi o catene)

    1. Sono vietate la promozione e la realizzazione di attivita’ e di
    strutture di vendita nelle quali l’incentivo economico primario dei
    componenti la struttura si fonda sul mero reclutamento di nuovi
    soggetti piuttosto che sulla loro capacita’ di vendere o promuovere
    la vendita di beni o servizi determinati direttamente o attraverso
    altri componenti la struttura.
    2. E’ vietata, altresi’, la promozione o l’organizzazione di tutte
    quelle operazioni, quali giochi, piani di sviluppo, “catene di
    Sant’Antonio”, che configurano la possibilita’ di guadagno attraverso
    il puro e semplice reclutamento di altre persone e in cui il diritto
    a reclutare si trasferisce all’infinito previo il pagamento di un
    corrispettivo.

    ART. 6.
    (Elementi presuntivi)

    1. Costituisce elemento presuntivo della sussistenza di una
    operazione o di una struttura di vendita vietate ai sensi
    dell’articolo 5 la ricorrenza di una delle seguenti circostanze:
    a) l’eventuale obbligo del soggetto reclutato di acquistare
    dall’impresa organizzatrice, ovvero da altro componente la struttura,
    una rilevante quantita’ di prodotti senza diritto di restituzione o
    rifusione del prezzo relativamente ai beni ancora vendibili, in
    misura non inferiore al 90 per cento del costo originario, nel caso
    di mancata o parzialmente mancata vendita al pubblico;
    b) l’eventuale obbligo del soggetto reclutato di corrispondere,
    all’atto del reclutamento e comunque quale condizione per la
    permanenza nell’organizzazione, all’impresa organizzatrice o ad altro
    componente la struttura, una somma di denaro o titoli di credito o
    altri valori mobiliari e benefici finanziari in genere di rilevante
    entita’ e in assenza di una reale controprestazione;
    c) l’eventuale obbligo del soggetto reclutato di acquistare,
    dall’impresa organizzatrice o da altro componente la struttura,
    materiali, beni o servizi, ivi compresi materiali didattici e corsi
    di formazione, non strettamente inerenti e necessari alla attivita’
    commerciale in questione e comunque non proporzionati al volume
    dell’attivita’ svolta.

    ART. 7.
    (Sanzioni)

    1. Salvo che il fatto costituisca piu’ grave reato, chiunque promuove
    o realizza le attivita’ o le strutture di vendita o le operazioni di
    cui all’articolo 5, anche promuovendo iniziative di carattere
    collettivo o inducendo uno o piu’ soggetti ad aderire, associarsi o
    affiliarsi alle organizzazioni od operazioni di cui al medesimo
    articolo, e’ punito con l’arresto da sei mesi ad un anno o con
    l’ammenda da 100.000 euro a 600.000 euro.
    2. Per le violazioni di cui al comma 1 si applica la sanzione
    accessoria della pubblicazione del provvedimento con le modalita’ di
    cui all’articolo 36 del codice penale e della sua comunicazione alle
    associazioni dei consumatori e degli utenti rappresentative a livello
    nazionale.
    3. All’impresa che non rispetti le disposizioni di cui all’articolo
    4, commi 2, 3, 5, 6 e 9, si applica una sanzione amministrativa
    pecuniaria da 1.500 euro a 5.000 euro.

    La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sara’ inserita
    nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
    italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla
    osservare come legge dello Stato.
    Data a La Maddalena, addi’ 17 agosto 2005

    CIAMPI

    Berlusconi, Presidente del Consiglio
    dei Ministri
    Visto, il Guardasigilli: Castelli

    LAVORI PREPARATORI

    Camera dei deputati (atto n. 2542):

    Presentato dall’on. Bulgarelli ed altri il 20 marzo
    2002.
    Assegnato alla X commissione (Attivita’ produttive), in
    sede referente, il 16 settembre 2002 con pareri delle
    commissioni I, II e della commissione parlamentare per le
    questioni regionali.
    Esaminato dalla X commissione, in sede referente, il
    25 giugno 2003; il 3 luglio 2003; il 13 novembre 2003; il
    21 gennaio 2004; il 24 marzo 2004; il 13, 26 maggio 2004;
    il 27 luglio 2004; il 29 settembre 2004; il 20 ottobre
    2004.
    Assegnato nuovamente alla X commissione (Attivita’
    produttive), in sede legislativa, il 17 dicembre 2004 con
    pareri delle commissioni I, II e della commissione
    parlamentare per le questioni regionali.
    Esaminato dalla X commissione, in sede legislativa, il
    12 gennaio 2005 ed approvato il 19 gennaio 2005 in un Testo
    unificato con atti n. 3008 (on. Ruzzante ed altri), n. 3325
    (on. Pezzella ed altri); n. 3484 (on. Vernetti); n. 3492
    (on. D’Agro’ ed altri); n. 4555 (on. Didone).

    Senato della Repubblica (atto n. 3263):

    Assegnato alla 10ª commissione (Industria), in sede
    deliberante, il 1° febbraio 2005 con pareri delle
    commissioni 1ª, 2ª, 5ª, 11ª, 14ª e della commissione
    parlamentare per le questioni regionali.
    Esaminato dalla 10ª commissione l’8, 9, 15, 22 febbraio
    2005; il 1°, 9 marzo 2005 ed approvato, con modificazioni,
    il 14 giugno 2005.

    Camera dei deputati (atto n.
    2542-3008-3325-3484-3492-4555/B):

    Assegnato alla X commissione (Attivita’ produttive), in
    sede referente, il 17 giugno 2005 con pareri delle
    commissioni I e II.
    Esaminato dalla X commissione, in sede referente, il 6,
    13, 20 e 21 luglio 2005.
    Assegnato nuovamente alla X commissione (Attivita’
    produttive), in sede legislativa, il 26 luglio 2005 con
    pareri delle commissioni I e II.
    Esaminato dalla X commissione, in sede legislativa, ed
    approvato il 26 luglio 2005.

    • Nessuno sa che cispola c’entri Amazon con la vendita piramidale, ma fa sempre fico fare cut&paste di una pagina lunghissima su un post non più monitorato del 2008 – ma sempre indicizzato da Google, quindi è bene mantenere i propri interessi personali ben presenti…

    • La legge dice che la vendita piramidale è PROIBITA. Guarda caso…

      “ART. 5.
      (Divieto delle forme di vendita piramidali e di giochi o catene)

      1. Sono vietate la promozione e la realizzazione di attività e di strutture di vendita nelle quali l’incentivo economico primario dei componenti la struttura si fonda sul mero reclutamento di nuovi soggetti piuttosto che sulla loro capacità di vendere o promuovere la vendita di beni o servizi determinati direttamente o attraverso altri componenti la struttura.

      2. È vietata, altresí, la promozione o l’organizzazione di tutte quelle operazioni, quali giochi, piani di sviluppo, “catene di Sant’Antonio”, che configurano la possibilità di guadagno attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone e in cui il diritto a reclutare si trasferisce all’infinito previo il pagamento di un corrispettivo.”

      • Irrlicht

        Dio mio, il marco-genio ermini…ohibò!
        1) Dove mai si cita amazon in quel post dell’anonimo dove è riportata la 173/2005 (in QUESTO forum, se poi l’anonimo l’ha tratto da un altro post, da altro blog/forum che anche il marcogenio conosce, ove si cita amazon, chi se ne frega…qua non l’ha scritto. Monitorato dal 2008 o no… indicizzato…ma chi se ne frega/2!!!)
        2) Non si può discutere di una legge citando solo l’art. 5 travisandone il significato e soprattutto cestinando gli altri 6 articoli…!!! Se il nostro marcogenio non li conosce è ignoranza (quindi le sue opinioni a riguardo valgono aria fritta) ma è + probabile che li conosce, pertanto trattasi di MALAFEDE (ne consegue che le sue opinioni valgono come il vuoto cosmico fritto)

  76. Anonimo

    IN PIU’ LA SOCIETA’ CONSUMATORI TUTELA LE AZIENDE SERIE!
    SVEGLIAAAAAAAAAAAAAA!

    AVEDISCO

    ” Le aziende associate Avedisco offrono numerose opportunità di lavoro e occasioni di crescita professionale. Flessibilità e autorealizzazione sono i valori principali di questo sistema commerciale. ”

    ” Questo sistema di vendita, aperto a tutti, è ideale per chi desidera guadagnare in base al proprio impegno. ”

    ” La formazione e l’addestramento sono offerti dalle aziende associate che credono immensamente nella professionalità dei propri incaricati alla vendita. ”

    Fonte http://www.avedisco.it/Incaricati/Vantaggi.aspx

    Position Statement AVEDISCO
    AVEDISCO annuncia la sua posizione a favore della sentenza della Corte di Cassazione che ribadisce il divieto delle forme di vendita piramidali
    AVEDISCO annuncia la sua posizione a favore della sentenza 37049/2012 della Corte di Cassazione che ha ribadito il divieto delle forme di vendita piramidali.

    AVEDISCO sottolinea ancora una volta le differenze fondamentali per cui la Vendita Diretta Multilivello non può essere in alcun modo equiparata alle forme di vendita piramidale.

    La Vendita Diretta Multilivello è un sistema di distribuzione di beni e servizi che, rispetto alla vendita diretta tradizionale, è caratterizzata da una propria specifica organizzazione operativa della remunerazione dei venditori. La Vendita Diretta Multilivello, infatti, offre ai propri Incaricati sia la possibilità di promuovere personalmente la vendita di prodotti e servizi, sia l’opportunità di organizzare una propria squadra di collaboratori. Circostanza, questa, che permette di ottenere una remunerazione proporzionata sulla base delle vendite concluse in proprio e di quelle realizzate dal gruppo di collaboratori creato e gestito.

    La Legge 173 del 17 agosto 2005, approvata dal Parlamento e redatta grazie alla collaborazione tra le associazioni dei consumatori e AVEDISCO, e la sentenza della corte di Cassazione sanciscono, da un lato, la legittimità delle aziende che operano in regime di marketing multilivello, e dall’altro, come recita l’art. 5, della Legge il «divieto delle forme di vendita piramidali e di giochi e di catene» intendendo, quelle «operazioni, quali giochi, piani di sviluppo, “catene di Sant’Antonio” che configurano un guadagno attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone».

    Le aziende Associate AVEDISCO che utilizzano la Vendita Diretta Multilivello rispettano sia le norme stabilite dalla legislazione italiana, sia il codice etico di comportamento che Avedisco ha redatto oltre 35 anni fa e liberamente consultabile sul sito http://www.avedisco.it.
    Alla base di ogni azienda AVEDISCO sono presenti capisaldi imprescindibili relativi al prodotto commercializzato, che rispetta standard di qualità certificata, e alla formazione e comportamento dei propri Incaricati alla Vendita.

    La vendita piramidale è invece un sistema di distribuzione fraudolenta in cui non esiste una base di commercializzazione di prodotto, e, come recita il testo di Legge, “il guadagno si configura unicamente attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone”.
    Inoltre, il sostanziale investimento iniziale per materiali di addestramento non è rimborsabile e coloro delusi dall’offerta si ritrovano con scorte di prodotti non restituibili.

    AVEDISCO ha come sua principale missione lo sviluppo della Vendita Diretta nel pieno rispetto e tutela di comportamenti commerciali etici sia tra gli Associati che nei confronti dei Consumatori.
    Tutte le aziende associate rispettano il Codice Etico di comportamento, a tutela delle aziende stesse e del consumatore finale.

    Inoltre ci teniamo a sottolineare che l’equivoco che associa il Multilevel Marketing alle vendite piramidali genera gravi danni in termini di reputazione alle aziende che si basano sulla Vendita Diretta Multilivello ed in modo particolare ai loro collaboratori con pesanti conseguenze di carattere economico e occupazionale.

    About Avedisco
    Dal 1969 Avedisco è la prima Associazione in Italia che rappresenta le più importanti realtà industriali e commerciali, italiane ed estere, che utilizzano la vendita diretta a domicilio per la distribuzione dei loro prodotti e servizi. A livello internazionale Avedisco è membro effettivo di SELDIA (Associazione Europea di Vendita Diretta) e di WFDSA(Federazione Mondiale delle Associazioni di Vendita Diretta).

  77. Giuliano

    Gli anonimi qui che scrivono sulla legalità di questo argomento sono dei truffatori incalliti sono pagati per difendere queste porcherie siano prodotti o offerte di lavoro loro sono li che difendono queste truffe semi legalizzate, ormai e accertato come funziona.
    Non fidatevi sono dei buffoni.

    • Giusto. E comunque, ripeto, il MLM è illegale in molti paesi, inclusa l’Italia.

      Che poi in Italia si riesca a trovare la scappatoia legale è un altro discorso, ma per principio sarebbe un comportamento commerciale riprovevole.

      Cordiali saluti

      • Moreno

        Ciao MArco volevo farti una domanda semplice:su che basi dici che non funziona questo sistema di vendita?Poi c’è tanto popo di legge che ha stabilito la regolarizzazione di questo sistema:legge 173 del 17 Agosto 2005.Non capisco cosa ci sia di male nel vendere dei prodotti ad una rete di semplici clienti e poi nell’eventualità trovare altri soci a cui dire di trovarsi la propria clientela! Non è tanto diverso dalle comuni rete vendita (Folletto,Enel gas ecc..)! Che poi in Italia si pensa che la vendita è il lavoro di chi non aveva studiato,che non ha ottenuto il posto fisso in banca,che bisogna avere la “parlatina”,farsi odiare dal prossimo,o peggio ancora “truffare”; ecc.. ma semplicemente perchè non avete la minima idea di cosa significa vendere.Quello non è vendere,ma è forzare la vendita e questo è rompere le scatole.Vendere significa semplicemente risolvere un BISOGNO di altre persone in cambio di un compenso STOP.Anche il contadino vende i suoi prodotti e lui (tanto di rispetto ovviamente) non ha tutta questa parlantina come dite voi,eppure vende i suoi prodotti ai clienti,certo se il cliente ha delle domande sui prodotti,gli e li descrive è normale,ma non è sinonimo di “parlantina” o tecniche subdole per far acquistare il cliente.So però delle molte persone che lavorano utilizzando il NM (o MLM) lo fanno TRUFFANDO altre persone,lo fanno lavando il cervello a tanti poveri disperati e lo fanno riempiendo sale di hotel al solo scopo di indottrinarli.E questo accade per una profonda ignoranza (e anche un bel po’ di omertà) che aleggia all’interno di questo ambiente, dove non esiste la versione ufficiale dei fatti ma solamente tante versioni ufficiose.Spero leggerai e capirai che non è il sistema NM ad essere illegale o meglio, ma le persone che vi lavorano ad essere estremamente ingenue e, per quanto mi faccia male dirlo, DISONESTE.
        Il multilevel è per tutti ma allo stesso tempo non è per tutti.E’ per tutti fare il CLIENTE ma non per tutti fare l’incaricato o il venditore.Nella mia struttura all’ 80% sono semplici clienti.Sai perchè come dici tu miete tante vittime il multilevel o meglio tanta gente fallisce? Perchè gli hanno insegnato a creare “piramidi” all’interno dell’azienda quindi a reclutare solamente distributori anzichè vendere i prodotti.Alla fine non è tanto diverso dai venditori a P.IVA a lungo andare ne resiste 1 su 100 se va bene.Perchè semplicemente la maggior parte delle aziende usano i venditori come carne da macello.Non c’è un sistema di vendita serio,utilizzano ancora sistemi degli anni 70 oppure che per vendere è necessaria la PNL,non dico che non vada bene ma è ROBA VECCHIA,ed è logico che la gente molla.Il vero successo nel network marketing lo si ha quando si VENDE e SI INSEGNA A VENDERE,ma vendere sul serio e non usando frasi motivazionali ecc.Non intendo criticarti eh ci mancherebbe :) e non intendo venderti nulla,volevo solo fare questa premessa,prima che mi attacchi la pìppa con: “sisi belle,parole ma poi cosa mi vendi?” o cosi simili :)

    • Irrlicht

      Ecco un altro che dopo aver fallito nel MLM in quanto incapace di suo o forse mal consigliato ora svela l’arcano: MLM truffa, mi dissero sarai miliardario invece…
      Non fidatevi! Se il Giuliano non si vuol piu’ fidare ok, meglio pero’ se parla a nome suo e non di altri.
      E’ accertato come funziona: e’ vero, essendo cosi’ diffuso nel mondo si sa come funziona, basta seguire le leggi vigenti e non e’ vietato da nessuna parte (se il marco ermini vuol fornire qualche link che dimostri il contrario ed eviti di nascondersi dietro ad un “non sapete fare una ricerca” che puzza tanto di malafede come ho letto sopra a piu’ riprese, oltre che di maleducazione per far passare per idioti tutti quelli che non la pensano come lui…)
      Italia-scappatoie legali: seeee, all’AGCM sono tutti fessi. E la Germania? Francia? Svizzera? Scandinavia? Olanda? Giappo? Brazil? (segue lungo elenco di altri paesi dove il MLM e’ legale diffuso praticato non lo pubblico senno’ al marco va di traverso la baguette) Scappatoie legali a gogo’ anche li’? Che quintalata di cassate in poche righe…

    • Fabrizio

      Purtroppo il mondo è pieno di rincoglioniti come te, a cui viene offerta una possibilità e ci sputano sopra (a priori) senza nemmeno poterla valutare ;)

  78. Giuliano

    Eccone un altro Irrlicht chissà cosa vende cosa propina al prossimo, è accertato che nelle vendite Mlm di solito il vertice guadagna essendo di fatto strutturato a piramide “vabbè legale” come lo era Wanna Marchi si certamente o il tubo Tucker che tra l’altro fu sponsor nazionale calcio, cazzo
    mancava solo che avedisco ci mettesse la sua irreprensibile caratteristica
    legalissima onestissima struttura a pagamento di fatto si paga per essere avedischiani, il resto balle come lo è lo fu la kirby che ha inculato migliaia di cittadini, ma è ovvio mi dirai la colpa è di quei quattro cinque cinquanta mille rivenditori disonesti vero cocco di mammata e la kirby così se la cava, e guadagna, perché ovviamente il sistema richiede arruolamento invasivo per stare a galla usando le solite balle che i poveri sprovveduti a volte furbi “truffatori” credono, nel sistema da ladri onesti.
    Fatti e riferimenti sono puramente casuali, non è casuale che si trovano continuamente offerte di lavoro dove si paga per entrare comprare un kit o non so cosa vendere ai propri familiari amici e via discorrendo fin che il tutto si esaurisce ( di solito prodotti carissimi e di MERDA) e poi il fallimento è assicurato, tra l’altro e di solito gli arruolatori furbi non richiedono mai conoscenze in materia di marketing o specifiche conoscenze di prodotti ma arruolano tutti con piacere, una vera stranezza viste le specifiche argomentazioni su cui vi arrampicate, (sugli specchi).
    Non dare a me del fallito povera capra gente come voi la conosco benissimo provocatori falliti dalla denuncia facile a parole ma nei fatti poveri illusi che vogliono solo l’approvazione delle loro scarse qualità dal prossimo, venditori di bufale inutili, poveracci che nella vita reale non sanno fare nulla di positivo.
    Una quintalata di cazzate o meglio tonnellate di schifezze in migliaia di righe di parole buttate al vento solo per vendere porcheria e aria fritta.
    sarebbe un piacere sapere cosa vendi Irrlicht.
    Di solito è merda.

  79. Irrlicht

    Che tu ci creda o meno Irrlicht non vende nulla a nessuno, MAI fatto business, Irrlicht compra i prodotti (inutile dirti cosa vista il tuo rabbioso pregiudizio verso il MLM in toto) e se li consuma. Anziche” su uno scaffale di un negozio mi arrivano tramite corriere, tutto qua. Se ci trovi qualcosa di male non so che dirti, tutto cio’ che hai scritto di male sui “venditori MLM beceri” che pure ci sono e su cui sono d’accordo, non mi riguarda nada de nada…

    Aver detto hai fallito nel MLM non vuol dire che sei un fallito, non c’e’ solo il MLM a questo mondo…a chi mi chiede ma sei nel MLM, spendi e non guadagni, non hai fallito? Rispondo: no, perche’? Uso prodotti di alta qualita’ e tanto basta, dov’e’ l’obbligo di vendere e guadagnare?!? A me sta bene cosi’, e il mio sponsor si becca la %. Il mio sponsor e’ il contrario di cio’ che hai scritto, mai fare di tutta l’erba un fascio.

    Fosse vero tutto cio’ che hai scritto Amway non potrebbe stare sul mercato da 60 anni, Herbalife+NuSkin circa 30, Agel+Monavie da 8/9, ecc.ecc.
    Tucker? Ovvio non poteva durare molto, certo e’ stato fatto un bel marketing per arrivare alla Nazionale e pochi controlli, ma il prodotto non c’era…o meglio c’era, un tubo vuoto. E’ arrivata Striscialanotizia a rompere le scatole (come a WanMar del resto…) E anche senza Striscia non andava lontano, prima o poi il capo chiudeva la baracca e scappava con i soldi, e non aspettava ne’ 60 ne’ 30 anni (8/9 mahhh, rischiosetto) E poi si parla di due cose diversissime, una truffa e aziende che propongono prodotti di alta qualita’ quindi comprati e usati a prescindere dal business.

    Herbalife sponsorizzava l’Inter FC e sponsorizza Barcellona FC e LionelloMessi, e non solo…oh, dirai:
    basta pagare…No no, Messi non ha bisogno dei soldi di Herbalife per campare, se il MLM fosse come da te descritto non credo che il Lionel si sputtanerebbe la sua immagine per qualche dollaro in piu’. Se ha accostato la sua immagine a quella di Hlife e’ perche’ ritiene i prodotti Hlife di alta qualita’, l’ingaggio del Barca FC da solo basta e avanza, giusto? Si si che e’ giusto. Mistero… una azienda sostenuta da un branco di lobotomizzati illusi venditori aria fritta WanMar Tucker ecc.ecc. macina utili, e’ quotata nella borsa USA, sponsorizza un tripallone d’oro, no no non c’e’ piu’ religione. That’s are facts.

    Poi se col MLM non hai mai avuto a che fare come incaricato alle vendite quindi non hai mai fallito con essa ma ti hanno rotto i c… per tirarti dentro, la tua reazione e’ si’ scomposta ma in parte comprensibile (in parte perche’ mai fare di tutta l’erba un fascio, e perche’ definisci m… prodotti che forse non hai mai provato)

    Irrlicht…ma c’e’ anche Blackdance,Timewind, Moondawn…

  80. Irrlicht

    PS la quintalata di cassate in poche righe era riferito al marco ermini, dire che il MLM e’ vietato in Italia e in “molti altri paesi” e’ una emerita quintalata di cassate in una sola frase. Infatti per legge in Italia esiste la figura dell’ “Incaricato alle vendite” che e’ propria del MLM. Come potrebbe esserci tale figura se il MLM fosse illegale???!!!???

    • L’ho detto e lo riaffermo, ed ho portato la documentazione. Potete scrivere quintalate di righe che non leggerà nessuno, ma non avete risposto a nulla di quello che ho scritto.

      Continuare a inventare nick falsi e nascondersi dietro l’anonimato è facile, ma di certo non testimonia a vostro favore.

      Lavorando col MLM sei legalmente borderline. Chiunque può pagare l’Inter per scriverci qualsiasi cosa sulla maglietta, chi rischia ovviamente non è mai il vertice della struttura piramidale – per definizione, in uno schema di Ponzi sono sempre i rami bassi che ci rimettono.

      Come è possibile che in Italia lavori qualcuno senza che il suo ruolo sia legale? ci sono fior fiore di “professionisti” che si comprano lauree e diplomi, e comunque gli unici lavori che sono deontologicamente regolamentati sono quelli per cui esiste un ordine professionale (come nella sanità, medici, infermieri eccetera, oppure gli ingegneri, avvocati, notai…). Tutti gli altri lavori sono deregolamentati. Io lavoro nell’informatica e non esiste una legge che specifichi chi ci può lavorare – giustamente.

      Chiunque può inventarsi il mestiere di “incaricato di vendite”, “tingitore di unghie di elefanti”, “avvitatore professionale di lampadine” e cosí via. Non è illegale.

      Quello che è illegale – o per lo meno, immorale – è ingannare le persone ai rami bassi come succede ed è ampiamente documentato con tutte le strutture piramidali e il MLM. Per questo il quadro legislativo si sta aggiustando e le prime sentenze – come ho mostrato in Belgio, UK eccetera – stanno arrivando.

      In Italia esiste la citata legge del 2005 che proibisce il MLM; se vi chiedete come sia possibile lavorare in un settore illegale, la risposta è la stessa della domanda: come è possibile che il 20% del PIL Italiano sia “sommerso” o “fatto in nero”? perché è una caratteristica dell’Italia, l’alta percentuale di evasione fiscale (a cui il MLM contribuisce, tramite i meccanismi che ho spiegato in un post precedente).

      Certo che potete lavorarci e farci i soldi. Anche mio zio ha lavorato a nero per tutta la vita, gli è andata bene. Oggi lo beccherebbero, però. Come ho già detto altrove (dove il solito imbecille ha creduto che lo paragonassi ad un pedofilo, ma non l’ho fatto: ho solo esplicitato una metafora), il fatto che qualcosa si “possa” fare senza che ti becchino, non significa che sia giusto farla o che non sia illegale.

      Cordiali saluti (a chi vuol intendere)

      • Irrlicht

        Quintalate di righe che non leggera’ NESSUNO? Falso: marco ermini le ha lette tutte, quelle righe, quindi almeno UNO le ha lette eheheheh (se poi il marco e’ cosi’ modesto da ritenersi un nessuno altro discorso non entro nel merito, gia’ io mi ritengo un nessuno standomene dietro all’anonimato di una luce irreale, Irrlicht appunto) senno’ mica rispondeva in merito.

        E io ripeto che non ho mai venduto nulla a nessuno quindi mai ingannato nessuno anziche’ in negozio alcuni prodotti li compro tramite MLM e li uso per me stesso quindi il marco ermini sbaglia dicendo che lavoro… comprare qualcosa e’ lavorare? Mahh…e comunque sopra al marco rispose ampiamente NMI su faccende legali fiscali ecc.ecc. e il mestiere di incaricato alle vendite non e’ inventato e’ previsto dalla legge con determinate regole/procedure quindi qua e’ un po’ come in parlamento dove sullo stesso argomento uno dice bianco e l’altro nero. E io sono d’accordo con NMI, punto.

        Se le aziende MLM evadono il fisco problemi loro non degli incaricati che guadagnano (non il mio caso ripeto se consumo e non ci lavoro pago e basta, il mio sponsor – che NON e’ il vertice della struttura – invece si becca la percentuale su cio’ che compro davvero non riesco a trovarci nulla di male…) i quali prendono le provvigioni gia’ al netto delle ritenute fiscali quindi gli incaricati NON possono evadere. Tale concetto fu espresso bene dal NMI ma il marco dopo aver bellamente cestinato la cosa (saremmo noi a non capire…) ha continuato a propinare la sua, di verita’, e a non rispondere (quindi sul non rispondere e’ tanto per uno)

        Se poi gli incaricati non dichiarano eventuali guadagni MLM problemi loro non dell’azienda MLM a cui sono affiliati…e se la “mia” azienda facesse gabole col fisco non ci e’ dato da sapere quindi non me ne frega nulla, eventualmente. Sarebbe un po’ come se dicessi no no, mi compro l’i-Pad e non il GalaxyTab perche’ Samsung e’ stata condannata a pagare 1 mld dollari ad Apple per violazione del copirait… problemi loro, a me interessa il prodotto. A margine, la “mia” azienda (made in USA) e’ aperta ufficialmente in Germania ma non in Italia (infatti risulto ancora registrato in Germania) quindi gabole col fisco le fa di sicuro eheheh.

        Piccolo OT: Si ho letto sopra di un tal DeltecDPA che ha giustamente contestato il marco di aver tirato in ballo i pedofili per denigrare l’argomento MLM…piu’ che il dELtec a credere o meno al paragone, era il marco piuttosto che poteva esplicitare mille altre metafore evitando tali accostamenti senno’ poi non si deve lamentare di malintesi e conseguenti reazioni… che imbecilli siete, ma io non intendevo, non volevo, metafora… auguro al marco di essere cosi’ maleducato solo qua e non nella vita reale… dimostrazione di menefreghismo, qualunquismo nei confronti di tale piaga.

      • YAWH, sei troppo noioso, nessuno leggerà mai le cose che scrivi.

        Irrlicht, lo hanno capito anche i sassi che sei DeltecDPA con un altro nick falso: ugualmente patetico, eviti accuratamente di rispondere nel merito, ti arrampichi sugli specchi, e lo stesso stile prolisso che non dice niente.

        Auguri per la tua attività, finché la Finanza non ti arriva sul collo.

  81. Giuliano

    Leggendo i commenti ho l’impressione che in tutti i blog che discutono di mlm di amwey herbalife o simili i soliti truffatori si scatenano con modalita simili nella sintassi e nei paragoni siete ridicoli e patetici, non capisco come si può dar credito a queste persone così false.

  82. Irrlicht

    Bah…noioso ripetitivo stile copia incolla patetico ridicolo…solo ste cose il marco ermini sa dire a chi non la pensa come lui (modesto il tipo), nick falsi…da quando in qua un nick e’ vero? Ahahah…e poi il suo profilo la foto ecc. potrebbero essere anch’essi falsi quindi tutto relativo. E fossero veri non da’ maggior credibilita’ a cio’ che scrive, una cassata resta tale anche se si pubblica l’indirizzo di casa cell. email eccetera. (il MLM e’ vietato in Italia…mega cassata)

    E le cose che scrisse irrlicht (se il marco pensa che sia sempre il deltec…sua convinzione che lascia il tempo che trova) il marco le ha lette sisi…poi le cestina non risponde nel merito si limita a dire ridicoli patetici (facile facile, quando non si hanno argomenti) e ri-posta l’ert.5 senza mai riuscire a comprenderlo bene o forse a volerne dare una sua interpretazione distorta:

    1. Sono vietate la promozione e la realizzazione di attività e di strutture di vendita nelle quali l’incentivo economico primario dei componenti la struttura si fonda sul mero reclutamento di nuovi soggetti piuttosto che sulla loro capacità di vendere o promuovere la vendita di beni o servizi determinati direttamente o attraverso altri componenti la struttura.

    2. È vietata, altresí, la promozione o l’organizzazione di tutte quelle operazioni, quali giochi, piani di sviluppo, “catene di Sant’Antonio”, che configurano la possibilità di guadagno attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone e in cui il diritto a reclutare si trasferisce all’infinito previo il pagamento di un corrispettivo.”

    Mero reclutamento vuol dire: ti iscrivo, tu paghi un tot…e la cosa finisce li’… Per recuperare i soldi e guadagnare devi tirare dentro altre persone, che pagano un tot. Questa e’ la catena Antonio, dove girano soldi ma non prodotti (vietata)

    Nel Network Marketing (o MLM che si voglia) in cambio di quel tot si ha un prodotto, buono o cattivo e’ a discrezione di ciascuno. Il guadagno si ha quando c’e’ acquisto e consumo di tale prodotto da parte della struttura, non conta quante persone sono state inserite: possono esserci anche 10.000 affiliati ma se nessuno compra l’azienda MLM non paga un ghello…la cosa e’ correlata a come e’ stata illustrata l’opportunita’…se qualche pirla la illustra proprio prendendo spunto dal succitato art. 5 (incentivo basato sul mero reclutamento…insomma, entra e sarai ricco, il prodotto cosi’ va in secondo piano) puo’ reclutare anche 100.000 persone ma se queste non comprano il prodotto che essendo passato in secondo piano non interessa a nessuno non vedra’ l’ombra di un cent, o forse qualcuno lo compra quindi qualche euro lo vede poca roba pero’ e non proporzionata allo sbattimento fatto e non abbastanza per compensare lo sputtanamento che prima o poi arriva da parte di amici e parenti.

    Il MLM e’ una delle cose piu’ meritocratiche che ci sia, se fatto bene, ma se fatto male e’ fonte di guai (interpersonali, non col fisco non essendoci guadagno…il marco ermini non sa davvero una mazza a riguardo)

    Sbadigli pure ancora il marco ermini, mica e’ obbligato a leggere tutta sta prolisseria pero’ continua a rispondere a irrlicht…mmppffahahahah quindi a leggereahahah quello che scriveahahah ma sai nessuno leggera’ maiahahahah che strani misteriahahahah deve esserciahahah una attrazione fataleahahahah verso irrlichtahahahah e anche il deltecDPAahahahah da lui accomunatiahahahah chissa’ forse e’ veroahahahah pero’ il marcoahahahah puo’ pubblicare quahahahah il suo cellahahahah e l’emailahahahah che tanto irrlichtdeltecDPAahahah mai lo contattera'(anno)ahahahahah mentre irrlichtdeltecDPAahahah non correra’ maiahahah il rischioahahah di essere contattatoahahah dal marcoahahaherminiahahah quindi vivahahahah l’anonimatoahahahah
    pateticoahahahah ridicoloahahahah non ho dettoahahah…AHAHAHAH
    NIENTEAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

  83. Irrlicht

    Errata corrige: guai col fisco non ci sono, sia che il guadagno non c’e’, sia che c’e’. Una cosa, sotto i 5k euro annui, non un cifrone madornale, non occorre dichiarare (incaricati occasionali) superata la soglia si’ (incaricati abituali, ed e’ l’azienda che lo impone altrimenti non paga i ghelli).

    Gia’, ma all’irrlicht che gliene frega? Tanto non e’ ne’ uno, ne’ l’altro…

  84. Giuliano

    Ciao Marco prova a dare una sguardo qui

    http://creditvel.myblog.it/archive/2009/12/10/duscussioni-anonime-agel-truffa-o-no-mesa-di-si.html.

    Mister Irrlicht alias re alias deltec e tanti altri nick sfoga la sua falsità, crede che tutti siano dei mona pronti a cadere nel trappolone fregatura meglio chiamarla fregatura che truffa.
    Credibilità zero.

    • Irrlicht

      Giuliano alias oyausnimasai alias pagno alias marco alias ermini ecc.ecc.ecc. credibilita’ sottozero solo vuoti insulti e cassate. Il marco rispose (si fa per dire) il 21 set 2011 al deltecirrlichtahahahah scrivendo QUESTO E’ IL MIO ULTIMO POST QUA (visibile sopra) Ma come? Gli e’ tornata la voglia? Ahahahah…complimenti per la coerenzahahahahahah meglio se continua a mangiare il paninoahahahah cosi’ non posta piu’ cassateahahahah tipo il MLM e’ proibito in Italiaahahahah e in tanti paesi tipo Germaniaahahah Franciahahahah Svizzerahahah e altri 80 dove Herbalife opera in USA e’ quotatahahaah a Wall Streetahahahah dove sono tutti monaahahah che si fanno fregareahahah davanti e dietroahahahah.

      giuliano ermini alias marco giulianiahahahah cerca pure tutti i forum che vuoiahahah e trastullaticiahahah poi mandali ai ministeri competenti cosi’ faranno chiudere il MLM qua in Italiaahahahah e diventerai un eroeahahahah che aspettiahahahah magari ti danno pure un premioahahahahahah
      AHAHAHAHAHAHAHAHAH

  85. Irrlicht

    E poi che casso gli suggerisci guarda che il marco ermigiulianiahahah si e’ rotto i coglioni di leggere i prolissi post dell’irrlicht e tu lo mandi su quel forum di 2000 post e rotti (ho notato che e’ fermo da 2 anni tra l’altro) dove l’emulo di irrlicht deltecDPA secondo erminio marchi (WANNA AHAHAHAH) imperversa (ne ho letto un po’ non male cio’ che scrive, ndr ahahahahah in molti gli hanno risposto compresi alcuni negativi tipo sednev con cui ha dialogato costruttivamente anche se la cosa non si e’ conclusa con l’uscita del deltec da agel o con l’ingresso del sednev in agel medesima…i negativi di questo forum – marco ermini e giuliano, o forse erminio marchi WANNA AHAHAHAH giuliani – sono costruttivi come una bomba atomica su New Yorkahahahah inutile dialogarci quindi se il deltec su quel forum e’ stato letto da molti allora anche irrlichtahahahah visto che lo sanno anche i sassi che irrlicht=deltecDPAahahahah AHAHAHAHAHAH)

    Spero ti abbia ascoltato sara’ piu’ lungo che leggersi 10 volte Bibbia e Divinacommedia messi insiemeahahahah cosi’ per qualche mese sara’ occupatoahahah e non scrivera’ piu’ cassate quahahahah magari posta la’hahahah e tutti lo leggeranno con attenzioneahahahah pero’ si puo’ risparmiare di postare l’art.5 lo ha gia’ fatto sednev alla nausea va beh stesso limite che lo accomuna al marcosednerminiahahahahah

    Sopra ho letto (10 ott 2011) che il marco ermini aveva deciso di “non rispondere piu’ al DeltecDPA e simili” (Irrlicht…Ahahahahah) quindi seconda farloccata ricomplimenti per la coerenzaahahahah “questo e’ il mio ultimo post qua” ed e’ tornato a mitraglia, “non rispondo piu’ al DPA-e-simili” e arieccolo a rimitraglia…ahahahahahah.

    Che pistola questo erminio marchi WANNA AHAHAH giulianiahahahahah
    critica gli anonimi e crede che il non anonimato renda vere le cassate tipo “il MLM e’ vietato in Italiaahahahah” linka qua il suo tuitter e il suo fakebook (non e’ un refuso…due k) e crede di essere il Messiaahahahahahah, la Luce della Pura Sapienzahahahahahahahah
    In ultimo: AHAHAHAHAHAHAH AHAHAHAHAHAH AHAHAHAHAHAH

  86. Clementina

    Ciao mi chiamo Clementina e ho 24 anni.Ho avuto molte esperienze nel Network Marketing e lo studio con molta passione.E chissà perché l’industria del N.M. fattura milioni da più di 70 anni e invece i governi di tutto il mondo continuano a farci vivere nella crisi e la paura!!! È lo stesso identico motivo per cui sto commentando questo sito!!! La disinformazione!!! Il N.M. è tutelato
    da una legge ( 17/08 del 2005) quindi è legale e non è un sistema piramidale….come il dipendente che lavora per il suo capo!!! Eeeeeee nel caso fossero nocivi i prodotti….perché non provate a leggere il foglio della vostra aspirina quando avete mal di testa!!!! E premetto che non lavoro per herbalife….ma per un Network Marketing che mi ha salvata la vita perché è l’unica speranza che ho per un futuro migliore….anziché affidarmi per 40 anni ad un mondo che mi da quello che desidera e non ciò che voglio!!! Poi è solo un’opinione!!!

    • Marco Ermini

      Uhm, legge 17 agosto 2005, n. 174: “Disciplina dell’attivita’ di acconciatore”.
      Probabilmente ti confondi con la legge n.173 della stessa data, su cui ho già commentato sopra – capisco che nell’oceano dell’auto-promozione e delle stupidaggini ti sia sfuggita…
      La legge su menzionata proibisce esplicitamente il MLM. Tanto per rinfrescare le idee.

      “[...]
      ART. 5.
      (Divieto delle forme di vendita piramidali e di giochi o catene)

      1. Sono vietate la promozione e la realizzazione di attività e di strutture di vendita nelle quali l’incentivo economico primario dei componenti la struttura si fonda sul mero reclutamento di nuovi soggetti piuttosto che sulla loro capacità di vendere o promuovere la vendita di beni o servizi determinati direttamente o attraverso altri componenti la struttura.

      2. È vietata, altresí, la promozione o l’organizzazione di tutte quelle operazioni, quali giochi, piani di sviluppo, “catene di Sant’Antonio”, che configurano la possibilità di guadagno attraverso il puro e semplice reclutamento di altre persone e in cui il diritto a reclutare si trasferisce all’infinito previo il pagamento di un corrispettivo.”

      Cordiali saluti

      • Carlo

        Marco Erminio le tue obiezioni son le medesime che si fanno ad “un qualsiasi” lavoro di vendita sostanzialmente!

        Basta pensare che la domanda più gettonata che amici e parenti fanno ad un qualsiasi venditore è questa:

        MA QUANDO TI TROVI UN LAVORO VERO?

        Questo perché? In Italia il lavoro del “venditore” è sempre stato visto come il mestiere di ripiego che “attrae gli scappati di scuola” o che “bisogna avere la parlantina” o peggio ancora “truffare” la gente.
        O che per vendere serve “faccia di tolla” o che la vera scuola è la strada.

        CHI LA PENSA ANCORA COSÌ È DESTINATO A SPARIRE MI SPIACE MA Ė COSI!

        Vendere non è nulla di tutto ciò,non significa dare un calcio nel culo e 3 giorni di formazione e poi via con la brochure in mano dei prodotti.

        VENDERE richiede studio approfondito e significa :risolvere problemi ad un mercato target STOP.

        Nel network marketing guadagni se Vendi e insegni a vendere,ma se per un Holton Bogs o come cavolo si chiama,si iscrivono sotto le persone con il Kit che a loro volta fanno lo stesso,lì si sta spremendo come carne da cannone,non gli si sta insegnando a vendere.

        Questa cosa non la cito solo io,se vai sul blog di Frank Merenda vedrai.
        Per esempio anche sul “trading online” dicono che non si guadagna ecc..

        Una volta una persona mi fa: ma se su internet si guadagnasse tanto, non ti pare che tutti lo farebbero?

        E io gli dico: ti rispondo con un’altra domanda: come mai non tutti fanno i giocatori in serie A datosi che guadagnano milioni di euro e gli si attacca un sacco di figa?

        Stessa cosa fare il venditore (multilevel ecc..) non è assolutamente per tutti, quanto le aziende di network SPESSO voglio truffaldinalmente far credere.

        Ma non perché tutti non possano farcela (sia chiaro) è perché la maggior parte delle persone (in qualunque attività imprenditoriale) non son disposte a pagarne il prezzo.I soldi non arrivano dal niente,devi star lì studiare e mettere in pratica.Tanti (vuoi perché non hanno coraggio,vuoi per la paura di rischiare) ci mollano lì,perché comporta rinunce e pressioni psicologiche non indifferenti e le persone “inconsapevolmente” non lo vogliono il successo.

        Il successo FA MALE caro Marco Ermini,questo lo dico anche in termini di business,lo scopo del branding è “esser polarizzato” vuol dire che di norma quello che io faccio o che dico o scrivo, se piace ad un certa NICCHIA DI PERSONE, di norma va a far male o addirittura dar fastidio ad un altra nicchia di persone.

        Lo scopo del marketing è anche quello, “se vai bene per tutti” non vai bene per nessuno.Avrai sempre chi è contro di te (specie in Italia) dove le persone che ottengono risultati (quelle vere) vengono sempre attaccate con cose del tipo:

        “Eh sei stato fortunato” “Sei disonesto” “hai ereditato”

        Mi dispiace dirlo ma non è così! O meglio non son TUTTI così.Ci sono ricchi che son partiti dalla povertà,quello che cambia è il modo di rapportarsi nei confronti del denaro.

        Questo anche a livello di impresa!

        se tu vai a vedere l’80% delle aziende in Italia fallisce nei primi 5 anni di vita e per dirti non è un multilevel,sono proprio loro i FONDATORI di una società.FALLISCONO per lo stesso problema,non hanno un “sistema di vendita” e non sanno fare marketing ecc….

        Quello che sto per dire ora non è corretto: però tu puoi vendere un prodotto di merda con un ottimo marketing ma non il contrario.

        Generalmente i prodotti venduti tramite multilevel o comunque tramite rappresentanti sono OTTIMI prodotti,ma hanno un marketing pessimo,
        se ci fai caso si affidano SOLO alle persone che sono clienti o venditori che siano.

        Se tu prendi ad esempio McDonald saprai meglio di me che la qualità dei prodotti non è il massimo,chiunque farebbe un panino migliore con la diarrea essiccata al sole con tanto di vermi ecc… (Tanto per fare un esempio)

        Ma nessuno riuscirebbe a venderne milioni di pezzi ogni giorno :)

        In Italia manca in MARKETING!

      • Irrlicht

        Carlo tutto ok, ma non pretendere che l’Ermini possa rispondere in merito, al max ritriterà l’art.5 della 173/2005 (e gli altri 6 artt??) distorcendone il significato, o citando sentenze contro aziende MLM (Belgio-Herbalife, Italia-Agel e Xango per es.) che dimostrerebbero l’illegalità del Network M. (e già, come se fossero le uniche ad aver subito sanzioni. Agel ha pagato perchè non rispettava in toto la 173/2005, ora è in regola. Se MLM illegale Agel oltre a pagare la multa non poteva più operare qua, giusto? Sì che è giusto)
        Più sotto gli ho già segnalato alcuni blog di networkers come si deve, Frank incluso. Forse li sta leggendo, chissà se la smetterà di sparare cassate…(dubito)

      • Irrlicht

        Carlo mai detto che l’Ermini è un idiota in quanto anti-MLM, se ti va di leggere tutti i suoi post sopra vedrai che piuttosto è lui a considerare scemi chiunque non la pensa come lui… e polli, truffatori ed evasori chiunque coinvolto nel MLM, senza se e senza ma. Pertanto talvolta l’ho definito un “pistola” dato che le sue obiezioni sul MLM si sono spinte a livello talebano (il 30 ago 2011, sempre visibile sopra, ha tirato in ballo cose orrende e fuori luogo quando poteva citare Wanna M. il che era accettabile visto che il MLM ne è pieno purtroppo – convincere che è un obbligo autoconsumare perchè “così si fa” per es.)

        Per il resto ok, il Network è vendita. Herbalife o meno, ti interessano gli integratori? Io, incaricato, ho questi e servono a questo e a quello, vanno assunti così e cosà ecc. Se li vuoi, te li vendo io a prezzo pieno (e mi becco la %) oppure ti iscrivo e li compri, scontati, quando e se ti servono, così ho i pv che mi fanno golden diamond e via dicendo. Se vuoi c’è l’autospedizione, se la imposti non resterai mai senza il tuo prodotto preferito, che A TUO PARERE ti rende più scattante. L’hai impostato? FANTASTICO, penso! L’ho fidelizzato! (che è diverso da schiavizzato!)

        Facile tutto ciò? NO, per nulla… ci vuole impegno e soprattutto senso di responsabilità. Se iscrivi qualcuno promettendo ricchezza a breve, beh… poi sarà quello che si aspetteranno, specie se hanno speso un sacco di soldi per prodotti che in fondo NON gli interessavano e dovevano cercare di rifilare a qualcun altro. Quando poi (nel 99.9999999% dei casi) di soldi non gliene arrivano o non gli coprono almeno la spesa iniziale e quella mensile millantata come obbligatoria sarai mandato a fanculo dai parenti e amici che avevi iscritto, la ferrari non la compri più e sarai additato come l’ennesimo nipotino di Wanna M. (sarà stata l’esperienza dell’Ermini? Boh, sarà colto su altre cose, ma sul Network M. è un disastro!)

    • Irrlicht

      Come puoi vedere Clementina il soggetto marco ermini considera chiunque attivo nel Network M. un idiota incapace di distinguere il 173 dal 174, un bel maleducato direi.

      Fluiscono copiose le cassate dalla sua tastiera…poco sopra (14 ago 2013) scrisse: “Lavorando col MLM sei legalmente borderline. Chiunque può pagare l’Inter per scriverci qualsiasi cosa sulla maglietta, chi rischia ovviamente non è mai il vertice della struttura piramidale – per definizione, in uno schema di Ponzi sono sempre i rami bassi che ci rimettono.”
      Sicchè OVVIAMENTE il vertice, PER DEFINIZIONE, non rischia MAI.

      Vediamo…Ponzi stesso risulta essere stato arrestato ed incarcerato per avere, appunto, truffato un sacco di gente. (com’è possibile, se OVVIAMENTE per DEFINIZIONE il vertice non rischia MAI? Ahahah…)

      Più tardi Bernard Madoff ripropose lo stesso schema, per molti anni andò bene ma alla fine in carcere lui e i suoi collaboratori (incredibile…ma per DEFINIZIONE il vertice non rischia MAI? Ri-ahahah…)

      Tucker: a differenza dei succitati “Madonzi” c’era un “bene” materiale, il tubo, dal costo irragionevole e soprattutto (ripeto: SOPRATTUTTO) di efficacia nulla. I fondatori, marco erm…ops mirco eusebi e moglie finirono in…indovinate! (ma perchè? OVVIAMENTE per DEFINIZIONE il vertice non rischia MAI! Tri-ahahah…)

      E ora la parte più interessante: visto che per il marcoermini MLM e Ponzi pari sono, “chiunque può pagare l’Inter…il vertice (in questo caso l’azienda Herbalife) OVVIAMENTE, PER DEFINIZIONE, non rischia MAI”
      Peccato che più sopra (7 marzo 2011) scrive: “Infatti le piu’ grandi (aziende MLM, ndr) sono state sgamate da tempo ed hanno continuamente guai fiscali”. E il 21/3/2011 ribadisce: “Herbalife sta contrattando le multe da pagare al fisco USA”. Quindi a suo dire il rischio c’è e si è concretizzato…che pistola, è riuscito a contraddirsi da solo…credibilità pari al tubo Tucker. Quad-ahahahah…

      Da qui si desume che il marco ermini dovrebbe:

      1) imparare l’educazione e il rispetto (evitando di considerare decerebrati chi non la pensa esattamente come lui)
      2) parlare piuttosto di carta igienica (avrebbe sicuramente più competenza che del Network Marketing)

      • Carlo

        Irrlicht Marco Ermini non è uno stupido o un menomato mentale :)! Cioè le cose le capisce,non lo posso biasimare “da un certo punto di vista” è normale che lui abbia questo genere di dubbi/obiezioni. Poi sul fatto che Herbalife è stata multata in America E’ VERO!

        Questo perchè? Non perchè credo sia Herbalife il problema,bensì quei COGLIONI degli incaricati cosa facevano?

        Basavano il loro guadagno sul Mero Arruolamento di altri incaricati e “spingevano” le vendite sull’autoconsumo degli stessi.E questo è ILLEGALE per legge!

        Tu non puoi “obbligare” un incaricato ad autoconsumare,è come se io avessi un negozio con dei clienti e gli dicessi: Voi ogni mese,siete obbligati a venir a consumare da me! Questi giustamente mi dicono:

        “ma vaffanculo,chi cazzo sei ?!”

        Che poi l’incaricato per CONTO SUO voglia farsi milioni di euro di autoconsumo son cavoli suoi,ma nessuno gli ha “costretto” a comprare ;) la legge dice così.

        Poi in herbalife so che uno si compra il pacco di 4000€ per arrivare al livello di supervisore,è una follia un prezzo del genere!

        A meno che tu non sappia poi VENDERLI quei prodotti.Ma onestamente parlando, io HERBALIFE non la farei mai,per via del marketing che si è creato!

        Poi altra fregatura di herbalife,se per esempio tu non fai un minimo di fatturato ti fa “retrocedere” di grado.Per qual motivo dovrebbe farti retrocedere?

        In un’azienda SERIA di network,ogni volta che tu raggiungi una scontistica/provvigione NESSUNO deve più togliertela anche se anni non dovessi concludere NEMMENO una singola vendita/iscrizione di clienti/ incaricati.

        Ovvio non prendi le provvigioni se sei INATTIVO,ma la scontistica ti DEVE rimanere!

        Poi altra cosa ogni volta l’azienda deve darti il mese di scarto per fare la qualifica. Non ti deve ANNULLARE tutto il fatturato dei vari mesi!

  87. Sosio

    L’ignoranza che leggo su questa pagina è assurda, il network marketing è un sistema di vendita legale tutelato da decreto legge http://www.camera.it/parlam/leggi/05173l.htm
    insegnato in economia alla Bocconi, esiste un ente garante l’avedisco un filtro del ministero dello sviluppo economico, che monitora le aziende di network, per dare l’idea di quanto è selettivo su migliaia di realtà in Italia solo 27 aziende ne fanno parte, ovvero quelle che rispettano i descreti legislativi e i codici di condotta che regolano la legge del “porta a porta” che riguarda vendita porta a porta appunto, vendita diretta e Network Marketing.
    Ora è vero che ci sono false aziende che si spacciano per network ma in realtà sono sistemi piramidali(illegali), per questo si può appunto rivolgersi al ministero dello sviluppo economico e/o all’Avedisco.
    Ma riconoscere un network serio da un sistema piramidale è molto facile.
    Sistema piramidale
    1)E’ gerarchico, chi entra non può superare in carriera chi lo ha presentato
    2)Non c’è un vero prodotto da veicolare, a volte si tratta di carte-sconto
    3)L’entrata è molto alta dai 5000€ in su, e appunto è una quota e basta
    4)Si guadagna sull’entrata degli altri
    5)Promettono di farti guadagnare 10000€ e più da dal 1 mese
    6)Non hanno sedi vere in Italia, ma p.iva presso un commercialista o notaio

    Network Marketing ETICO
    1)Una mia prima linea può prendere un grado superiore al mio se merita
    2)C’è una serie di prodotti da veicolare
    3)L’entrata non supera i 3000€ (molti hanno vari kit) e consiste in prodotti che in genere hanno un 30% minimo di valore in più della cifra versata, quindi non è una quota ma un investimento per un attività in proprio supportati da un azienda.
    4)Non ti promettono cifre assurde da subito, ma ti mostrano cosa puoi costruire facendo un gran mazzo per minimo 10 anni.
    5)Hanno una sede ufficiale in Italia tangibilee visitabile.
    6)Non si guadagna sull’entrata di un collaboratore assolutamente.

    Detto questo c’è un solo incoveniente aziende come herbalife, avon, amway, molto affermate non guadagnerai mai moltissimo, non da cambiarti la vita, i responsabili di rete ci sono gia puoi solo fare il venditore, l’ideale è trovare un network agli inizi in modo di avere la possibilità(non è matematico) di ottenere e meritare un posto ai piani alti.
    In dieci anni di network ho visto molte pagliacciate, ma anche aziende serie, e non è etico fare di tutta un erba un fascio.
    Il Network non è per tutti bisogna credere nel Business, in se stessi e nei prodotti che si vendono, ma se uno non riesce non può definire il network un truffa, 85 milioni di persone al mondo campano col network
    sono 85 milioni di coglioni truffati?
    la GDNL vecchia golden products, fa network da 70 anni ora è in 57 paesi nel mondo, tutti broccoli truffati in questi paesi?
    Sinceramente molte persone parlano a vuoto, quando non si arriva all’uva si dice che è acerba!!!
    Saluti

    • Irrlicht

      Giusto. E i poco saputelli invece di postare a pappagallo l’art 5 della legge 07/2005 farebbero meglio a leggersi anche l’art. 1,2,3…(anzi farebbe… il soggetto marco ermini eheheh)

      • Sosio

        Non posso giudicare marco ermini, non ho capito bene se parla per esperienza o per sentito dire, anche se avesse avuto brutte esperienze capitano a volte purtroppo, però non credo che se uno fa un incidente con la macchina, poi non guida piu, oppure se va in un caffè e gli danno una brodaglia, non prende più caffè in un bar.
        Io presi la truffa Alphaclub, era un piramidale spacciato per network, arrivai alla fine fui uno di quelli che pagava il sistema gerarchico,
        7 milioni e 200 mila lire per presunti sconti che se andavo in quei negozi me li facevano lo stesso e ho perso solo i soldi, è successo, mi è servito d’esperienza per imparare, per far capire la differenza ora sto in un network giovane, con ampie prospettive, ho pagato un kit di 400€ e mi hanno dato 600 € di prodotti, l’ho rivenduti, ho ridato i soldi a chi me li aveva prestati, e ci ho guadagnato, anche che avessi voluto smettere subito l’unico modo per rimetterci era mettere il kit in cantina e buonotte.
        Questo è network non puoi rimetterci.

  88. Irrlicht

    Se leggi TUTTO ciò che ha scritto sopra l’ermini puoi giudicarlo meglio (in particolare un suo post datato 30 ago 2011…anzi non lo leggere, è meglio…) non che abbia grande importanza comunque, l’importante è l’attività.
    La differenza è che io il kit non l’ho rivenduto, l’ho consumato! Per me il network è consumo di prodotti per se stessi in primis, poi c’è l’opportunità, non l’obbligo, di far conoscere tali prodotti ad altri ed averne un guadagno. Per ora consumo, spendo e NON guadagno (se comprassi prodotti equivalenti in negozio sarebbe la stessa cosa, a parte trovare i prodotti sullo scaffale anzichè recapitati dal corriere)

    • a me non la dai a bere

      quindi? consumi e non guadagni e dove sta il business?
      A siiii rivendere i kit ma NON si è obbligati ci mancherebbe e chi guadagna boh!
      In ogni caso trattasi di piramide per tonti, legale ma per tonti.

      • Irrlicht

        Ohibò, che fantastica risposta…si suppone che compri in negozio tutto ciò che usi e consumi, bene allora volente o nolente stai alla base di una PIRAMIDE che parte dal produttore, passa per intermediari, negozio e cliente, tu… che spendi e NON guadagni. Chi guadagna? Il mio sponsor su ciò che compro, ahahah che tonto. E su ciò che tu compri? Negoziante, intermediari, produttore…ahahah, spendi e NON guadagni ahahah. Dove sta il business??? Qualcosa in contrario se spendo e NON guadagno? Non te la do a bere nemmeno se stai morendo di sete ahahah. E poi che fai mi leggi?!? Guarda che il marco ermini si attapira visto che sostiene che nessuno legge ciò che scrivo ahahah.

        PS in un Network Marketing ci si può iscrivere anche come “cliente preferenziale” cioè si possono comprare i prodotti senza poter iscrivere altri quindi si può solo consumare e non guadagnare…che tonti ahahah
        proprio come i clienti di qualunque negozio ahahahah.

  89. sigfrida

    Ciao… ogni giorno mi alzo e vado a vendere prodotti… La mia azienda dice che sono i migliori ed io ci credo… ho comprato un sacco di prodotti, tutti quelli che mi posso permettere ed ogni giorno instancabilmente li propongo a ogni persona che mi trovo davanti… la mia è una grande azienda!!! Indovina indovinello: chi fa l’ uovo nel cestello? Indovinato che azienda è? Vi posso solo dire che… abbiamo telefoni, sim, polizze, ma anche oggetti per la casa, gioielli, etc. Chi siamo?

  90. a me non la dai a bere

    iIrrlicht sei tonto inutile che fai il furbetto sei uno dei tanti a cui piace fregare il prossimo, se poi tu vuoi comprare i vari kit inscrivendoti alle varie PIRAMIDI cazzi tuoi però trovo la tua insistenza degna del piu’ fasullo venditore che vuole scopiazzare vanna marchi.
    Inoltre il titolo è La verita sui sistemi PIRAMIDALI, se ti è andata male con agel herbalife o quant’altro prova con qualche altra cazzata vedrai che non dovrai tirare il carrello della spesa ma miracolosamente tutto ti arriva a casetta ha ha ma chi credi di essere tonterellone.

    • Irrlicht

      Che poeta…come darti torto??!? Hai ragione al 101%, nulla da eccepire.
      Sicuramente nessuno ti potrà mai fregare, e sai bene dove sta il bene e dove sta il male. Sei ammirevole e incredibilmente razionale, la quintessenza della sapienza, della saggezza e dell’onestà. Ti voterei senza dubbio…non fa differenza, Forza Nuova, Alba Dorata, SEL o Partito Democratico, ovunque ti candidi IO TI VOTERO’!!!!

    • Sosio

      Classico discorso di chi non ha le palle per investire su se stesso, e cerca di convincere gli altri a rimanere al suo basso livello.
      Lascia perdere non parlare di network marketing, non è per tutti, le perle ai porci non si danno.

  91. Michele Ricatti

    Credo che tu abbia scritto questo articolo,per la tua voglia insaziabile di protagonismo,la tua disinformazione non merita neanche un commento…..poiche’ le aziende che hai nominato crescono a ritmi vertiginosi in piena crisi…e poiche’ queste aziende hanno

  92. Avete bisogno di un prestito? se si applica per un prestito con basso tasso di interesse al 3 % , contattare indietro via Email : (georgeanderson.loanfirm255@gmail.com) .

    offerta di prestito

  93. Andrea

    Fatalità lo scrittore non si firma ne niente.. tutti bravi a parlare e ogni volta quelli che parlano sono quelli che non hanno avuto successo in quel l’attività o gliel’ha presentato un incompetente come tutti quelli che parlano male del network marketing. Sono d’accordo riguardo le catene di sant’antonio ma su i network no perché vedrete che in futuro questa sarà la vostra unica alternativa, altroché indebitarsi per aprire una azienda che dura 2 mesi. .ma daiii

  94. H2o

    Furfanti e ladroni quando ti contattano per venderti perlopiu porcherie poi ti offrono il lavoro del futuro a quanto dicono i falsi e bugiardi, sono tutti scoppiati non vedono l’ora di tirarvi dentro alla loro merda, hanno le stesse maniacali convinzioni delle sette come parlano i loro slogan le loro frasi fatte sono solo dei poveracci in cerca di polli da spennare, altro che futuro se non siamo nemmeno sicuri di cosa succede fra due settimane poveri voi?

  95. ilmario

    ma scusate… ho banca Mediolanum da più di 10 anni e mi sono sempre trovato bene. costi eccessivi? minacce?mah.. faccio anche parte di Herbalife ma non sono portato x le vendite in generale quindi non sfonderei mai. ciò che posso dire è che il prodotto su me e quelli che conosco ha funzionato. x quanto riguarda il tirarvi dentro… a me nessuno mi ha puntato la pistola alla testa e solo dopo 10 anni li ho ricontattati io(che pressione psicologica!). in Herbalife non serve tirare dentro 1000 persone, ma bensì poche che vendano il prodotto. ai vari corsi ti insegnano la duplicazione. io con sotto 2 persone che a loro volta ne hanno altre 2 e così via. mi sembra che alcuni di voi abbiano conosciuto distributori veramente cazzoni(anche io ne ho riscontrato qualcuno..). il prodotto è buono ma se chi lo vende è un coglione non biasimo chi ci rimane male. detto ciò mi sapete spiegare la differenza tra catena di sant’antonio(illegale) e il multilevel? anche qui c’è molta confusione!! grazie

    • Irrlicht

      Catene Antonio: i guadagni derivano dal numero di persone iscritte, ovvero dal numero delle quote versate una tantum da ciascuno per farne parte. Non c’è un prodotto, c’è solo un giro di denaro.

      Multilevel: i guadagni derivano dal volume di prodotti comprato dalla propria downline, quindi NON conta il numero di persone iscritte: qualcuno potrebbe non comprare nulla, qualcuno poca roba e qualcun altro molta roba. Non c’è molta differenza dal negozio: se entrano 100 persone e tutti comprano solo una Fanta o una Sprite guadagno 100, se ne entrano 20 e tutti riempiono il carrello guadagno 1020. Poi aprire e gestire un negozio costa un tot di spese iniziali e poi fisse di gestione, nel network si diventa distributori senza nessuna di queste spese.

      Poi, come disse ilmario, dipende da come si illustra la cosa e dalla qualità del prodotto.

  96. h2o

    Cazzate da impiramidati, le spese ci sono e i comportamenti al limite della decenza e della legalità sono la norma, buffoni impiramidati, il vostro monumento all’onesta è Vanna Marchi.

  97. Irrlicht

    Ella madonna! Vanna, impiramidati… bada che non tutti sono come quelli che ti hanno illuso e truffato, visto come stai incazzato…
    Le spese ci sono: certo, i prodotti mica li regalano. Li compri se servono, qual’è il problema?
    Comportamenti: in tutte le attività ci sono buoni, cattivi e Vanne Marchi.
    Più che h2o forse è più adatto h2so4 ahahahah.

  98. Cocomix

    È tu naturalmente sei un buono e onestissimo Irrlricht se vuoi essere credibile perché non metti nome e cognome così fai contento h2 o è tutti noi?????? Indirizzò così sappiamo dove vivi onestamente.

    • Irrlicht

      Sono buono e onesto? Grazie l’hai detto tu non io. Ma hai sbagliato sono cattivo per cui viva l’anonimato ahahahah non voglio essere credibileaahahahah e non voglio fare contento h2so4 aahahah e nessun altro ahahahahahah

      Non che cocomix identifichi chissà cosaahahahah se vuoi essere tu credibile liberissimoaaahahahah

      PS sono Irrlicht non Irrlricht

  99. Mi rivolgo alle persone che senza fare un attività di Network … parlano senza cognizione di causa … dovete fare una bella cosa … se veramente credete che Amway, piuttosto che Herbalife o una qualsiasi azienda di NM associata ad Avedisco sia una truffa o sia illegale … perche non fate una denuncia ai Carbinieri o alla guardia di finanza?

    Se pensate che sia una truffa … dovete agire così … il resto sono parole.
    E’ facile scrivere qui senza mettere Nome e Cognome o le proprie generalità … non è che le aziende concorrenti che producono magari gli stessi prodotti ma che finiscono in farmacie o negozi vi abbiano pagato qualche centinaio di euro per scrivere cose negative … di un argomento di cui non avete la benchè minima conoscenza?

    Mi sa che è proprio così … un articolo praticamente anonimo … commenti praticamente anonimi … vi devono pagare proprio bene per scrivere cose completamente inesatte.

    Io alle persone a cui propongo il NM lascio Nome Cognome Telefono e Indirizzo di residenza … questi sono fatti il resto sono parole al vento ed illazioni …

    Siate coerenti … andate a denunciare le truffe … sennò giokate con la playstation … è tempo meglio speso.

    Karlo Macho (chi mi conosce sa chi sono)

  100. cocomix

    Macho macché denunciare a calci un culo bisogna prendervi e poi guarda ma di quali ditte concorrenti stai scrivendo, pensi che qualcuno faccia il trool come voi e sia pagato per scrivere che il novanta% di voialtri è un fallito insomma cerca di trovare altri argomenti fai come Irrlicht con una risatina idiota risolvi tutto.
    Toh leggiti questo:

    http://mlm-thetruth.com/research/mlm-statistics/shocking-stats/

    Quello che stupisce è la vostra insistenza avete rotto i coglioni.

  101. Irrlicht

    Irrlicht ride quando legge idiossie tipo invitarmi a mettere nome indirizzo ecc. (e la squadra del cuore no?) su siffatti forum da parte di rigorosa- mente a loro volta anonimi che tali vogliono restare (nulla di male di per sè, pertanto…)

    La statistichella… uffa, ce ne sono a iosa, saranno anche veritiere ma sono tutte insignificanti perchè guardano solo al guadagno e non considerano una cosa fon-da-men-ta-le: noi compriamo i prodotti li usiamo e NE SIAMO SODDISFATTI, guadagno o no. Io spendo e non guadagno, il mio sponsor guadagna, qual’è il problema? Così difficile da capire? Ella madonna! Se questo è fallimento va beh… dite quel casso che volete!

    Addirittura la “mia” azienda pubblica sul suo sito ufficiale una statistica analoga sui guadagni dei propri affiliati (income disclosure statement) che ricalca le % evidenziate dal sito cocomixiano quindi cose risaputissime.

    Rompono i c…? Calci in culo, lo farei anch’io se me li rompessero, MLM o meno…

  102. Credit Solution Company

    Ciao caro

    Se siete stanchi di Prestiti e Mutui banche e altri istituti finanziari stanno cercando, o sono stati abbassato costantemente dal sistema di micro-finanza. Questo è il minimo mensile € 1.000,00 a € 10.000.000,00 tasso di interesse massimo che varia tra il 3% del credito Deliver è di informarvi che con il 100% di garanzia. Diamo CREDITS per migliorare il business. un’espansione EDGE / business competitivo. Siamo certificati affidabile, affidabile, efficiente, dinamica veloce e assicuratevi di riposo. La cooperazione è il finanziere immobiliare e tutti i tipi di finanziamento, abbiamo un prestito a lungo termine per almeno 5-50 anni e di dare tutto l’interesse e permettono di calcolare e versare annualmente. Abbiamo i seguenti tipi di prestiti in offerta e
    molti di più;

    * Prestiti personali (prestito non garantito)
    * Business Prestiti (prestito non garantito)
    * Prestito di consolidamento
    * Combination Loan
    * Indice di sviluppo

    Per verificare la posta elettronica punti di contatto
    Indirizzo e-mail: creditsolutioncompany@financier.com

  103. Anonimo

    Ma perché su ogni sito dove si discute di queste truffe abbondano trool che spammano schifezze?

    • Marco Ermini

      Questo blog è praticamente abbandonato, ma per qualche motivo è ben indicizzato su Google.
      Si può adesso capire perché i seguaci del MLM ci si accaniscano – non esiste moderazione e possono ripetere allo sfinimento i loro “argomenti”.
      È abbastanza inutile risponder loro, useranno l’anonimato e l’assenza di moderazione per accanirsi contro chiunque osi pensarla diversamente.
      Sono arrivati persino ad accusare me di postare anonimamente…
      Lascia perdere, le risposte a chiunque cerchi informazioni sono già state postate. Chi è intelligente sa trovarle da solo… Per gli altri il Darwinismo farà il suo corso.

      Cordiali saluti

  104. Irrlicht

    Ommiodio è tornato quello che ha postato allo sfinimento l’art 5 della legge 173/2005 accanendosi a distorcerne il senso e soprattutto cestinando gli altri 6 articoli della legge medesima… ignoranza o malafede?

    Moderazione: detto da uno che ha accostato MLM a pedofili (30 ago 2011, sempre visibile sopra) ci vuole una bella faccia di bronzo.

    Blog abbandonato: bene, visto che l’articolo di apertura è un marasma di qualunquismo tutta-l’erba-un-fascio (abbandonato non del tutto cmq) – Indicizzato: sarà perchè l’ermini ci posta su ancora…ahahahah anche se il 21 set 2011 (visibile sopra) aveva detto che non postava più qua aaaaahahahahahahahahah credibilità nada de nada. Comunque è indicizzato perchè viene clikkato abbastanza, evidentemente. (elementare, Watson, più clikki più sale nei risultati Gugol ecco il “qualche motivo”)

    Anonimato: non è mica un reato, e comunque come già detto pubblicare i propri dati personali non rende vero il falso… quindi una cassata (MLM vietato in Italia per es.) resta tale anche se si pubblica cell email indirizzo ecc. quindi accuse inesistenti. (mi hanno accusato di aver postato da anonimo…uuaaaahahahah che terribile accusa INFAMANTE!!! Era meglio se mi accusavano di aver spacciato crack e pedo-pornoaaahahahah)

    Le risposte a chi cerca info sono già state postate: giusto (in quanto non solo l’ermini ha risposto per fortuna)
    Chi è intelligente le sa trovare da solo: giusto (come sopra)
    Darwinismo: errato, farà il suo corso con chiunque anche con i mangiabaguettes aaahahahahahaaahahah

    • Marco Ermini

      …e nonostante i multipli post, c’è ancora chi non l’ha capito. Ma si sa, non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire.
      Se questo post è davvero solo qualunquismo, attendo un blog firmato – con nomi e cognomi, non pseudonimi quasi-bolscevichi – che mostri “la verità”. Quando vengono attinte risorse affidabili e ogni qualvolta mi confronti con chi ci è passato dentro osservando fatti oggettivi – ma anche soltanto dando una breve scorsa agli argomenti illogici e contrastanti di chi sostiene il MLM, mi rimangono pochi dubbi.
      Poi come già detto, ciascuno è libero di rovinarsi con le proprie mani e/o ritenere che una attività borderline con la legalità e dal dubbio regime fiscale sia “fare impresa”. In tempi in cui si pensa di legalizzare la mafia, tutto fa brodo, e la morale è una questione strettamente personale.
      Cordiali saluti.

      • stefano

        Buona sera. Mi chiamo Stefano Solombrino. Vivo e lavoro a La Spezia.
        Ho un’attività tradizionale con 16 dipendenti e in più da 2 anni sviluppo un network nel tempo che riesco a ritagliare. Ho iniziato perché provando un prodotto mi sono trovato molto bene e avendolo suggerito anche ai miei genitori e notando miglioramento anche in loro, mi sono innamorato del prodotto.
        L’azienda con cui collaboro ha una sede legale in Italia, è da poco socia effettiva di Avedisco. I prodotti sono autorizzati dal ministero della salute italiano.
        Il network, quello serio, è un sistema commerciale interessante. Semplice perché duplicabile ma assolutamente non facile. La maggior parte delle persone che iniziano, non riescono a superare 6 mesi. Perché ? Perché credono che non sia un lavoro. Semplice. Pensano che basta “rompere i coglioni” ai parenti e agli amici, diventeranno milionari.
        Niente di più errato. Il network è una nobile professione. Una professione che richiede impegno, dedizione, formazione e capacità. Io ho la fortuna di collaborare con mia moglie e di avere un’organizzazione di più di 300 amici. L’azienda non paga in base alla posizione, ma in base ai fatturati. Il mio sponsor per esempio ha qualifiche inferiori alla nostra e guadagna molto molto meno di noi. Non starò a discutere poi sulla vostra concezione di piramidale. Lo stato è piramidale. La chiesa è piramidale. L’azienda dove lavori è piramidale. Le forze armate sono piramidali. La famiglia ha una forma piramidale.
        Di cosa stiamo parlando !
        Nella attività tradizionale do da mangiare a 16 famiglie. E sviluppo un volume d’affari molto alto. Non credo che si possa pensare sia un credulone o un cretino. A noi Agel ha cambiato la vita. Ad alcuni miei amici anche. E quando come la settimana scorsa, andiamo in vacanza insieme a spese di Agel, è una gioia infinita. Poi ognuno è libero di pensare, scrivere e fare quello che desidera. Ma vi prego, non mi sento di essere chiamato imbroglione truffatore o quant’altro. Sono sicuro, numeri alla mano che mia moglie ed io facciamo più beneficenza di tutti voi.
        E con questo concludo, augurando anche a voi tutti di vivere la vita che avete sempre sognato.
        Stefano Solombrino
        3403026661
        Ps. Nome e cognome e cellulare.

  105. anonimo ma non troppo

    quando fare spam diventa l’ultima speranza la questione è critica, leggendo qua e la agel sembra un po sputtanata, e il tuo scritto è senza riscontri.
    E tipico che scrivi quello che ai scritto e ammetti pure che sono a tutti gli effetti dei sistemi PIRAMIDALI e di conseguenza ILLEGALI.
    Che poi la chiesa sia una struttura piramidale vabbe non ti chiedono di comprare un kit di ostie per diventare prete, nemmeno le forze armate ti chiedono di comprare bombe a mano, nemmeno le aziende SERIE chiedono dei soldi per lavorare, ma ti fanno un contratto discutibile sicuramente ma un contratto SERIO, e tutte queste entità selezionano non assumono cani e porci ma chi ha effettive caratteristiche per svolgere quel lavoro, a nessuna azienda seria interessa assumere TUTTI quelli che capitano a tiro ammenoche questi non sborsino qualcosina ma questa storia la conosciamo vero?
    La famiglia è piramidale oibo domani a mio figlio gli dico vuoi magnare paga, più paghi e più diventi mio figlio e scali la gerarchia famigliare.
    Che famigghia, che poi tu NON sia un truffatore nessun dubbio restano comunque alcune lacune nel sistema e specialmente nei “redditi” che si leggono nelle statistiche e anche nelle migliaia di post che criticano il sistema e i metodi e cosa non da poco i prodotti apparentemente cari e privi di una qualsiasi rilevanza scientifica.
    Che poi tu sia una di quelle persone che fanno la “carita” o la beneficenza BRAVOOO ma come fai a presumere che solo voi lo fate, strano ma se non ci fossero i poveri che fareste la tombola con le vecchiette, pure herbalife lo fa e anche molte filiali kirby dicevano di farlo il fatto e che questo ha il sapore di pubblicità, vedi come sono bravo faccio beneficenza.
    Ma poi magari la “beneficenza” si fa aiutando le persone a diventare imprenditore di se stesso e a cogliere al volo l’occasione della vita,
    giusto se pagano un pochino, vero?
    Il tutto si riduce al solito stile e alle solite frasi fatte.
    Un cordiale saluto a Stefano a cui auguro ogni bene e a Marco Ermini che ha capito come funziona il giochetto.

  106. Irrlicht

    icchè per non essere accusati di spammare meglio l’anonimato, ottimo, diglielo all’Ermini che, seguendo tale ragionamento, spamma qua il suo profilo e menate varie.

    Quindi non è la forma (piramide) a definire l’illegalità o l’immoralità, interessante. Famiglia, MLM, chiesa, imprese ecc. indubbiamente hanno una struttura piramidale, qual’è il problema? Giusto così.
    Solito stile e frasi fatte… anche da parte di chi contesta il MLM, 1-1 e palla al centro.

    Agel sputt.? Per via della multa AGCM di qualche tempo fa? E’ in buona compagnia: Alitalia, Oviesse, Apple, Microsoft… (l’elenco degli AGCMultati è lungo) E allora? Chi sbaglia paga, e va avanti, MLM o meno. E perchè Agel va avanti? Perchè il MLM, a dispetto di ciò che ripete alla nausea l’Ermini, in Italia è LEGALE. Se non lo fosse Agel (e Xango) oltre alla multa non avrebbe più potuto operare qua in Italia, giusto? Sì che è giusto.

    La legge 173/2005 non vieta il MLM, lo regolamenta. Punto. Agel e Xango sono state bloccate per alcuni mesi perchè non rispettavano in toto la 173/2005, ma hanno cambiato ciò che non andava su indicazione della stessa AGCM e hanno riaperto, nel pieno rispetto della legge vigente. Ovviamente MLM erano e MLM sono rimasti. Già, l’Ermini ha capito tutto…

    Migliaia di critiche le prendono tutte le realtà di spicco anche la juve che però vince, il milan che non vince più ma che ha vinto in passato quindi lasciano il tempo che trovano.

    Prodotti cari e senza rilevanza: tipico commento inutile di chi i prodotti NON li conosce nè tantomeno li ha provati, gli Agel li ho usati anch’io in passato e sono validi, non tutti (con me l’Umi aveva dato benefici, l’Ohm non mi faceva una mazza, ma il mio caso è del tutto relativo ad altri l’Ohm faceva la differenza) e non mi importa granchè se la suspension gel di Agel NON è, e dopo tanti anni non lo sarà mai, brevettata. Rilevanza scientifica? Perchè prima di bere una coca cola la fai esaminare in lab o ti fidi? Di solito, risposta b. E se i prodotti Agel percaso li hai provati e sono stati inefficaci è altrettanto relativo come l’Ohm con me, parla per te e non a nome di altri, non ho detto l’Ohm è scarso perchè a me non fa nulla.

    P.S. per l’Ermini (ma non solo): blog firmati con nome/cognome? Et voilà, non uno ma truà, fa anche rimà, ha ha hà:

    networkmarketer.it
    eticarete.it/blog
    frankmerenda.com
    (please cercate con google, se inserivo il link non mi partiva il post…boh! Sarà il mio pc bolscevico…)

    Parlano del MLM in generale, non dell’azienda a cui sono affiliati (non dicono nè qual’è, nè che meglio della loro non c’è)
    Ce ne sono anche altri, basta cercare.
    Possono bastare? Buona lettura (a chi vuol intendere, ovv.) ci trovate cose interessanti sul pagare per lavorare, il modo immorale con cui molti, troppi fanno MLM e perchè falliscono ecc. cose dette anche qua ma non in maniera qualunquista ed ignorante come nel caso dell’Ermini, del post di apertura ed altri, ma in modo obiettivo e professionale.
    E per tutti e tre un punto fermo: il MLM (o Network M.) è un sistema LEGALE e regolamentato dalla legge 173/2005

  107. Irrlicht

    Ops, manca una S all’inizio dell’ultimo post… la aggiungo ora ahahahahah

    • Giusy

      Salve a tutti. Vorrei avere da voi una risposta ad un dubbio. Chi lavora come networker deve necessariamente vendere un prodotto tangibile? Mi è infatti capitato di imbattermi in networker che mi parlano di iscrivermi al loro gruppo per sponsorizzare me stessa (sono brava in cucina)incentivandomi ad aprire un blog. Quello che mi da motivo di dubbio però è il fatto di dover pagare una sorta di “tassa mensile”di reclutamento e mi è stato spiegato che per guadagnare devo a mia volta cercare di far iscrivere altre persone al team. Tutto ciò mi sembra che non abbia nulla a che vedere con il mln legale. A voi la parola

      • Irrlicht

        Il network m. E’ vendita.
        Qualunque “tassa” mensile obbligatoria o qualsiasi acquisto obbligatorio di prodotti è vietata dalla legge 173/2005
        Provvigioni derivanti dal mero reclutamento sono vietate, esse derivano unicamente dalla vendita dei prodotti al raggiungimento di un volume minimo mensile come stabilito dal piano di compensazione dell’azienda. Il reclutamento, di per sè, anche se costasse qualcosa (qualche azienda tipo Agel chiede 25 euro di apertura pratica, ovviamente una tantum) NON dà alcun compenso a chi sponsorizza.
        Diverso il discorso sul kit iniziale perchè l’azienda ha venduto prodotti (il kit, appunto) e su quello la provvigione c’è.
        Occhio, ci sono network seri e network si fa per dire…

  108. mg

    L’avete finita di scrivere cagate……………..studiate e informatevi, ignoranti!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...